Locazioni brevi: cosa sono e come funzionano - Guesthero

Locazioni brevi: cosa sono e come funzionano

Possiedi una casa e sei interessato ad affittarla? Hai diverse possibilità. Con le locazioni brevi però guadagni con l’affitto e mantieni la disponibilità per alcuni periodi.

Locazioni brevi: cosa sono

La locazione è il contratto stipulato tra il locatore, generalmente il proprietario della casa, e il conduttore, definito affittuario, per un tempo determinato, in cambio di denaro. Il contratto di locazione ha una natura consensuale. La sua stipula richiede solo la reciproca manifestazione di consenso, ed ha una forma libera. Il codice civile non prevede, infatti, una forma contrattuale specifica, disciplinandone solo il contenuto.
[n1related i=”0″] Molto spesso si parla di locazioni brevi, ma sotto questo nome si contano diversi tipi di contratti che si differenziano per la durata:

  • Affitti con durata minore di 18 mesi: vengono considerati locazioni brevi e possono essere regolamentati in formule diverse rispetto al contratto di locazione standard.
  • Affitti con durata minore di 30 giorni: rientrano in questa categoria i contratti per weekend o locazioni delle cosiddette case vacanze. Per tali contratti la legge prevede l’obbligo di pagamento di imposte da bollo o di registro.
  • Affitto che supera i 30 giorni: rientra nella formula dell’affitto breve non turistico. Richiede, quindi, la dichiarazione presso l’autorità locale dell’inquilino, con motivazione del soggiorno, e registrazione di un contratto di locazione temporaneo. Anche qui la registrazione deve avvenire con il pagamento del bollo e  la spedizione di una raccomandata. La durata varia da un minimo di un mese ad un massimo di 18, non rinnovabili.

Elementi del contratto

Il contratto, in ogni caso, deve contenere una serie di elementi obbligatori:

  • le generalità delle parti contraenti. Il proprietario di casa, al momento dell’affitto, deve comunicare immediatamente in questura i dati anagrafici degli ospiti;
  • l’importo del canone: per la locuzione turistica il canone non è fisso, ma può variare in caso di alta stagione;
  • le modalità di pagamento;
  • la durata della locazione;
  • l’attestazione dell’esigenza transitoria (esempio la dichiarazione di un datore di lavoro circa il trasferimento temporaneo di un dipendente).
Leggi anche:  Gestione Immobiliare Roma Capitale: cosa sapere

Dal punto di vista degli adempimenti fiscali, è bene ricordare che qualunque forma di affitto deve essere regolata per legge con la registrazione dell’ospite pagante.

Locazioni brevi turistiche

L’art. 4 del DL 50/2017 definisce i contratti di locazione di immobili di durata non superiore a 30 giorni. Sono inclusi anche i contratti che prevedono la prestazione dei servizi di fornitura di biancheria e di pulizia dei locali.

La normativa definisce anche il ruolo delle attività di intermediazione immobiliare, ovvero soggetti che gestiscono portali telematici, mettendo in contatto i proprietari dell’immobile con i guest.

Se hai ancora dubbi e vuoi farti aiutare chiama Guesthero. Una società che si occupa della gestione degli affitti brevi su varie piattaforme come airbnb, Booking e Wimdu. In cambio di una commissione sull’affitto, potrai demandarne integralmente la gestione della casa ai professionisti di Guesthero. Così potrai migliorare il tuo ranking, incrementare le possibilità di guadagno giornaliero, senza occuparti personalmente di qualsiasi aspetto inerente all’affitto breve.

Con la nostra esperienza e conoscenza del settore immobiliare siamo riusciti a soddisfare costantemente i nostri clienti. Abbiamo procurato loro un rendimento mediamente superiore del 50%.

Richiedi una consulenza da Guesthero: valutiamo insieme quanto possiamo aumentare il tuo guadagno dell’affitto breve.

Comments are closed.