Quanto si guadagna con gli affitti brevi - Guesthero free web hit counter

Quanto si guadagna con gli affitti brevi

Quanto si guadagna con gli affitti brevi?? Scopriamolo insieme.

L’affitto breve conviene?

Vi siete mai chiesti perché il proprietario di un immobile dovrebbe scegliere di affittarlo a breve termine e non con un contratto tradizionale?  Di seguito un elenco dei motivi che fanno di questo settore uno dei più redditizi nel mercato italiano.
[n1related i=”0″] Si è ormai consolidata nel panorama mondiale la formula dell’affitto a breve termine non solo per chi vuole trovare un’alternativa ai lunghi periodi ormai fisiologici da mettere in conto per la vendita, in media 6 mesi, ma anche per chi desidera guadagnare di più stando dietro a meno vincoli in ambito burocratico.

Le ricerche parlano di un mercato in crescita, se si considera il dato mondiale che registra un +11%, statistica in cui il Bel Paese conquista uno dei primi posti.

Vantaggi economici

Molti i vantaggi di questa formula, non senza però qualche inevitabile rischio. Partiamo dal primo, di natura economica:

È stato recentemente stimato che su un appartamento in affitto breve è potenzialmente possibile guadagnare fino al 50% in più rispetto ad un affitto tradizionale.

La stima è stata valutata sull’esempio di:

  • un bilocale
  • in zona semicentrale in città
  • con un canone mensile di 1000 euro di affitto
  • vincolato ad una durata di affitto di 4 + 4 anni

È stato inoltre calcolato che per affittarlo in maniera tradizionale, il proprietario si rivolge a un mediatore spendendo circa 1.500 euro; di conseguenza, a fine anno avrà un incasso di circa 10.000 euro.

Leggi anche:  Air b&b: tutte le informazioni che devi sapere

Lo stesso appartamento, sul mercato degli affitti brevi può arrivare a un incasso mensile di circa 2.000 euro. Com’ è possibile?

Considerando circa 200 euro al mese di costi per utenze e spese di condominio, e altri 500 euro mensili per i costi di gestione, a fine anno lo stesso appartamento avrà generato per il proprietario oltre 15.000 euro.

La cedolare secca

Inoltre, grazie all’entrata in vigore della normativa sull’ applicazione della cedolare secca a partire dal 12 Ottobre 2017, il trattamento fiscale per quanto riguarda la tassazione degli immobili affittati a breve termine diventa analogo a quelli affittati con contratti validi per più di un anno, andando ad annullare ogni tipo di svantaggio nei confronti di questa nuova soluzione.

Se vuoi sapere di più riguardo alla normativa sulla cedolare secca clicca qui:

https://www.guidafisco.it/cedolare-secca-affitti-brevi-come-funziona-scadenza-f24-1979

Altri vantaggi degli affitti brevi:

Al vantaggio puramente economico dell’affitto breve ce ne sono però di altri, non strettamente economici, ma altrettanto importanti per la tranquillità dell’affittante:

DURATA CONTRATTUALE

  • Affittare per brevi periodi, in genere dai tre giorni a un massimo di un anno (rinnovabile), vuol dire sollevarsi dal rischio di un affitto tradizionale (4+4 o 6+6 anni), ma anche da tutti gli impegni burocratici e i vincoli che questo comporta. Con gli affitti brevisi può ottenere una rendita che supera in media di 10/15% i canoni di affitto del mercato, con la possibilità di disporre del proprio appartamento quando lo si desidera.

NESSUN RISCHIO DI MOROSITÀ

  • Gli affitti transitori consentono inoltre maggiore sicurezza nella riscossione del canone, con l’abbattimento dei rischi normalmente legati ai tradizionali contratti di locazione: il pagamento è di solito anticipato e il contratto non prevede i classici vincoli previsti da un contratto a lungo termine.
Leggi anche:  Dove trovare annunci seri appartamento in affitto

PROFILAZIONE DEGLI INQUILINI

  • affidandosi ad un servizio innovativo online come Guesthero, dove la storia e le esperienze pregresse di ogni inquilino è tracciata, ogni affittante ha la possibilità di sapere a chi sta affittando il suo immobile, evitando così di imbattersi in sorprese spiacevoli.

DISPONIBILITÀ DELL’IMMOBILE e NESSUN COSTO FISSO DI INTERMEDIAZIONE:

  • Guesthero non è un’agenzia e non ha un costo fisso. Garantisce quindi la massima flessibilità per l’host nella gestione del suo immobile, consentendogli dunque di poter tornare in possesso i questo su richiesta e in brevissimo tempo, cosa che ovviamente non è possibile quando si tratta di affitti a lungo periodo.

Questa la promessa di Guesthero: affidare la gestione dei vostri immobili a dei professionisti specializzati che non solo hanno la missione di assicurare all’host il massimo beneficio economico, ma il dovere di sgravarlo da ogni incombenza e preoccupazione.

E molte volte, questo, non ha prezzo.

Per maggiori informazioni Contatta Guesthero e richiedi una consulenza professionale.

Comments are closed.