Leggi che regolamentano affitti a breve termine in Italia - Guesthero

Leggi che regolamentano affitti a breve termine in Italia

L’affitto a breve termine è in costante aumento ed è quindi stato recentemente regolamentato. Prima di parlare delle leggi che regolamentano gli affitti a breve termine in Italia vorrei fare una piccola premessa su cos’è.
[n1related i=”0″] La locazione turistica prevede l’affitto di una sola stanza o l’intero appartamento per massimo di 29 giorni. Grazie a questa modalità il proprietario può far diventare il proprio immobile una “casa vacanza” e quindi renderla fonte di reddito affittandola per massimo 9 mesi su 12.

Cosa vuol dire CAV

La sigla CAV inica semplicemente “casa vacanza”; il settore di riferimento è pertanto il Vacation Rental.

Entrando nel mondo CAV è necessario però informarsi e rispettare tutte le regolamentazioni verso l’Agenzia delle Entrate, Questura, Comune… in questo articolo cercherò di spiegarti al meglio tutti gli obblighi per diventare Host.

Cedolare Secca e tassazione

Come ogni reddito, anche quello derivante dagli affitti a breve termine, è soggetto a tassazione.

Come già possibile con gli affitti “classici”, è possibile usufruire della cedolare secca del 21% che fortunatamente i portali di prenotazione online come Airbnb, Booking… trattengono direttamente dagli importi pagati dagli ospiti, facendo da sotituti d’imposta.

In questo modo in fase di dichiarazione dei redditi (unico o 730) sarà sufficiente inserire il totale degli affitti incassati alla voce “redditi da fabbricati” senza che questi si aggiungano al nostro reddito poichè già tassati all’origine.

Comunicazione avvio attività casa vacanza in Comune

E’ un’operazione che va svolta sul portale SUAP (Sportello Unico Attività Produttive) del comune di Milano o del comune di appartenenza dell’immobile.

Leggi anche:  Tassa di soggiorno Verona : quanto costa

Questa procedura richiede anche la planimetria catastale dell’immobile in formato PDF.

Fatto questo non siamo ancora pronti ad ospitare..

Questura

Importantissimo, quando si ospitano persone, è obbligatorio fare la comunicazione in questura degli ospiti alloggiati.

Tramite l’iscrizione al portale AlloggiatiWeb è possibile comunicare anche in via telematica i nomi degli inquilini, cittadini Ue o extra Ue. Attenzione che è obbligatorio fare questa comunicazione entro 24 ore dal check in degli ospiti.

Sul sito dell Polizia di Stato è possibile scaricare e stampare tutti i documenti necessari, si inseriranno i dati del locatore e dell’immobile, a seguito verranno rilasciate le credenziali di accesso ao portale.

Sarà necessario scaricare il certificato sul proprio pc e si è pronti a procedere con la registrazione del primo ospite

Comunicazione dei flussi turistici alla Provincia

Questa comunicazione è da fare ai fini statistici comunicando alla Provincia, entro il 5 del mese successivo, il numero di ospiti alloggiati nel mese e la loro provenienza.

La comunicazione è da effettuare attraverso un modulo apposito.

Va inoltre compilato il MODELLO CASE e la tabella dei prezzi massimi. Attenzione che i prezzi contenuti negli annunci non devono mai essere superiori ai prezzi dichiarati, neanche in occasione di eventi particolari della propria città che fanno schizzare i prezzi alle stelle (es Salone del mobile a Milano, Carnevale a Venezia…)

Tassa di soggiorno

Tra gli obblighi di Leggi che regolamentano affitti a breve termine in Italia, non è da dimenticare la tassa di soggiorno.

E’ necessario rivolgersi al proprio Comune chiedendone l’importo; tale importo è a carico degli ospiti. Per esempio per Milano è 3€ a persona per notte.

Portali come Booking lo trattengono direttamente in fase di prenotazione, altri portali, come Airbnb, invece non sono ancora attrezzati per farlo, in questo caso, in fase di check in sarà direttamente l’Host a riscuotere l’importo e a versarlo al Comune una volta al mese entro il 15 del mese successivo.

Leggi anche:  Investimenti immobiliari Milano: guadagna con gli affitti brevi

Nel caso in cui un ospite si rifiuti di pagare la tassa, occorre compilare il modulo A3.

Mettere in regola l’appartamento

  1. Nell’appartamento devono essere esposti i prezzi in almeno due lingue straniere
  2. Il proprietario deve stipulare una polizza di responsabilità civile nei conforonti degli ospiti
  3. L’appartamento deve avere la dichiarazione di conformità degli impianti

Questi sono in sintesi gli obblighi di leggi che regolamenteno affitti a breve termine in Italia. Ogni proprietario deve rispettarli per poter affittare una casa vancanza e sopratutto per non incorrere in multe salatissime o in procedimenti legali spiacevoli e costosi.

Guesthero e’ una societa’ che gestisce gli appartamenti a breve termine. Ci occupiamo di comunicazione degli ospiti, gestiamo gli annunci online, check-in/check-out, pulizie, cambio di biancheria.

Se valuti ad affittare la tua casa a breve termine, contattaci per le informazioni o consulenza.

Comments are closed.