Siti per case vacanze: quali sono i migliori free web hit counter

Siti per case vacanze: quali sono i migliori

Per chi possiede un appartamento da affittare, sono nati diversi siti per case vacanze che offrono la possibilità di pubblicare annunci per guadagnare grazie al proprio immobile. Ma quali sono i siti per trovare case vacanze migliori? Guesthero ti propone una guida sui portali OTA (online travel agency) di affitto breve.

Come affittare appartamenti online?

Hai deciso di mettere a reddito la tua casa vacanze e non sai da dove cominciare? Internet è sicuramente il mezzo migliore per trovare facilmente ospiti che prenderanno in affitto la tua proprietà. Negli ultimi anni sono nati e cresciuti in maniera esponenziale i siti per affittare case vacanze: delle vere e proprie community in cui si incontra la domanda e l’offerta di alloggi in affitto a breve termine.

Quindi per cominciare a pubblicizzare appartamenti in affitto non c’è miglior modo di registrarsi sui diversi portali. Vediamo insieme quali portali ci sono.

Siti per case vacanze: i migliori

Non tutti i portali funzionano allo stesso modo: la commissione prevista può essere gratuita oppure a pagamento, a spese degli ospiti. In generale, tutti permettono di creare annunci con descrizioni e fotografie per effettuare prenotazioni.

Airbnb

siti per case vacanze

Sicuramente il portale affitti brevi più conosciuto al mondo è Airbnb, fondato a San Francisco nel 2008. Oggi possiede un valore di 30 miliardi di dollari, vanta 100 milioni di utenti e  circa 640.000 host. Non c’è da sorprendersi, quindi, se, secondo i dati di SimilarWeb, Airbnb è al secondo posto nella categoria dei portali per case vacanze e appartamenti, seguito da booking.com.

Leggi anche:  Agenzia affitti brevi Milano: quando conviene

Qui, i proprietari di immobili si registrano al portale gratuitamente creando un annuncio dell’immobile a reddito. Importante è inserire fotografie professionali che ritraggano l’appartamento nel miglior modo possibile. Obiettivo: colpire l’eventuale ospite. Ricordati che le immagini costituiscono il biglietto da visita per prenotare un alloggio.

Inoltre dovrai inserire una descrizione di tutti i servizi che la casa vacanza offre. Non inserire ciò che non riusciresti sempre a gestire, per non incorrere in recensioni negative.

I costi  del portale variano dal 3 al 5%, a seconda dei termini di cancellazione selezionati dall’host. È previsto per gli host che offrono esperienze un costo del servizio pari al 20%.

Booking

Booking.com è senza ogni dubbio il sito numero 1 delle prenotazioni di viaggio nel mondo. Oltre ad essere molto internazionale (è disponibile in 40 lingue), ospita quasi 1.2 milioni di proprietà in più di 227 Paesi.

Come per airbnb, anche Booking non ha costi di iscrizione. Le commissioni sono, invece, più alte: circa del 15%, con fatturazione e pagamenti mensili.

Homeaway

HomeAway  raggruppa diversi portali che permettono di pubblicizzare case vacanze, tra i quali VRBO, VacationRentals.com. Sono in continua espansione, con oltre un milione di iscritti in più di 190 Paesi. Su HomeAway i proprietari e gli amministratori di case vacanza hanno visibilità da parte di più di 44 milioni di viaggiatori a mese!

Normativa case vacanze in Italia

La normativa case vacanze si distingue in Forma Imprenditoriale e Forma Non Imprenditoriale. Ecco le caratteristiche principali.

Casa vacanze in forma imprenditoriale

Secondo la legge quadro sul turismo sono Case e Appartamenti per Vacanze “gli immobili arredati gestiti in forma imprenditoriale per l’affitto ai turisti, senza offerta di servizi centralizzati, nel corso di una o più stagioni, con contratti aventi validità non superiore ai tre mesi consecutivi”.

Le “Case e Appartamenti per Vacanze” differiscono dagli affittacamere in quanto l’attività viene svolta unicamente a livello imprenditoriale e bisogna ottenere l’autorizzazione da parte del comune, nonché comunicare il listino prezzi alle autorità competenti e pubblicarlo nelle liste di riferimento come per gli alberghi. Inoltre è previsto un vincolo dell’affitto massimo di tre mesi e dell’assenza di servizi centralizzati.

Leggi anche:  Che cosa vedere a Milano zona Porta Ticinese?

Casa vacanze in forma non imprenditoriale

Oppure le Case Vacanza e gli appartamenti in Affitto Turistico possono essere gestiti in forma non imprenditoriale da privati (che hanno meno di tre unità nello stesso comune) con una modalità differente: ovvero con la formula degli affitti brevi. Questo business è cresciuto tantissimo, basti pensare alla diffusione delle seconde case nei luoghi di villeggiatura o agli appartamenti tenuti sfitti nelle grandi città.

Affida la gestione case vacanza a Guesthero

Come hai potuto notare, gestire Airbnb e i siti case vacanze non è semplice, soprattutto perché richiede molto e professionalità. Se hai deciso di intraprendere quest’attività, ma non riesci a gestire le prenotazioni puoi rivolgerti ad un’agenzia come Guesthero. Siamo specializzati nella gestione degli affitti brevi in Italia.

 

4 Comments

  1. ilaria-Reply
    26 giugno 2019 at 15:06

    bello airbnb, è un sito serio

    infatti ho sempre paura delle truffe, per fortuna c’è airbnb

    • Redazione Guesthero-Reply
      26 giugno 2019 at 15:09

      Vero Ilaria, con Airbnb puoi stare tranquilla!

  2. simona-Reply
    26 giugno 2019 at 15:08

    io ho usato booking, e mi sono anche affidata a guesthero perché non potevo stare ai checkin, lavoro sempre e non ho tempo

    lo consiglio!

    • Redazione Guesthero-Reply
      26 giugno 2019 at 15:11

      Siamo a tua disposizione Simona! Grazie per essereti affidata a noi!

Leave A Comment