Monolocali in affitto breve a Milano | Guesthero free web hit counter

Monolocali in affitto breve a Milano

Nella grande metropoli lombarda giungono ogni giorno migliaia di persone da tutti gli angoli del mondo. Che siano turisti, studenti, lavoratori, famiglie oppure adventure seekers, sono tutti accomunati dallo stesso obiettivo: trovare la soluzione ottimale per soggiornare in questa città. Nella città meneghina si possono trovare numerosissimi monolocali con affitto breve di tutti i prezzi e per tutti i gusti.
[n1related i=”0″]

Una valida alternativa

Viaggi di lavoro o piacere vi portano a Milano. Pernottare una o più notti soprattutto nei periodi più “caldi” dell’anno, a volte risulta spesso impossibile. Gli hotel più convenienti sono tutti al completo e quelli rimasti, hanno prezzi davvero esagerati. La sistemazione in hotel, inoltre, ultimamente è come se stesse “passando di monda”. Il boom degli affitti brevi e la diffusione della piattaforma Airbnb stanno rimescolando le carte in tavola divenendo validi rivali delle “classiche” prenotazioni in albergo.

milano

Come fare per prenotare

Se non volete perdere tempo con telefonare inutili, scegliete un monolocale con affitto breve. Una formula quella dell’affitto breve che si sta rivelando assolutamente vincente. Se avete già un’idea della zona di Milano dove soggiornare è necessario solo cliccare il nome della città, la zona e le date di permanenza. A questo punto vi compariranno tutte le proposte di monolocali e qui non avrete che l’imbarazzo della scelta. Sfogliando le pagine potrete notare monolocali di vari tipi (ultramoderno, classico, stile shabby chic) e prezzi alla portata di tutti.

Dove prenotare

Prenotare un monolocale a Milano è davvero semplice. Ormai, internet è uno strumento che provvede a tutto quanto, ciò vale anche per la questione affitti brevi. Le piattaforme maggiormente utilizzati, quelle maggiormente diffuse, si conoscono e stiamo parlando proprio dello storico booking.com a cui negli ultimi anni si è aggiunto un portale che sta soddisfando sempre di più il mercato degli affitti brevi, stiamo parlando di Airbnb. Si possono annoverare, inoltre, altri portali, magari di rilevo minore ma pur sempre validi e di semplice utilizzo: TripAdvisor, Trivago, Expedia, Homeaway e Kayak. Ma se ne potrebbero elencare molti altri ancora.

Leggi anche:  Festa di San Marco 2019: come trovare appartamento a Venezia

Come pagare

Per effettuare una prenotazione, il guest dovrà effettuare solo ed esclusivamente uno dei metodi di pagamento della piattaforma in questione. In questo modo entrambe le parti sono assicurate riguardo i termini del servizio, di cancellazione, le misure di sicurezza in toto ed alle condizioni di rimborso ospiti. Al prezzo del soggiorno, vanno aggiunti i costi delle pulizie che saranno sempre a carico dell’ospite. Tendenzialmente, vengono accettate per i pagamenti le principali carte di credito o carte di credito prepagate, carte di debito usate come carte di credito, PayPal, Postepay oppure le nuove novità introdotte dai sistemi operativi di Apple ed Android, quali Google Wallet ed Apple Pay.

Prenotare l’alloggio desiderato è davvero molto semplice. Basta entrare in uno dei portali specializzati in case vacanza e affitti brevi, dove a gestire i profili degli host è Guesthero.

 

 

One Comment

  1. luciano-Reply
    20 febbraio 2019 at 10:33

    Vengo a Milano per lavoro una volta al mese per due notti ma sono sempre andato in hotel. Voglio provare ad andare in casa con questo tipo di affitto. Vi farò sapere come mi trovo! Grazie per gli ottimi consigli.
    Luciano da Genova

Leave A Comment