Overturism Venezia: in discussione anche gli affitti brevi - Guesthero

Overturism Venezia: in discussione anche gli affitti brevi

affitti brevi veneziaOverturism Venezia, un problema ancora esistente. Nonostante la pandemia abbia indubbiamente ridimensionato i flussi turistici, nelle ultime settimane a Venezia si sta ricominciando a parlarne. In base a quanto riportato da giornali locali, sembra infatti che Venezia non abbia particolarmente sofferto il calo di presenze durante i mesi estivi. Di conseguenza, il tema continua a essere caldo.

Overturism Venezia soluzioni: appello al governo sulle locazioni turistiche

Sono anni che si continua a parlare di ridurre i flussi turistici. Infatti al momento le case sono un terzo degli alberghi: Venezia si sta spopolando e la giunta comunale vuole correre ai ripari.
Nel mese di agosto era stato lanciato un appello al governo con lo scopo di disincentivare gli affitti turistici a favore dei residenti. All’epoca era stato richiesto di intervenire tramite una legge nazionale, così come già altri paesi avevano fatto. Si chiedeva un approccio olistico che potesse riguardare l’intera penisola.

Nonostante il Governo non si sia pronunciato in materia, numerose continuano ad essere le proposte da parte della giunta Brugnaro bis.

Overturism Venezia soluzioni: tassa d’accesso

Per il momento l’unico cambiamento già in programma sembrerebbe la tassa d’accesso, prevista a partire dal prossimo primo aprile. Tuttavia sono in molti a credere che l’inizio di questa misura restrittiva verrà rinviata, come già accaduto in passato. Sembra infatti che il turismo di questi mesi, principalmente italiano ma anche austriaco e svizzero, non possa essere paragonato agli eccessivi flussi turistici pre-quarantena.
Si tratterebbe di turismo di qualità che non arreca danni alla città.

L’amministrazione comunale ci tiene a sottolineare che è importante puntare su un turismo qualificato, evitando i flussi incontrollati. E le misure restrittive permetterebbero appunto di raggiungere questo risultato.
Ciò che si vuole contrastare sono gli arrivi indiscriminati e/o dell’ultimo momento, come ad esempio i bagnanti che si riversano in città in caso di maltempo. O semplicemente tutti coloro che, decisisi all’ultimo, optano per una passeggiata fra ponti e calli per trascorrere la giornata. Il Comune ritiene infatti che una Venezia sovraffollata peggiori impedisca di godere a pieno delle bellezza cittadine. Ma ovviamente le polemiche non mancano.

Overturism Venezia soluzioni: novità sugli affitti brevi

Oltre alla tassa d’accesso, al centro del dibattito, come già sopra evidenziato, ci sono gli affitti. Il mercato degli affitti brevi è da sempre stato molto redditizio ed è sempre stato fra le opzioni preferite da i proprietari di immobili. Tuttavia al momento si parla di agevolazioni fiscali che privilegino studenti e residenti, in modo da controbilanciare i vantaggi degli affitti turistici. L’assessore uscente Zuin ha inoltre parlato di limitazioni relativamente alla durata dei giorni di soggiorno, in modo da rendere ancora meno preferibile questa possibilità.

Il Comune ha dichiarato che si impegnerà in questa direzione, compatibilmente con le possibilità di bilancio di questo fine 2020 e inizio 2021.

Guesthero

E’ evidente che, nel caso queste misure dovessero essere messe in atto, affittare casa a Venezia diventerebbe certamente piu’ difficile. Nel caso quindi tu possieda un immobile in città, ti consigliamo di affidarti a professionisti del settore che sapranno consigliarti al meglio.

Contatta Guesthero, leader in Italia nel Property management. Ti aiuteremo a individuare la soluzione piu’ adatta alle tue esigenze.