Federalberghi: allarme affitti brevi illegali

Federalberghi: allarme affitti brevi illegali

La crescita del settore dei soggiorni brevi ha portato tanti vantaggi ai viaggiatori di tutto il mondo, permettendogli di avere a disposizione un alloggio per brevi soggiorni a prezzi vantaggiosi, così come a coloro che affittano le proprie case, permettendo loro di guadagnare. Tuttavia, nell’ultimo anno c’è stata una crescita allarmante di privati che offrono affitti brevi illegalmente. Queste attività abusive vanno a danno non solo degli albergatori, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, ma anche delle città e dei suoi cittadini. Cerchiamo di capire il motivo degli affitti brevi illegali.

Affitti brevi: Federalberghi

Dall’indagine svolta da Federalberghi sulla città di Roma in occasione dell’Albergatore Day, è emerso che la quota di inserzioni di affitti brevi nella città di Roma è cresciuta in un anno di un terzo, raggiungendo la quota di 33 mila! La maggior parte si stima siano attività illegali. Con illegali si intende che i proprietari delle case non sono autorizzati dal Comune di Roma e di conseguenza la presenza degli ospiti non è registrata in Questura, contrariamente a quanto richiesto dalla legge.

affitti brevi illegali

La necessità di un intervento da parte delle istituzioni risiede nel fatto che questa noncuranza della situazione sta colpendo il settore sotto molteplici aspetti. In primis, gli albergatori vanno protetti da tutto ciò che rientra nella cosiddetta “concorrenza sleale”, nella quale ricade per esempio l’assenza del contributo di soggiorno per gli affitti brevi, che è invece obbligatorio per gli alberghi. Inoltre, non esiste un nucleo specifico di agenti che si occupi dei controlli degli affitti illegali. Come affermato dall’assessore allo Sviluppo Economico di Roma Cafarotti (che ha preso parte all’Albergatore Day), risulta a tal fine necessaria la ricostituzione della polizia Turistica che si occupi di tali controlli.

Leggi anche:  Affitti brevi illegali: come combatterli

In secondo luogo le città risentono della presenza di un numero smodato di affitti brevi. Gli affitti brevi illegali, essendo offerti a prezzi esageratamente bassi, attraggono un turismo di basso livello. Con questo non si intende che per viaggiare con affitti brevi bisogna necessariamente spendere tanto, ma la qualità è importante e di conseguenza lo è trovare un buon rapporto qualità prezzo nella casa che si affitta/da affittare.

Il turismo è lo specchio della città, ed è importante capire chi si vuole attrarre ed ospitare nella propria città. Come correttamente riportato dall’assessore Cafarotti“chi mette a disposizione ‘fitti brevi’ non risponde più alla logica di un cittadino privato, ma a quella di un imprenditore. Come tale, come gli altri, deve rispettare le regole”.

Come combattere gli affitti brevi illegali con Guesthero

È quindi facile comprendere l’importanza dello svolgere legalmente e in sicurezza l’attività di affitti brevi. Affittare con la formula affitti brevi la propria casa è altamente conveniente, ma può essere impegnativo per i proprietari, in termini di tempo e organizzazione.

Affidando all’agenzia Guesthero la propria casa il proprietario sarà in grado di ricevere un aiuto significativo nella gestione. Come?

Gestione affitti brevi Guesthero

La gestione affitti brevi comprende sia la parte online che la parte fisica, ovvero la gestione portali airbnb e booking e accoglienza e pulizie.

Guesthero si occupa della creazione di annunci efficaci sui principali siti di affitti brevi come airbnb e booking, gestendo sia il calendario prenotazioni che i pagamenti. Inoltre, pulisce in maniera professionale gli appartamenti (con cambio biancheria) e accoglie gli ospiti all’appartamento al loro arrivo.

Valutazione immobile

Per una consulenza e valutazione della propria casa compilare il form in alto a destra oppure mandare una mail a info@guesthero.com

Leave A Comment