Reverse Charge: guida all'inversione contabile | Guesthero free web hit counter

Reverse Charge: guida all’inversione contabile

Reverse Charge: che cosa significa? Scoprilo insieme a Guesthero.

Reverse Charge: significato

Questo termine inglese viene letteralmente tradotto in italiano come “Inversione Contabile“, quindi si intende per reverse charge un inversione contabile che si concretizza in un meccanismo particolare per il quale il debitore dell’imposta è il cessionario (o committente) dell’operazione. Di conseguenza su quest’ultimo gravano gli obblighi di legge di versamento dell’imposta.
[n1related i=”0”]

Cos’è?

In altre parole, attraverso il reverse charge si ricorre ad una peculiare modalità di applicazione dell’IVA (imposta sul valore aggiunto), grazie al quale l’onere impositivo viene trasferito (caricato, charge), operando al contrario (e quindi all’inverso, reverse) rispetto alle normali applicazioni dell’imposta IVA.

Perché possa essere applicato, è necessario che entrambe le parti siano soggetti passivi Iva di imposta e che il destinatario del bene risieda nel territorio dello Stato.

Normativa

Il riferimento normativo in Italia è rappresentato dall’articolo 17, commi 5 e 6 del dpr 633/1972 (c.d. «decreto IVA»). Recentemente proprio il d.p.r. 633/1972 è stato oggetto di un’ampia riforma per effetto dell’introduzione dello spesometro trimestrale per mezzo del D.L. 193/2016. Tale novità, tuttavia, non ha inciso sulla parte della normativa IVA relativa al reverse charge.

Ecco qui sotto come funziona.

Reverse Charge: come funziona

reverse charge

Si applica ad alcune operazioni interne e con l’estero.  Per queste operazioni, applicando il regime dell’inversione contabile, non avviene alcun pagamento di IVA tra il prestatore ed il beneficiario di servizi. Quest’ultimo diventa debitore, per le operazioni effettuate, dell’IVA a monte, pur potendo in linea di principio detrarre questa stessa imposta in modo tale che all’amministrazione tributaria non sia dovuto alcun importo.

Leggi anche:  Procedure e documenti per aprire un Bed and Breakfast

In termini pratici il reverse charge IVA rappresenta quel meccanismo tecnico contabile per effetto del quale:

  • il venditore emette fattura senza addebitare l’imposta (come di norma dovrebbe fare);
  • l’acquirente integra la fattura ricevuta con l’aliquota di riferimento per il tipo di operazione fatturata e, allo stesso tempo, procede con la duplice annotazione nel registro acquisti (fatture di acquisto) e nel registro vendite (fatture emesse).

Fatturazione

In pratica, il meccanismo del reverse charge funziona grazie ad una particolare fatturazione, in quanto l’obbligo di fatturazione viene assolto mediante una prima integrazione della fattura ricevuta dal cedente (che non reca l’esposizione della percentuale IVA, e va quindi integrata del relativo importo) e la successiva emissione di autofattura da parte del cessionario, che è il soggetto gravato dell’obbligo sorto a fini impositivi, realizzando quindi così l’inversione contabile come l’abbiamo finora descritta.

Quando si applica?

Il reverse charge IVA o inversione contabile ha trovato la sua applicazione originaria e naturale negli scambi comunitari, anche al fine di evitare le cosiddette frodi carosello.

Tuttavia, in Italia come in altri paesi membri dell’Unione Europea, il reverse charge IVA o inversione contabile ha avuto larga applicazione soprattutto in materia di edilizia.

A cosa serve?

La funzione primaria che ne ha giustificato l’esistenza e l’introduzione da parte del legislatore è stata quella di evitare l’evasione dell’imposta sul valore aggiunto, che nell’ordinamento comunitario e nazionale si presta ad essere particolarmente e spesso anche facilmente evasa.

Rivolgiti a Guesthero

Per avere maggiori informazioni e dettagli sull’inversione contabile, non esitare a contattare Guesthero. Siamo specializzati nella gestione di affitti brevi su piattaforme online come Airbnb, Booking, Expedia, …

Leggi anche:  Software gestione affitti: come funzionano

Gestiamo tutto quello che riguarda l’affitto temporaneo della tua casa. Contattaci e scopri come guadagnare con gli affitti brevi.

Comments are closed.