Modello 69: cos'è, come funziona e come si compila - Blog Guesthero

Nell’ambito degli affitti brevi il contratto da compilare secondo il Modello 69 rientra nelle pratiche burocratiche principali. Scopri con Guesthero quali sono i procedimenti da seguire.

Affitti brevi

Cosa si intende per affitti brevi? Gli affitti brevi sono una nuova formula di business che negli ultimi anni sta diventando sempre più influente. Per breve si intende il periodo di soggiorno consentito all’ospite che si trova tra un range di un minimo di 2 notti ad un massimo di 30 notti consecutive nello stesso appartamento.

I vantaggi della formula sono sia economici che pratici: economici nel senso che ti permette di guadagnare di più in proporzione agli affitti tradizionali grazie alla possibilità di alzare i prezzi in prossimità di eventi speciali nella città; pratici nel senso che si garantisce una totale libertà anche per gli host che bloccando delle date sul calendario possono ritornare autonomamente nelle proprie case.

Modello 69: di cosa si tratta?

Il modello 69 è fondamentale nel momento in cui si decide di stipulare un contratto di locazione. Il documento è necessario per chiedere la registrazione di questi tipi di contratti e fornire in seguito i pagamenti.

Il modello può essere considerato perciò un modello di accompagnamento al contratto stesso e al modello F23 liquidato.

Questo modello ricopre un ruolo decisivo nella disciplina della cedolare secca. Sono diverse le casistiche in cui si rende necessaria la sua compilazione. Scopriamo le principali.

Leggi anche:  Affitti brevi in Riviera Romagnola: da Riccione a Cesenatico

Nell’ambito degli affitti brevi il contratto da compilare secondo il Modello 69 rientra nelle pratiche burocratiche principali. Scopri con Guesthero quali sono i procedimenti da seguire.

Quando si compila?

Il primo caso in cui bisognerà compilare il modello, è la registrazione del contratto di locazione. Optando per l’uso della cedolare secca, il locatore dovrà presentare all’Agenzia delle Entrate il documento, in modalità cartacea quindi se hai una casa a Milano contattaci per una valutazione per sapere quanto puoi guadagnare affittandola a breve. Chiamaci 02 40741148 o compila il form di richiesta.

Questo modello permette di avere all’interno del contratto più di tre locatori e più di tre pertinenze.

revocare l’opzione

Il secondo caso in cui agisce, è il momento in cui il locatore decide di revocare l’opzione. Il locatore dovrà recarsi all’ufficio dell’Agenzia delle Entrate munito di modello 69, presentandolo come schema di richiesta della revoca. Oltre al locatore, dovrà essere consapevole di questa revoca anche il conduttore, in quanto attore all’interno del contratto.

trasferimento dell’immobile locato

Il modello 69 viene presentato anche in caso di trasferimento di immobile locato. Significa che, quando la proprietà di un immobile già locato viene trasferita, i titolari posso optare per la cedolare secca, munendosi di modello 69. Questo dovrà avvenire entro 30 giorni, senza obblighi di stipulare nuovi contratti di locazione.

Quando un locatore non è indicato all’interno del contratto di locazione, può ricorrere all’utilizzo del modello 69. Come? Presentando all’Agenzia delle Entrate il modello e l’intera documentazione in cui si attesta la sua posizione di comproprietario.

modello 69

Modello 69 nella proroga e nella risoluzione anticipata

Nella proroga di un contratto di locazione è inclusa la presentazione del modello 69. In caso di proroga del contratto di locazione, è necessaria la cedolare secca che deve essere esercitata non oltre 30 giorni dalla proroga stessa, tramite il documento compilato dal locatore. La proroga può essere adottata in ogni tipo di contratto di locazione abitativa, tranne nel contratto di abitazione transitoria.

Leggi anche:  Affitti cedolare secca: come funziona?

Di fronte ad una risoluzione anticipata del contratto di locazione, si può ricorrere alla cedolare secca, quini il locatore dovrà esercitare la sua scelta mediante la presentazione del modello 69.

Come si compila?

Questo documento è costituito da un quadro A e un quadro B. Nel primo andranno inseriti i dati generali: l’ufficio dell’Agenzia delle Entrate presso il quale si registrerà l’atto, il codice fiscale di chi richiede la registrazione, la data della stipula dell’adempimento e la tipologia di atto. Nel secondo quadro invece sono richiesti il codice fiscale dell’Associazione, nome/denominazione o ragione sociale dell’associazione, il domicilio, provincia e numero civico di quest’ultima.

Guesthero

Guesthero, società esperta di affitti brevi si offre di gestire la tua casa come se fossi tu! Scopri molto altro ancora, tante utilissime informazioni sul mondo degli affitti, locazioni brevi e gestione della tua casa, su Guesthero.