Homeaway airbnb Affitti brevi

I proprietari di un appartamento sfitto, possono reputare conveniente avviare un’attività di affitti brevi, garantendosi così numerosi introiti, oltre che la soddisfazione di divenire Host raccomandati dai propri ospiti. Per loro è necessario creare un annuncio che metta in mostra il proprio appartamento e affidarsi alla vi garantita loro dalle piattaforme OTA, Online Travel Agency. Queste ultime sono dei portali che consentono ai viaggiatori di cercare l’alloggio ottimale e ai proprietari degli appartamenti di avere maggiore visibilità, mettendo in luce le caratteristiche migliori e descrivendoli nei minimi dettagli. Tra di esse le più note sono per certo Airbnb e Homeaway.  Scopriamo con Guesthero, l’esperto di affitti brevi, quali sono i rispettivi vantaggi e le differenze.

Homeaway come funziona

Homeaway è un portale che permette di fare da ponte tra i proprietari di casa e i futuri ospiti, consentendo ai primi di pubblicare l’annuncio della propria casa mentre ai secondi di confrontare tra centinaia di opportunità di case vacanze, per tutti i gusti e per ogni esigenza. Homeaway consente ai proprietari di promuovere il loro appartamento nel miglior modo possibile, garantendo loro la possibilità di ottenere profitti dagli affitti brevi.

La piattaforma ha una sezione apposita dedicata a “trovare l’appartamento nel tuo stile” oltre che una per le mete che risultano di “tendenza” attualmente. Il sito conta oltre 7 milioni di recensioni, da oltre decine di milioni di viaggiatori, e permette attraverso la selezione di filtri appositi tra cui il numero di camere da letto, le regole stabilite per la casa, la sicurezza fornita e l’attività e le attrazioni nelle vicinanze. Tra e possibilità di tipologie d’alloggio disponibili non solo semplici appartamenti ma anche ville, castelli, barche, ampi spazi in cui organizzare feste.

Leggi anche:  Host Airbnb: come avere più recensioni positive

Homeaway inoltre offre ai proprietari la possibilità di creare delle bacheche viaggi in cui inserire i propri annunci di casa vacanza a tema, e dispone anche di un proprio Hub dove fornisce consigli ai proprietari degli immobili. In aggiunta dà informazioni utili circa le modalità di pagamento e l’importanza delle recensioni.

Airbnb come funziona

Airb&b è anch’esso un portale che consente la ricerca rapida dell’appartamento perfetto, nel luogo desiderato, con pochi semplici clic. Dal sito airbnb.it si può accedere a migliaia di offerte in tutto il mondo, selezionando la data di arrivo e partenza e il numero di ospiti oltre che impostando i numerosi filtri messi a disposizione per scremare tra le numerose case vacanza. I filtri consentono di selezionare la fascia di prezzo, il tipo di alloggio oltre che la possibilità di inserire il tipo di vacanza ricercata, tra il viaggio per affari o per famiglie.

La mappa nella sezione a destra consente di visualizzare l’ubicazione dell’appartamento ricercato confrontandoli tra i diversi in zona. Airbnb offre anche la possibilità di ricercare le attività, le esperienze uniche come concerti, lezioni e corsi e infine i ristoranti nell’area di interesse.

Airbnb Homeaway differenze

Mentre gli annunci su Airbnb non sono a pagamento e il sito ottiene ricavi trattenendo una percentuale su ogni prenotazione dall’host e dall’ospiteHomeAway pur usando questo modello pay-per-prenotazione, richiede anche il pagamento di una fee per poter pubblicare gli annunci. Gli abbonamenti annuali partono da 349 dollari, ma per aggiudicarsi delle postazioni più ottimizzare nel ranking dei risultati di ricerca il costo dell’abbonamento risulta più alto. Questo non garantisce comunque loro alcuna garanzia delle prenotazioni. Questa fee consente una sorta di scrematura iniziale degli annunci, consentendo di avere una maggior qualità delle proposte in generale. 

In aggiunta parlando degli ospiti su Airbnb i clienti sono per lo più individui giovani ed attenti al fattore risparmio mentre su Home Away tendono ad essere più anziani, viaggiando con famiglie o in gruppi. Gli utenti HomeAway solitamente prenotano con anticipo, hanno esigenze più sofisticate e standard più alti, potendosi permettere appartamenti da budget più costosi. 

In merito alla tipologia di affitti, mentre per Airbnb i proprietari sono soliti affittare l’appartamento nei periodi in cui non li utilizzano, nel caso di Homeaway la politica è l’affitto dell’intera casa e mai di una sola parte della stanza, e solitamente gli appartamenti sono resi disponibili sempre.

Leggi anche:  Cedolare secca contratto transitorio: come si paga?

Guesthero gestione affitti brevi

Se siete interessati a capire le potenzialità dei diversi OTA, online Travel Agency, per affittare il vostro appartamento avviando un vero e proprio business nell’airbnb, affidatevi a GuestHero, l’esperto degli affitti brevi. Guesthero si occupa della customer care oltre che di massimizzare il rendimento del vostro appartamento, creando annunci ottimali, ben dettagliati e accattivanti e fornisce informazioni preziose circa le potenzialità delle diverse piattaforme di ricerca di case vacanza.