Tassa di soggiorno: cosa è e come pagarla - Guesthero

Se si decide di partire per un viaggio, agli ospiti che soggiorneranno per più notti in un hotel, casa vacanze o B&B verrà chiesto di pagare la tassa di soggiorno.

Di che cosa si tratta

La tassa di soggiorno, istituita nel 2001 con un Decreto Legislativo, è una tassa comunale che viene applicata agli ospiti che soggiornano per più notti nelle strutture alberghiere o in appartamenti in affitto breve. E’ una tassa obbligatoria per cui i proprietari di qualsiasi struttura locativa sono obbligati a riscuotere questa somma di denaro dagli ospiti.
[n1related i=”0″] La somma di denaro richiesta varia in base al Comune delle strutture e tendenziale varia tra 1 e 3 euro. In alcuni casi può anche essere più alta ma non può superare i 5 euro per notte.

tassa di soggiorno

Come deve essere pagata

Il pagamento della tassa di soggiorno viene effettuato direttamente nella struttura. La somma da pagare viene calcolata in base al numero degli ospiti e delle notti del soggiorno. L’host si occuperà di versare l’incasso ogni tre mesi al Comune di residenza. Per far guadagnare tempo ai proprietari degli appartamenti su Airbnb, il portale ha stipulato degli accordi con i principali Comuni italiani per far pagare questa tassa direttamente sul portale. I Comuni che aderiscono:

  • Milano
  • Genova
  • Firenze
  • Napoli
  • Venezia
  • Bolognatassa di soggiorno
Leggi anche:  Cosa vedere a Milano zona Porta Romana

Tassa di soggiorno chi la paga

Tutti le persone che si recano in unaNon tutte le persone che soggiornano in una struttura locativa sono obbligate a pagare questa tassa. Sono state previste delle eccezioni:

  • cittadini residenti nello stesso Comune
  • bambini sotto i 10 anni
  • anziani over 65
  • persone portatori di handicap o malate
  • dipendenti delle forze dell’ordine, comunali
  • guide turistiche

Per essere esenti dal pagamento sarà necessario presentare il proprio documento al proprietario della struttura locativa.

Quali sono i rischi per chi non paga

Essendo una tassa obbligatoria, il mancato pagamento comporta una sanzione che ovviamente si differenzia in base a chi non paga. Nel caso del proprietario la multa va dai 25 euro ai 500 euro per un versamento parziale o nullo. Se il gestore coincide con l’host la sanzione può anche essere penale. Se invece si tratta dell’ospite che si rifiuta di pagare la tassa di soggiorno, oltre a dover pagare la tassa la multa potrà essere dai 25 ai 500 euro.

Tassa di soggiorno Milano

Se prendiamo come esempio la città di Milano, la tassa di soggiorno che deve essere pagata dagli ospiti dipende dalla struttura ricettiva. Nel caso delle strutture extra alberghiere, in cui rientrano le case e gli appartamenti in affitto breve, la tassa varia da 3€ a 4€ .

Come riscuoterla

L’host si occuperà della riscossione della tassa di soggiorno al momento del check out degli ospiti. Ogni tre mese il proprietario si recherà al Comune per versare il totale riscosso. Nel caso però l’affitto fosse avvenuto su una piattaforme come Airbnb  in quel caso non sarà necessario riscuoterla perchè viene automaticamente riscossa dal portale. Se invece il proprio annuncio si trova su altri portali come Booking in quel caso allora sarà necessario eseguire la classica procedura di riscossione.

Leggi anche:  Affitto con riscatto: Cos'è, funzionamento, pro e contro

Affittare a breve termine

Se si possiede un appartamento che viene poco usato e vi crea solo spese per mantenerlo, la soluzione migliore potrebbe essere quella di metterlo a reddito. Tra le tipologie di affitti, gli affitti brevi sono la scelta migliore per quei proprietari che magari per un determinato periodo hanno nuovamente bisogno dell’appartamento.

tassa di soggiorno

Vantaggi affitti brevi

Scegliere la tipologia degli affitti brevi permette al proprietario di avere determinati benefici come:

  • maggiore flessibilità per il proprietario
  • nessun rischio di morosità con i pagamenti anticipati
  • agevolazioni fiscali con la cedolare secca
  • durata breve del soggiorno di inquilini poco graditi

Affidati agli specialisti del settore

Se non disponi di abbastanza tempo da dedicare all’attività allora puoi rivolgerti alle figure specializzate nel settore. Ad esempio i property manager si occupano della gestione completa degli appartamenti in gestione. Tra i servizi che offrono:

Guesthero

Guesthero è una società specializzata nella gestione completa degli appartamenti in affitto breve a Milano. I servizi che offre includono anche la consulenza burocratica su tutte le normative che riguardano case e appartamenti in affitto breve.

Comments are closed.