Frode nell'affitto breve, cosa fare - Guesthero free web hit counter

Frode nell’affitto breve, cosa fare

Frode nell’affitto breve, cosa fare per non incorrere in spiacevoli sorprese.

Attenzione agli annunci fasulli, creati ad hoc da truffatori. La frode si può evitare affidandosi a portali specializzati in questo tipo di pratiche.

La truffa del finto appartamento con affitto breve è sempre dietro l’angolo. Bisogna fare quindi molta attenzione ad annunci fasulli, creati ad hoc da truffatori che riescono a spillare un bel po’ di soldini a ignari clienti. E non succede nemmeno così raramente come si possa immaginare. Sono migliaia le persone che quotidianamente cercano appartamenti o stanze in affitto per brevi periodi. Per questo motivo, onde evitare di incorrere nella classica frode della “chiave da spedire”, è di fondamentale importanza rivolgersi a portali specializzati che trattano affitti brevi, dove la gestione degli host è affidata ad OLET. Come spesso accade la truffa non è subito così evidente. Il primo campanello d’allarme deve però scattare quando il locatore chiede con una certa insistenza una somma di danaro come anticipo, promettendo di spedire subito la chiave dell’appartamento. Il secondo avviso che dovrebbe far pensare a una truffa, è il metodo di pagamento richiesto con versamento di denaro tramite MoneyGramm, Western Union o sistemi simili, vivamente sconsigliati per le transazioni on line, a differenza di PayPal o bonifici bancari, ritenuti estremamente sicuri perché tracciabili.

[n1related i=”0″]

 

Rossella Biasion

Comments are closed.