Monolocali Milano affitto: dove affittare casa free web hit counter

Monolocali Milano affitto: dove affittare casa

Milano è stata soprannominata la regina degli affitti brevi: questo perché il numero di proprietari immobiliari o investitori che decidono di mettere in affitto breve casa è in forte crescita. Ma come fare per guadagnare soldi extra con monolocali milano affitto a breve termine? Semplice! Affida totalmente la gestione dei portali airbnb o booking a Guesthero: pensiamo a tutto noi, lasciando i proprietari tranquilli senza impegni.

Monolocali Milano affitto

Le zone di Milano sono molteplici e tutte diversissime tra di loro. Proprio per questo, Milano è  una città che può soddisfare ogni esigenza grazie a tutte le sue sfaccettature.

Qualche esempio di zona dove proporre in affitto monolocali? Sicuramente in zona Bocconi, Città Studi e Bicocca sono presenti innumerevoli opportunità per l’affitto di monolocali a studenti. Inoltre Porta Romana, Porta Volta, Brera, City Life, Navigli sono alcune tra le location più belle per proporre un monolocale in affitto a Milano.

monolocali milano affitto

Sono presenti molti vantaggi sull’affitto dei monolocali a Milano. Vediamoli tutti.

Alta redditività

Secondo una ricerca eseguita dell’Osservatorio Halldis, Milano ha raggiunto un picco altissimo sia per l’occupazione che per la redditività: questo risultato è stato conquistato grazie ai numerosi eventi, fiere di settore e al business travel che hanno portato il capoluogo lombardo ad un successo nettamente superiore rispetto a quello delle altre città prese in esame.

Nel primo semestre dell’anno 2018 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, nel settore degli Affitti temporanei la redditività degli appartamenti è in aumento fino al 20% a Milano e fino al 12% a Roma, grazie all’incremento sia dei prezzi, sia del tasso di occupazione. Bologna registra, invece, un calo dell’occupazione del 3% con un incremento dei prezzi pari al 4%. Firenze chiude la classifica dei rendimenti con un decremento del 2,97% come conseguenza del calo dei prezzi dovuto all’elevata competizione nel capoluogo toscano.

Leggi anche:  Affitto a riscatto e rent to buy: come funziona

monolocali milano affitto

Variabili che spingono la redditività

Analizzando i dati ricavati, le variabili da tenere in considerazione per la spinta della redditività sono le seguenti:

  • dimensione immobile
  • ubicazione (zona centrale, periferia, collegamento con mezzi pubblici, …)
  • arredamento ricercato e servizi adeguati

Ai turisti viene proposto l’alloggio sui portali affitti brevi e quindi come prima metrica nella scelta risulta l’arredamento e lo stile dell’appartamento, quanto più nuovo e rinnovato tanto più grande sarà il numero delle richieste di prenotazione. Di seguito, una volta guardate le fotografie presenti nell’annuncio, i potenziali ospiti leggeranno tutti i dettagli e informazioni legate all’appartamento.

Per chi sta valutando un investimento immobiliare con lo scopo di mettere a reddito appartamento, sicuramente optare per un immobile in una zona centrale e buon collegata con la metropolitana, tram o bus è un’ottima scelta. Soprattutto perché i turisti si muoveranno con i mezzi pubblici.

La tassa Airbnb

La Tassa Airbnb è la tassa che viene applicata sugli affitti brevi, introdotta dal Governo Gentiloni per controllare l’evasione fiscale. Essa ha messo letteralmente sul “piede di guerra” i proprietari di immobili finalizzati a case vacanza in affitto breve.

Infatti, con l’introduzione della Tassa Airbnb  i proprietari delle case vacanze e appartamenti in affitto breve sono da ora soggetti a dei rigidi controlli da parte del Fisco italiano. Ma non solo, da ora anche i portali online di intermediazione immobiliare come Airbnb e Booking e gli stessi Agenti immobiliari avranno l’obbligo di fare versare le tasse alle casse dell’Erario italiano dato che fungeranno da sostituti di imposta.

La cedolare secca affitti brevi

La cedolare secca sui canoni di locazione breve è un’imposta che sostituisce sotto l’applicazione di un’unica aliquota l’imposta di bollo, l’Irpef sull’immobile, l’imposta di registro e le addizionali comunali e regionali Irpef.

Leggi anche:  Recensioni positive Airbnb: come funzionano?

Sono due le aliquote cedolare secca, esse sono pari al:

  • 10% per il canone concordato
  • 21% per le locazioni in regime di libero mercato e gli affitti brevi di case vacanze e appartamenti

Gestione affitti temporanei

Hai ereditato un appartamento a Milano? Possiedi una seconda casa oppure hai fatto recentemente un investimento immobiliare in città? Per cominciare a guadagnare con l’affitto breve e trovare potenziali ospiti bisogna aprire degli account sui vari siti affitti brevi presenti in rete.

L’espansione della sharing economy ha, infatti, aumentato i portali per mettere casa in affitto: il più conosciuto è senz’altro Airbnb. Creare annunci efficaci airbnb può sembrare un processo semplice, ma in realtà è più complicato di quello che si può immaginare. Oltre a delle buone fotografie dell’immobile, c’è da inserire una descrizione dettagliata nell’annuncio, che dovrà contenere tutti i dettagli relativi ai servizi offerti dal proprietario di casa, l’ubicazione, il collegamento con i mezzi, le modalità di ricezione delle chiavi, ecc..

Tutto quello che viene inserito negli annunci dovrà poi essere servito, per non incorrere in recensioni negative.

Ma non solo gestione online affitti brevi occuperà il tuo tempo. Affidarsi ad una società che si occupa della gestione affitti conto terzi è l’unica soluzione per poter guadagnare comodamente.

 

Guesthero: società gestione affitti brevi

Per la gestione monolocali Milano affitto breve puoi rivolgerti a Guesthero: specializzata nella gestione affitti brevi su piattaforme OTA come Airbnb, Booking, Windu, Homeaway. Contattaci per una valutazione del tuo immobile e inizia a guadagnare!

Comments are closed.