Modello 69: come regolare il comodato d'uso - Guesthero

In passato, il modello 69 era necessario per la registrazione di contratti di affitti o di locazione. Tuttavia, a partire da aprile 2014, per la registrazione di questi atti viene effettuata tramite modello RLI. Il modello 69 però rimane lo strumento necessario per la regolamentazione del comodato d’uso di un immobile. Prima però è importante definire cos’è il comodato d’uso e gli altri contratti più frequenti che si perfezionano quando si parla di immobili.

Modello 69 e Comodato d’uso: di che si tratta?

Il comodato d’uso è un contratto con il quale un comodante consegna ad un comodatario un bene mobile o immobile per una specifica durata o uso. Al termine del comodato, il comodatario ha l’obbligo di restituire quanto consegnatogli in precedenza. Generalmente, il comodato d’uso è gratuito, e quindi basato su un rapporto di fiducia delle parti.

Il comodato d’uso si perfeziona con la consegna della cosa che, nel caso di un bene immobile (es. un appartamento), può verificarsi anche con la semplice consegna di un mazzo di chiavi.

 

Comodato d’uso: quali obblighi?

Il comodatario (colui a cui viene consegnato l’immobile) ha l’obbligo di custodire e conservare quanto consegnatogli, rispettando l’uso specifico è stato destinato. Se il comodatario trasgredisce, il comodante può richiedere l’immediata restituzione della cosa. Il comodatario poi si preoccupa di sostenere tutte le spese ordinarie di manutenzione e non può esigere il rimborso; al comodante spettano però le spese straordinarie.

Leggi anche:  Affitto transitorio: vantaggi per proprietari e inquilini

 

Differenza tra comodato d’uso, locazione e sublocazione

Spesso ci si chiede come distinguere la sublocazione dal comodato d’uso. La principale differenza tra comodato d’uso e locazione è che, nel caso di comodato d’uso il bene viene concesso in forma gratuita. La locazione invece, generalmente prevede la concessione del bene in cambio di un corrispettivo in denaro. Un’ulteriore particolarità si ha nel caso della sublocazione. La sublocazione si configura quando, ad esempio, una persona cede ad un’altra l’uso di un appartamento che ha già in locazione. Può essere totale (quindi l’intero appartamento) o solo parziale (una parte dell’immobile). La sublocazione parziale è molto diffusa soprattutto tra coloro che, disponendo di appartamenti con più camere, scelgono di affittarle singolarmente a studenti diversi. Mentre la sublocazione parziale è più ‘permessa’, la sublocazione totale è consentita solo quando espressamente autorizzata dal contratto di locazione originario.

 

Modello 69: le regole da seguire

Una volta definite le caratteristiche del comodato d’uso, vediamo come funziona la registrazione del Modello 69 presso l’Agenzia delle Entrate. Il modello 69 è composta da sei quadri. È necessario compilare tutti i quadri tranne il quadro C, E ed F. Si tratta di un modulo di appena tre pagine, abbastanza intuitivo e facile da compilare. Si ricorda che è possibile registrare il modello 69 anche online (mod 69 editabile).

 

Guesthero

Guesthero opera da anni con success nel settore immobiliare, in qualità di property manager. Si preoccuopa di gestire tutta la burocrazie ed i passaggi necessari quando si tratta di affittare un appartamento ad un cliente. Gestire un immobile può essere faticoso e può impegnare parecchio tempo. Senza considerare che spesso i proprietari di casa alle prime armi non sanno come muoversi in maniera efficace. Contattaci se hai intenzione di mettere a frutto il tuo immobile senza alcun pensiero. Guesthero si preoccuperà di tutto: valutazione dell’immobile, pubblicazione e promozione dell’annuncio, check in e check out dei clienti, pulizia degli ambienti e gestione di qualsiasi altra problematica!