Listing Airbnb: come ottimizzare un annuncio in 8 passi

Listing Airbnb: come ottimizzare un annuncio in 8 passi

Listing Airbnb : tutto quello che c’è da sapere per ottimizzare i propri annunci su Airbnb.

Airbnb è la più importante piattaforma di annunci di affitti a breve termine. Quando si vuole inserire un annuncio su Airbnb quindi, è importante sapere quali accorgimenti seguire per migliorare la visibilità del proprio appartamento.
[n1related i=”0″] Innanzitutto bisogna considerare che il motore di ricerca Airbnb funziona in modo analogo al motore di ricerca di Google. Ci sono quindi delle tecniche di SEO (Search Engine Optimization) da seguire per far sì che il proprio annuncio compaia nelle prime posizioni tra i risultati di Airbnb.

Ma vediamo insieme quali sono le 8 regole fondamentali da seguire quando pubblichiamo un annuncio.

1. Informazioni chiare e complete

Uno delle prime regole da seguire per ottimizzare il proprio listing airbnb è quella di pubblicare degli annunci più chiari e completi possibili. Bisogna perciò cercare di completare le varie sezioni in ogni loro parte. Questo farà sì che Airbnb indicizzi meglio il vostro annuncio. Bisogna inoltre completare in maniera accurata anche le informazioni riguardanti il proprio profilo.

2. Recensioni 

Un’altra caratteristica dell’annuncio che migliora la sua visibilità è il numero di recensioni. Quest’ultime, soprattutto se positive, possono contribuire significativamente ad aumentare il numero di visualizzazioni e di prenotazioni. Le recensioni ovviamente non possono essere autogenerate; tuttavia si possono incentivare i guests lasciando loro dei feedback e chiedendogli di fare lo stesso.

3. Diventare un Superhost

Per Airbnb un Superhost deve rispettare una serie di caratteristiche:

  • viaggi completati: almeno 10 nell’anno precedente
  • tasso di dedizione: 100%
  • tasso di risposta: 90%
  • viaggi a 5 stelle: 85%
  • valutazione recensioni: 50%
Leggi anche:  Cose da sapere sugli affitti brevi

In poche parole è necessario effettuare accessi frequenti, rispondere a tutte le richieste nel più breve tempo possibile e cercare di evitare di annullare le prenotazioni già confermate.

4. Promozione sui social media

Come tutti i motori di ricerca, Airbnb tende a dare più fiducia agli annunci su cui riesce a trovare più informazioni. Un accorgimento fondamentale è quindi quello di promuovere il proprio annuncio o anche solo la propria attività di host sui vari social media. é sufficiente inserire sui vari profili social il link all’annuncio airbnb o al proprio profilo host Airbnb.

5. Aggiornare il calendario e il pricing di frequente

Al fine del listing Airbnb, il motore di ricerca tende a preferire annunci il cui calendario è spesso aggiornato sia nelle date che nei prezzi. Questo infatti viene percepito da Airbnb come un segnale di dedizione e affidabilità dell’host.

Per quanto riguarda il pricing è inoltre importante confrontare il proprio annuncio con quello di altri host per essere sempre competitivi e allineati con i prezzi nei vari periodi dell’anno.

6. Wishing list

Più persone salvano un annuncio nella propria whising list, migliore risulterà quest’ultimo nella pagina dei risultati. Per invogliare i guest a salvare il proprio annuncio è importante prestare attenzione al modo in cui si espongono le informazioni. Un’idea potrebbe essere quella di presentare il soggiorno presso il proprio appartamento come un’esperienza unica anzichè come un semplice alloggio.

7. Abilitare prenotazioni immediate (c.d. instant booking)

Così come per l’aggiornamento del calendario, le prenotazioni immediate sono un buon indice di disponibilità dell’host per airbnb. Inoltre offrono l’opportunità di ricevere prenotazioni dell’ultimo minuto.

8. Importanza della posizione

Leggi anche:  Channel manager: cos'è e come funziona

Specificare in maniera più chiara possibile la posizione del proprio appartamento aiuta airbnb a filtrare i risultati in base alle richieste degli ospiti. Più è chiaro il quartiere in cui si trova l’appartamento, migliore sarà la sua visibilità nel motore di ricerca Airbnb.

Provate a seguire la nostra semplice guida per migliorare il listing Airbnb e noterete da subito notevoli miglioramenti. Per altre informazioni su come sfruttare al meglio il sito di Airbnb, andate sul nostro sito Guesthero.com.

Ottimizzare un annuncio Airbnb non è l’unico accorgimento da seguire per rendere la propria casa profittevole. Ci sono molte criticità e altrettanti accorgimenti per aggirarle in tutto il processo di interazione col guest.

La gestione appartamenti Airbnb può essere quindi complessa e delicata e spesso richiede l’intervento di professionisti affinchè sia condotta al meglio.

Affidare la gestione appartamenti Airbnb a società specializzate come Guesthero può quindi rivelarsi una scelta vincente per massimizzare i profitti e minimizzare i problemi.

Nella gestione appartamenti Airbnb, Guesthero si occupa di tutto quello che riguarda la gestione online dell’annuncio, i servizi di check-in, check-out e pulizia.

 

Comments are closed.