IMU e Affitti brevi: termini e scadenze per il ravvedimento free web hit counter

IMU e Affitti brevi: termini e scadenze per il ravvedimento

Imu e affitti brevi 2018, si avvicina la scadenza del saldo dovuto per l’anno in corso. Ecco spiegato da Guesthero quando si paga, sanzioni e come effettuare il versamento.

IMU, quanto costa con affitti brevi

Dicembre è un mese felice, di festeggiamenti e di vacanze, ma purtroppo è anche il mese in cui ci sono le scadenze di alcuni pagamenti delle tasse di fine anno. Secondo una stima proposta del quotidiano La Stampa, quest’anno le amministrazioni potrebbero incassare dai tributi comunali quasi 10 miliardi di euro.

IMU è l’acronimo di Imposta Municipale Unica. Ha sostituito la vecchia Ici, l’Irpef e le relative addizionali regionali e comunali calcolate sui redditi fondiari riferiti ad immobili non locati.

Scadenza Imu 2018:  il termine per il pagamento del saldo si sta avvicinando. Entro il 17 dicembre i contribuenti che possiedono una seconda casa o un’abitazione di lusso dovranno effettuare il pagamento di una delle tasse locali più odiate dagli italiani, ovvero l’IMU. La scadenza del saldo Imu, si ricorda, è anche quella entro la quale bisognerà pagare la Tasi.

Come effettuare il pagamento dell’imu?

Il versamento dell’imposta dell’imu deve essere effettuato utilizzando il codice tributo attribuito dall’Agenzia delle Entrate alla tipologia di versamento che si dovrà effettuare. Questa è soltanto una delle scadenze dei pagamenti da rispettare, lo scorso 18 giugno 2018 si doveva provvedere al pagamento del saldo dell’imposta municipale propria.

Leggi anche:  Airbnb come funziona: registrazione, prenotazione

Tempo fa, l’Imu si applicava anche sull’abitazione principale, ovvero dove si risiedeva anagraficamente; dal 2014 è avvenuta l’abolizione dell’imposta sulla prima casa.

Scadenza Imu 2018: sanzioni e ravvedimento operoso

Cadendo di domenica il 16 dicembre, gli italiano hanno un giorno in più per pagare le tasse. Il pagamento è da effettuare entro il Se ipoteticamente non vengano rispettate le scadenze relative all’acconto e al saldo dell’Imu 2018, il contribuente dovrà versare le sanzioni previste in caso di ritardo nel versamento.

È possibile però ridurre tali sanzioni usufruendo del ravvedimento operoso, strumento che consente di ridurre le sanzioni sulla base del termine entro cui si procede alla regolarizzazione della propria posizione fiscale.

Termini ravvedimento IMU

  • Ravvedimento Sprint: entro 15 giorni dalla scadenza ordinaria,  sanzione prevista dello 0,1 % per ogni giorno dalla scadenza fino al 14esimo giorno.
  • Ravvedimento breve: dal 15esimo al 30 giorni dalla scadenza abbiamo una sanzione dell’1,5 % (Sanzione ordinaria del 3%).
  • Ravvedimento medio: < 90 giorni dalla scadenza, sanzione pari all’1,67%  (Sanzione ordinaria del 3,33%).
  • Ravvedimento lungo: < 1 anno dalla scadenza; entro la data di presentazione della dichiarazione relativa all’anno a cui si riferisce l’errore, sanzione pari ad 1/8, (Sanzione ordinaria del 3,75%).

Imu e affitti brevi 2018: chi paga?

Ecco i soggetti obbligati al versamento. I soggetti obbligati a versare l’Imu dell’anno 2018 sono tutti i proprietari di immobili ubicati in Italia e tutti coloro che risultano essere titolari di diritti reali di godimento su beni immobili, come ad esempio l’usufruttuario, il titolare del diritto di abitazione e i titolari del diritto d’uso, di enfiteusi e di superficie.

Sono obbligati a versare l’imposta comunale anche i proprietari di abitazioni principali di categoria catastale A1, A8, A9 e delle relative pertinenze.

Leggi anche:  Quanto costa comprare casa nel 2017

Esenzioni dall’obbligo

Esistono dei casi in cui sono previste dell’esenzioni dall’obbligo di pagamento; la più importante è quella prevista per l’abitazione principale. Non si paga l’imposta dell’Imu sulla prima casa ed in seguito alle novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2016, l’esenzione dell’imposta comunale è prevista anche sui terreni agricoli che sono situati nelle aree montane.

Guesthero: gestione affitti brevi

Affidati a Guesthero per avere una consulenza sulle scadenze dei pagamenti relativi alle seconde case, solitamente adibite agli affitti brevi, cioè locazioni dalla durata massima di 29 notti, senza obbligo di registrazione dei contratti di affitto.

Scopri i nostri servizi di gestione online e di gestione completa.

2 Comments

  1. Elisa-Reply
    22 gennaio 2019 at 16:01

    Buongiorno,
    vorrei avere maggiori informazioni riguardo il pagamento e le scadenze dell’IMU. Ho un appartamento a Milano in zona Brera che mi si libera tra qualche mese e vorrei iniziare ad informarmi per affittarlo su airbnb.
    grazie

    • Guesthero-Reply
      22 gennaio 2019 at 16:07

      Buongiorno Elisa,
      può contattarci telefonicamente al numero 0240741148 oppure scriverci una mail ad info@guesthero.com

      Team Guesthero

Leave A Comment