Lavorare in ‘Smart Working’: un nuovo trend da sfruttare - Guesthero

Lavorare in Smart Working è un fenomeno di cui si parla già da diversi anni, ma che si è rapidamente esploso di recente, complice la pandemia che ha affetto tutto il mondo. Questo ha portato ad una modificazione del tradizionale modo di lavorare, evitando la necessità delle presenza fisica negli uffici. Per questo motivo, lo Smart Working può essere un’opportunità per chi ha un immobile vuoto che intende affittare.

Lavorare in Smart Working: in cosa consiste?

Lo Smart Working consiste nella gestione e realizzazione delle proprie attività lavorative in un posto fisico diverso dagli uffici della società per cui si lavora. Ciò significa che la maggior parte dei dipendenti si ritrova a lavorare direttamente da casa propria. Questo rappresenta un grande vantaggio perché permette alle persone di gestire il proprio lavoro in modo più flessibile e di conciliare meglio la vita lavorativa con quella familiare, utile soprattutto quando si hanno dei bambini da gestire. In più, numerosi studi hanno dimostrato come il lavoro ‘a distanza’ aumenta la produttività dei lavoratori, che riescono a gestire in modo più efficiente ed efficace il proprio tempo.

 

Smart Working: un’interessante opportunità

Come può un proprietario di un immobile vuoto, sfruttare questo nuovo trend? Di seguito la spiegazione. Nonostante lo Smart Working (anche detto ‘lavoro agile’) sia una soluzione ideale ed intelligente per diverse persone, esiste una parte di dipendenti che guarda all’ufficio come uno strumento per staccare dalla famiglia o comunque per avere la tranquillità necessaria per svolgere il proprio lavoro. Per questo motivo molti sono in ricerca di spazi in cui poter lavorare, spesso veri e propri appartamenti o uffici dedicati al co-working. Si tratta, in entrambi i casi di spazi dove una o più persone possono lavorare in condizioni ottimali, come se fossero in ufficio. In particolare, le aree di co-working permettono la coesistenza di più dipendenti, anche appartenenti ad aziende diverse.

Leggi anche:  Smart Working lavorare: case vacanza

 

Le dotazioni necessarie di un appartamento

Secondo quanto detto prima, è possibile affittare appartamenti, anche non troppo spaziosi, ai lavoratori. Si tratta di una soluzione vincente per chi intendere far fruttare al massimo il proprio immobile. Tuttavia, è necessario dotare l’appartamento di tutto il necessario, configurandolo proprio come uno spazio di lavoro. Fondamentale è dunque la presenza di una linea wifi o di fibra, il più stabile e potente possibile, in modo da garantire il massimo dell’esperienza. Poi ovviamente, dotare gli spazi di comode scrivanie e poltrone. Per chi poi vuole offrire un servizio in più, può installare stampanti, fotocopiatrici. Insomma, si tratta di realizzare un ufficio all’interno di un appartamento. Il vantaggio di dotare l’appartamento di tutti questi servizi è che sono largamente apprezzati anche da chi affitta un appartamento per motivi di piacere e non di lavoro.

 

Guesthero

Guesthero è una società immobiliare esperta del settore e in attività già da diversi anni con ottimi risultati. Il successo di Guesthero deriva anche dall’intercettare e sfruttare i nuovi trend del mercato, cercando di anticipare le future richieste dei clienti. Se non sei sicuro di come muoverti o di come sfruttare al massimo il tuo immobile, rivolgiti a Guesthero. Guesthero si preoccuperà di tutta la gestione, dalla creazione degli annunci, all’accoglienza dei clienti. Contattaci per avere maggiori informazioni!