Regole per affittare casa con Airbnb: quali sono? free web hit counter

Regole per affittare casa con Airbnb: quali sono?

Regole per affittare casa con Airbnb: prima di decidere di affittare a breve termine il proprio appartamento e diventare un host Airbnb è importante conoscere le regole relative a questa tipologia di locazione. Scopri con Guesthero i passi da seguire per esercitare l’attività di affitto a breve.

Affittare a breve termine

Si parla di affitto breve quando il contratto di locazione tra proprietario e ospite non supera la durata di 18 mesi. Questa formula di affitto risulta ideale per chi ha necessità di una soluzione abitativa per un breve periodo; ad esempio per chi si trasferisce in un’altra città per motivi di lavoro o di studio e sa che rimarrà in un luogo per un breve periodo di tempo.

Affitto breve turistico e affitto transitorio

Si parla di affitto breve turistico quando la locazione ha una durata inferiore ai 30 giorni. Quando la durata dell’affitto va da 1 a 18 mesi si tratta invece di affitto transitorio. Vediamo di seguito le specifiche dei due contratti di locazione.

  • L’affitto turistico: si parla di affitto breve di natura turistica quando si tratta di una locazione per un massimo di 30 giorni. Questa formula di affitto breve non prevede la registrazione presso l’Agenzia delle Entrate e il contratto è stipulabile tramite scrittura privata.
  • L’affitto transitorio: si parla di affitto transitorio quando la locazione va dai 30 giorni ai 18 mesi, ed è questa la differenza sostanziale con le altre tipologie di affitto caratterizzate da un periodo più ampio. Il contratto va registrato e certificato con marca da bollo.
Leggi anche:  Affitti brevi monolocali vicino Venezia

Affittare con Airbnb

Per quanto concerne l’affitto turistico, molti proprietari si rivolgono all’intermediazione del portale Airbnb per ottenere visibilità presso i potenziali ospiti. La piattaforma online permette di raggiungere una clientela internazionale e di ampliare la potenziale utenza.

Per quanto concerne i costi, per l’utilizzo di Airbnb è in genere applicata una provvigione del 3% al proprietario e un ricarico tra il 5 e il 15% a seconda della durata del soggiorno e dell’importo all’ospite.

E’ importante sapere che i  portali di intermediazione si trasformano in sostituti di imposta, trattenendo il 21% del canone come acconto, si parla in questo caso del regime fiscale sostitutivo della cedolare secca.

Oltre al pagamento della cedolare secca sono previsti ulteriori adempimenti che è importante conoscere se si vuole affittare la propria casa con Airbnb.

Regole per affittare casa con Airbnb

Per iniziare ad affittare è necessario informarsi  sulle leggi e regole da rispettare nel paese o città in cui l’appartamento viene locato.

Tassazione affitti brevi

Per la gestione un Bed and Breakfast a breve termine è previsto il regime fiscale sostitutivo della cedolare secca. Si tratta di un regime sostitutivo perché , se applicata sul canone di locazione breve (aliquota 21%), sostituisce il pagamento dell’addizionale Irpef, dell’imposta di registro e di bollo.

la normativa prevede che quando la stipula del contratto di locazione avviene mediante soggetti che hanno il ruolo di intermediari immobiliari, è prevista una ritenuta del 21% sul canone di locazione.

Questura alloggiati

Il proprietario dell’appartamento deve ricordarsi di comunicare gli estremi delle persone alloggiate.  Da qualche anno è stata attivata una procedura digitalizzata disponibile su un portale che viene gestito dalla polizia di stato e che ha sostituito quelle che in passato erano le cosiddette “schedine alloggiati”.

Per poter accedere al servizio bisogna richiedere le credenziali di accesso (utente e password) alla questura territoriale di competenza. La richiesta può generalmente essere fatta anche da remoto via PEC, mentre il ritiro deve essere effettuato di persona.

Leggi anche:  Siti simili a Airbnb: servizi offerti

Tassa di soggiorno

Il D.L. 50/2017 ha previsto l’obbligo di applicare la tassa di soggiorno sui contratti di affitto breve, sia nel caso in cui si tratti di contratto con incasso diretto delle somme da parte del proprietario sia in caso di passaggio tramite intermediari. Il soggetto che incassa il canone ovvero che interviene nel pagamento in questione è responsabile anche del versamento dell’imposta di soggiorno nonché degli ulteriori adempimenti previsti dalla legge e dal regolamento comunale.

Se vuoi affittare la tua casa con Airbnb ma non sai come gestire gli adempimenti richiesti affidati alla consulenza degli esperti di Guesthero.

Affida il tuo appartamento a Guesthero

Siamo una società specializzata nella gestione di affitti a breve termine e, con il nostro expertise nel settore, siamo riusciti a garantire ai nostri clienti un rendimento mediamente maggiore del 50% rispetto agli affitti classici.

Tra i nostri servizi un pacchetto di gestione standard e un pacchetto di gestione all inclusive;

Pacchetto standard

Il pacchetto di gestione standard si riferisce alla gestione online dell’appartamento in affitto breve e comprende i seguenti servizi:

  • Creazione annunci su Airbnb e Booking
  • Gestione prenotazioni e pagamenti
  • Messaggistica con l’ospite
  • Gestione recensioni

Pacchetto all-inclusive

Oltre ai servizi del pacchetto standard, nel pacchetto all-inclusive sono compresi:

Valutazione dell’immobile

Per cominciare ad affittare casa con la formula degli affitti brevi è opportuno fare una valutazione dell’immobile da un esperto, il quale verificherà la funzionalità della casa e fornirà una consulenza. Contattaci per una valutazione del tuo immobile.

Comments are closed.