Ristrutturare casa: bonus e agevolazioni fiscali nel Decreto Rilancio

Ristrutturare casa: bonus e agevolazioni fiscali nel Decreto Rilancio

Ristrutturare casa sfruttando le agevolazioni del “Decreto Rilancio” che fornisce nuove prospettive per il settore immobiliare, grazie alla detrazione fiscale fino al 110% per interventi di riqualificazione energetica, operazioni strutturali antisismiche e installazione di impianti fotovoltaici. Questo periodo storico potrebbe quindi rivelarsi paradossalmente ideale per ristrutturare casa, investimento e opportunità per molti proprietari che vogliono rimodernare il proprio immobile per desiderio di cambiamento/rinnovamento o per esigenza, migliorandone l’efficienza energetica e i servizi presenti. Scopri i dettagli in questo breve articolo a cura di Guesthero.

 

“Decreto Rilancio” per ristrutturare casa

La misura sarà in vigore dal 1° luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2021, con agevolazione fruibile come detrazione fiscale oppure come sconto in fattura con cessione del credito all’impresa edile che ha realizzato i lavori oppure alle banche o altri intermediari finanziari. Tale detrazione fiscale compete solo le persone fisiche e solo le abitazioni in condominio o indipendenti che siano adibite a prima casa.
Rientrano all’interno del “Decreto Rilancio” Superbonus al 110% applicabili per interventi:

  • di isolamento termico delle superfici opache verticali e orizzontali;
  • sulle parti comuni degli edifici per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti;
  • sugli edifici unifamiliari per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti;
  • di l’installazione di impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica su edifici;
  • specifici di natura antisismica su edifici presenti in zona sismica 1,2,3;
  • sulle infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici.

Per quanto riguarda l’installazione di impianti solari fotovoltaici il decreto prevede inoltre l’obbligo di cedere al GSE (Gestore dei servizi energetici) l’eventuale energia autoprodotta e non consumata.

Leggi anche:  Normativa case vacanze: Cav e Scia

Il Superbonus del 110% spetta inoltre agli altri interventi con finalità d’efficientamento energetico previsti all’articolo 14 D.L. 63/2013, restando all’interno dei limiti di spesa previsti dalla legislazione vigente e a condizione che siano eseguiti congiuntamente ad almeno uno degli interventi descritti nei punti precedenti.

 

Ristrutturare casa: condizioni d’accesso al Superbonus

Ristrutturare casaGli interventi descritti dovranno rispettare i requisiti minimi previsti dall’articolo 14 del D.L. n. 63/2013, che dovranno essere adottati entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto Rilancio. Gli interventi devono assicurare il conseguimento della classe energetica più alta, da dimostrare mediante l’attestato di prestazione energetica (APE), rilasciato da un tecnico abilitato nella forma della dichiarazione asseverata. Rispettando questa condizione, attraverso un maxi-intervento di ristrutturazione la detrazione fiscale del 110% sarebbe applicabile come da normativa. I bonus saranno concessi a condizione che la bontà degli interventi sia asseverata da professionisti abilitati, che dovranno anche attestare la congruità delle spese sostenute con gli interventi agevolati. Gli interventi Superbonus al 110% andranno comunicati all’ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), secondo le modalità del Ministero dello Sviluppo economico.

 

Sconti e agevolazioni già esistenti

I bonus per interventi e ristrutturazioni già in vigore ad oggi sono quelli qui riportati:

  • Ristrutturazione, bonus al 50% per recupero patrimonio edilizio;
  • Verde, bonus del 36% sulla realizzazione di aree verdi e giardini pensili;
  • Mobili, bonus al 50% per l’acquisto di elettrodomestici di classe A+;
  • Facciate, bonus del 90% per pulitura, tinteggiatura o rifacimento.

Grazie a queste agevolazioni appena descritte, previste da leggi e normative precedenti, è possibile concentrarsi su interventi di piccola o media entità che rientrano nei bonus già in vigore.

Leggi anche:  Airbnb Milano: tutte le informazioni utili

Guesthero

Guesthero è una compagnia di property management con sede a Milano e nelle principali città italiane: Roma, Firenze, Torino e Venezia. Siamo esperti di affitti a breve e medio termine, possiamo aiutarti nella gestione del tuo immobile. Se affittare casa non è la tua attività primaria, rivolgiti a noi! Non lasciare che il tuo immobile frutti meno di quanto dovrebbe. Ti basterà affidarlo a noi e ci occuperemo di tutto. Da una valutazione accurata e precisa, alla pubblicità sui principali portali online, fino alla gestione degli inquilini. Contattaci subito per una consulenza o per maggiori informazioni!