Salone del Mobile 2020: rinvio a Giugno - Guesthero

Salone del Mobile 2020. Milano già da tempo si stava preparando a uno degli eventi più attesi dell’anno, fulcro dell’economia della città e, più in generale, dell’intero Paese. Purtroppo, però, la cronaca di questi giorni è completamente incentrata sull’epidemia del Coronavirus il quale ha sconvolto la vita dei Lombardi e più in grande del Nord Italia. A causa del virus l’economia italiana sta subendo dei duri contraccolpi con attività in seria difficoltà, in particolare nel settore turistico. L’epidemia ha costretto la riprogrammazione di numerosi eventi tra cui il Salone del Mobile.

Salone del Mobile 2020: nuove date

In data 25 Febbraio 2020 il Consiglio di Amministrazione di Federlegno Arredo Eventi ha deciso di posticipare l’evento del Salone del Mobile a giugno. La fiera si terrà, infatti, dal 16 al 21 di giugno p.v., scelta dettata dal persistere dell’emergenza del Coronavirus. Questa rappresenta una decisione responsabile che cerca di arginare i danni già causati all’economia italiana e per evitare ovviamente l’eventuale diffusione del virus. Queste misure sembrano essere necessarie per una tutela a 360 gradi: cittadini, turisti, imprenditori e in toto l’economia. Infatti mantenere le date precedenti non sarebbe stata una buona scelta in quanto molti avrebbero annullato le prenotazioni per prender parte agli eventi, mossi dalla paura di contrarre il virus. Pertanto un rinvio è stato necessario.

Salone del Mobile: Milano non si ferma

Come ha affermato il Sindaco di Milano Sala “Milano non si ferma” e ancora “non può diffondersi il virus della sfiducia”.  Sala, infatti, afferma di essere in linea con la scelta presa dal Consiglio di Federlegno Arredo Eventi. Proprio per scongiurare il rischio di un Salone del Mobile 2020 poco proficuo, questa decisione è stata vista come una precauzione e mossa inevitabile. La decisione di spostare l’evento a inizio estate permetterà, così, a Milano e in generale all’Italia di rialzarsi e riorganizzarsi nella giusta maniera. É fondamentale comunicare il messaggio che l’Italia non si ferma: una cancellazione dell’evento, rispetto a un rinvio, sarebbe stata infatti del tutto drastica e il messaggio trasmesso del tutto negativo. Lo slittamento del Salone comunica una volontà di ripresa e rinascita dalle difficoltà che il Coronavirus sta lasciando al suo seguito. É normale che questo rinvio sia una pillola amara da inghiottire, ma peggio sarebbe stato una completa cancellazione.

Leggi anche:  Contratto a Canone Concordato Milano: i vantaggi

Salone del Mobile: perché rinviarlo?

La domanda che sorge spontanea è perché rinviare l’evento del Salone del Mobile sebbene questo fosse pianificato per fine Aprile? Infatti tutti noi Italiani ci aspettiamo, nonché auguriamo, che per quel periodo l’emergenza Cornavirus sia rientrata. Tuttavia questo posticipo è stato pianificato in quanto il Salone del Mobile ha una portata economica troppo importante da esser messo a rischio. Insomma prevenire è meglio che curare, questa è stata la filosofia che ha dettato la scelta.  Il Salone infatti, per una buona riuscita, richiede investimenti ingenti da parte delle aziende partecipanti. Tali investimenti sono però sostenuti solo se un’ottima prospettiva di ritorni economici è prevista. Questi ultimi sarebbero, però, troppo aleatori a causa dell’epidemia e di come si evolveranno i fatti. Tale incertezza ha perciò portato alla finale decisione del rinvio. Anche la Triennale appoggerà il Salone del Mobile “di giugno” con tutta la programmazione prevista.

Affidati a GuestHero per il Salone del Mobile

Se hai un appartamento a Milano e vuoi entrare nel business degli affitti brevi, affidarsi a Guesthero può essere la scelta migliore. Preparati per il Salone del Mobile e affidaci la gestione completa della tua casa. Siamo esperti negli affitti brevi e ci occupiamo di tutto noi: a partire dalla selezione ospiti fino al check-in, check-out, servizio di pulizie, gestione fiscale, creazione annuncio e gestione dei prezzi. Contattaci per avere maggiori informazioni riguardo la gestione di affitti brevi.