Modello RLI 2020: cos'è e come compilarlo - Guesthero

Modello RLI 2020: cos’è e come compilarlo

Modello RLI 2020: cos’è e come compilarlo

Il modello RLI è un modulo previsto dall’Agenzia delle Entrate che è necessario adottare ogni volta che c’è bisogno di registrare un contratto d’affitto, prolungarlo o interromperlo. La nuova versione, rilasciata nel maggio 2019, è al momento disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate: è possibile compilarla online oppure stamparla e inviarla per posta.

Differenze rispetto alla versione precedente del modello RLI

È importante ricordare che tutti i modelli RLI nelle versioni passate non sono più validi: sono infatti state inserite diverse modifiche, in particolare per quanto riguarda la cedolare secca (che nel 2019 era stata estesa anche alle locazioni commerciali). La cedolare secca è un’imposta che bisogna pagare come sostituta dell’Irpef e delle addizionali. Ci sono poi molte altre novità, come il fatto che non è più sempre obbligatorio allegare il contratto (tranne che in certi casi) e l’inserimento di nuovi quadri e sezioni.

 

A cosa serve il modello RLI

Come già detto in precedenza, il modello RLI ha diverse funzioni nell’ambito degli affitti: viene infatti richiesto ogni volta che si deve comunicare la proroga di un contratto d’affitto, se ci sono dei subentri o delle cessioni, e per la risoluzione di un contratto d’affitto. In pratica si usa per richiedere un qualsiasi adempimento che riguarda affitti e locazione, e se non viene presentato si può incorrere in sanzioni pecuniarie molto severe. L’Agenzia delle Entrate chiarisce inoltre che i contribuenti possono usare il modello RLI per l’esercizio dell’opzione o della revoca della cedolare secca.

Leggi anche:  Reggia di Venaria Reale: un capolavoro a pochi km da Torino

 

Come è strutturato il modello RLI?

Il modello RLI oggi in vigore è formato da cinque pagine che comprendono cinque quadri:

  • Nel quadro A si trovano i dati generali di entrambe le parti
  • Il quadro B invece contiene i soggetti del contratto
  • Nel quadro C si possono trovare tutti i dati degli immobili
  • Il quadro D poi tratta della locazione ad uso abitativo, oltre che di quanto riguarda la cedolare secca (opzione e revoca)
  • Nel quadro E ci sono tutte le informazioni legate alla Locazione con canone differente per più di una annualità. In questo quadro dovrete quindi inserire i canoni dal secondo anno in poi.

Il modello si può trovare online insieme a diverse guide molto dettagliate che spiegano come affrontare ogni parte: infatti tutti i quadri vanno compilati completamente.

 

Affitti brevi

Mettere la propria casa in affitto per brevi periodi è una delle decisioni più vantaggiose che si possano prendere quando si è proprietari di un immobile. Ci sono infatti innegabili vantaggi economici, c’è la possibilità di tenere per sé alcune date e si elimina il rischio di morosità. Tuttavia è innegabile che affitti di questo genere siano molto dispendiosi in termini di tempo e di energie spese: per questo è utile affidarsi a un property manager (gestione di appartamento da parte di terzi) che si occupi di tutta la parte contrattuale e del contatto coi clienti.

 

Guesthero

Guesthero è proprio uno di questi property manager. Ci occupiamo di gestire i vostri appartamenti su tutte le maggiori piattaforme di affitti brevi, in particolare Booking e Airbnb. Dopo un sopralluogo gratuito saremo in grado di occuparci di tutto il necessario, dalle questioni più burocratiche (modulo RLI compreso) al rapporto con i clienti. Offriamo un doppio servizio: gestione online e gestione completa.

Leggi anche:  Truffe Airbnb Milano

La prima offerta prevede la creazione degli annunci ottimizzati il più possibile sulle diverse piattaforme e il contatto diretto con i clienti. Invece la seconda (disponibile in tutte le grandi città italiane) in più comprende anche servizi di check-in, check-out, pulizie, cambio biancheria… è previsto anche uno shooting fotografico per poter presentare al meglio la vostra casa.

Non esitate, contattateci al più presto!