Tassa di soggiorno Milano free web hit counter

Tassa di soggiorno Milano: come pagarla al comune

La tassa di soggiorno è un’imposta che varia da comune a comune. E’ rivolta a tutte le persone che soggiornano presso una struttura ricettiva.

Quanto costa tassa di soggiorno Milano

La tassa di soggiorno, detta anche tassa turistica, oltre ad avere un costo diverso a seconda del comune cambia anche in base alla tipologia di struttura ricettiva. Vediamo di seguito le disposizioni in materia per il Comune di Milano.
[n1related i=”0″] La tassa di soggiorno a Milano varia a seconda della struttura ricettiva, si distingue tra strutture alberghiere (alberghi, hotel, condhotel)ed extra-alberghiere (B&B, case e appartamenti vacanze, ostelli, rifugi ecc…). Per gli alberghi che vanno da una a due stelle e le strutture extra-alberghiere la tassa varia da 1€ a 2€, dalle due alle tre stelle fino a 3€, dalle tre a quattro 4€ e da quattro a cinque stelle fino a 5€.

Chi  paga l’imposta di soggiorno e chi ne è esente?

L’imposta viene pagata da tutte le persone che non sono residenti nel comune di Milano. Sono esenti invece:

  • I minori di 18 anni;
  • I giovani fino a 30 anni che pernottano negli Ostelli per la Gioventù, gestiti da soggetti pubblici o privati per il conseguimento di finalità sociali, educative e culturali;
  • I familiari e/o affini o comunque accompagnatori di degenti presso le strutture sanitarie del territorio della Provincia di Milano. L’esenzione è riconosciuta esclusivamente per il periodo di ricovero;
    i soggetti che a seguito di ricovero ospedaliero, proseguono le cure presso le strutture sanitarie milanesi e della Provincia di Milano. L’esenzione è estesa ai loro accompagnatori;
  • Con decorrenza dal 14 giugno 2014 coloro che soggiornano nelle case ed appartamenti per vacanze.
    Sono tenuti al pagamento dell’imposta fino al quattordicesimo pernottamento compreso. Dal quindicesimo giorno di soggiorno consecutivo in avanti l’imposta non è dovuta;
  • Il personale appartenente alle Forze dell’Ordine e/o Forze Armate che per ragioni di servizio alloggia nella Città di Milano;
    gli studenti universitari di età non superiore a 26 anni regolarmente iscritti ad un Ateneo milanese riconosciuto dal MIUR che alloggiano in strutture ricettive;
  • La riduzione prevista per gli studenti universitari vale anche per gli studenti stranieri che partecipano a programmi tipo “Erasmus” c/o un ateneo milanese per la durata del soggiorno, previo rilascio dell’autocertificazione ai fini dell’esenzione dell’imposta di soggiorno;
  • Le persone con disabilità e i loro accompagnatori;”
    Fonte: Comune di Milano

Modalità di riscossione

La riscossione avviene al momento del check-out con ricevuta nominale indicante la durata del soggiorno e il relativo importo.

Se sei un proprietario di casa e affitti la tua casa per brevi periodi chiama Guesthero per qualsiasi domanda o chiarimento sulla gestione degli affitti brevi.

Comments are closed.