Gestione affitti brevi in Lombardia - Guesthero free web hit counter

Il mercato degli affitti brevi e delle case vacanza è in sviluppo esponenziale in tutta Italia, soprattutto in Lombardia: gli affitti brevi rappresentano per i proprietari di immobili una preziosa risorsa perché garantiscono guadagni superiori del 50% rispetto agli affitti tradizionali.
[n1related i=”0″] Affittare un appartamento o una stanza in Lombardia è piuttosto semplice, è possibile farlo senza aprire partita IVA, ma bisogna seguire delle regole fondamentali per evitare di incorrere in provvedimenti e sanzioni.

In Lombardia è in legge dal 1 settembre 2018 il codice identificativo di riferimento (CIR) per le case vacanze, norma destinata a creare scompiglio nel mondo degli affitti brevi, spesso gestiti attraverso il portale Airbnb.

Gianni Rebecchi, Presidente di Confesercenti regionale Lombardia, commenta positivamente la nuova Legge: «un provvedimento che abbiamo richiesto con insistenza fin dal 2015 e che – se correttamente attuato – consentirà un contrasto più efficace dell’abusivismo ricettivo, cresciuto esponenzialmente attraverso il web e le piattaforme di prenotazione. Grazie al CIR, ciascun ospite dovrebbe infatti essere in grado di appurare se gli affitti turistici proposti provengano da strutture regolarmente avviate, d’altra parte consentendo alle autorità preposte di vigilare più facilmente sulle offerte abusive». «Si tratta di una misura doppiamente importante: da un lato per garantire i consumatori, dall’altro per contrastare la concorrenza sleale. In entrambi i casi, si tratta di tutelare l’attrattività turistica della Lombardia».

Il codice, in sostanza, identificherà la propria offerta di affitto con nome, cognome e codice fiscale dell’affittuario, dopodiché sarà inserito in una banca dati a cui avrà accesso il Comune di Milano e la polizia locale nel caso si rendessero necessari dei controlli.

Leggi anche:  Creare annunci efficaci su siti simili a Airbnb: come fare

Ecco alcune regole per il proprietario dell’immobile:

  1. REGISTRAZIONE DELL’OSPITE IN QUESTURA: da effettuare online oppure offline entro le 48 ore dell’arrivo dell’ospite, tramite il portale della Polizia di Stato “Alloggiatiweb”, sia per i cittadini extra-europei che per quelli residenti in Europa. Se la durata del contratto di affitto supera i 30 giorni decade l’obbligo di comunicazione dell’ospite. La registrazione del contratto di affitto presso l’Agenzia delle Entrate assolve l’obbligo di comunicazione di pubblica sicurezza.
  2. STIPULAZIONE CONTRATTI D’AFFITTO: contratti di “locazione ad uso turistico” oppure “formula weekend” per soggiorni della durata di massimo 30 giorni. Quando il locatario verserà il canone dovrà essere rilasciata la ricevuta (per un importo superiore ai 77 € è necessario applicarvi una marca da bollo da 2 €). Se il canone dovesse superare i 1.000 €, l’importo dovrà essere saldato mediante mezzi di pagamento tracciabili.
  3. S.C.I.A.: “Segnalazione Certificata di Inizio Attività non imprenditoriale”, documento da compilare e presentare telematicamente al Comune. E’ obbligatorio per la regione Lombardia.
  4. TASSA DI SOGGIORNO: imposta per gli ospiti non residenti.

Scopri come gestire al meglio gli affitti brevi con Guesthero

Guesthero è il servizio innovativo online per i proprietari di casa, per la gestione degli affitti brevi:  si occuperà quindi della gestione completa: pacchetto all-inclusive.

Gestione online: verrà creato l’annuncio su una delle piattaforme sopracitate. Curerà il calendario e le varie prenotazioni costantemente. Entrerà in contatto con gli ospiti per rispondere ad ogni loro richiesta.

Gestione Online più Offline: oltre al controllo sul web, ci sarà anche il contatto diretto con gli ospiti. Check-in al momento del loro arrivo, con consegna chiavi. Check-out al termine del soggiorno e ritiro chiavi.

Leggi anche:  Come gestire le pulizie appartamenti in affitto breve?

Inoltre, l’agenzia di affitti brevi permette al proprietario dell’immobile di mettersi in contatto con un operatore addetto alle pulizie che si occupi della casa. Basterà visitare il portale e individuare la persona che più preferisce in base a tariffe e disponibilità.

Contatta Guesthero per una consulenza!

 

Comments are closed.