Documenti per affittare casa: quali sono quelli necessari - Guesthero

Quando si decide di affittare casa è necessario dotarsi di una documentazione precisa. Questa è fondamentale per poter procedere alla stesura del contratto. Proprietario e inquilino dovranno procurarsi tutti i documenti necessari per procedere seguendo quanto disposto per legge. In questo articolo potrai trovare informazioni utili su tutti i documenti per affittare casa.

Documenti per affittare casa: primi passi

Prima della preparazione di tutti i documenti per affittare casa bisogna compiere un primo passo. Infatti, sia il proprietario che l’inquilino dovranno accertarsi di alcune cose importanti riguardo l’immobile. Per prima cosa, essi dovranno verificare che sulla casa non pendano ipoteche, pignoramenti o cartelle di Equitalia. In secondo luogo, tutti gli impianti dovranno essere a norma e perfettamente efficienti. Inoltre, le varie parti della casa dovranno essere affrescate e pulite. Se nella casa sono presenti degli elettrodomestici, questi dovranno essere completamente funzionanti. Infine, un requisito fondamentale è la certificazione energetica dell’immobile (APE).

Documenti per affittare casaDocumenti per affittare casa: il proprietario

Il proprietario dovrà presentare diversi documenti per affittare casa sia al momento della firma del contratto, che al momento della registrazione dello stesso. Al momento della firma del contratto, il proprietario dovrà portare con sé documento d’identità e codice fiscale, planimetria della casa, copia dell’atto d’acquisto dell’immobile o visura catastale e certificato di efficienza energetica (ACE).

Invece, al momento della registrazione del contratto presso l’Agenzia delle Entrate dovranno essere consegnate due copie originali del contratto firmate da proprietario e inquilino, modello 69 redatto, ricevuta del pagamento dell’imposta di registro e marche da bollo da 16 euro ogni due pagine di contratto. La registrazione potrà essere effettuata anche dall’agente immobiliare tramite una delega. La registrazione non è obbligatoria in caso di durata inferiore ai 30 giorni. In ogni caso, il procedimento risulta estremamente importante per tutelare il proprietario in caso di inquilino moroso.

Leggi anche:  Air b&b: tutte le informazioni che devi sapere

La registrazione può essere effettuata anche online attraverso CAF, associazioni di categoria o professionisti, oppure autonomamente attraverso software come Siria o Iris.

Le tasse per il proprietario

Il proprietario dovrà pagare il 50% delle spese di registrazione, mentre l’altro 50% spetta all’inquilino. La registrazione dovrà essere effettuata entro 30 giorni dalla firma del contratto. Essa dovrà essere comunicata all’inquilino e all’amministratore (se è presente) entro 60 giorni tramite raccomandata o posta certificata (PEC). Infine, il proprietario dovrà pagare l’imposta di registro una volta all’anno.

Bisogna ricordare che l’opzione del regime agevolato della cedolare secca potrà essere esercitata solo al momento della registrazione del contratto.

Documenti per affittare casaDocumenti per affittare casa: l’inquilino

Per quanto riguarda l’inquilino e i documenti per affittare casa è tutto molto più semplice. L’inquilino dovrà semplicemente presentare la carta d’identità e il codice fiscale, anche di eventuali conviventi. Al momento della firma del contratto, è preferibile portare con sé anche le ultime due buste paga e l’ultimo CUD (se lavoratore dipendente), oppure l’ultimo modello unico e visura camerale (in caso di lavoratore autonomo). Se richiesto dal locatore, si potrebbe anche dover fornire il documento della garanzia fideiussoria.

Infine, l’inquilino ha il diritto di detrarre il canone al momento della dichiarazione dei redditi. In tal caso dovrà presentare le ricevute dei vari pagamenti.

Documenti per affittare casa: qualche consiglio utile

Al momento della stipula del contratto, sarebbe utile dotarsi di alcuni, per così dire, documenti “extra”. Ad esempio, se la casa è arredata, potrebbe essere necessario fare una lista dei mobili presenti corredata di foto. Questo dovrebbe rappresentare una garanzia in caso di contese. Inoltre, è il caso di annotare i numeri dei contatori e procedere alla voltura delle utenze. La voltura delle utenze è semplicemente il cambio di intestatario della bolletta di un’utenza. Infine, è sempre molto utile stipulare una polizza assicurativa.

Leggi anche:  Come affittare casa: affitti temporanei Milano

Guesthero

Se temi che i documenti per affittare casa siano davvero troppi e questo porti via tanto tempo, sei nel posto giusto. Guesthero è l’esperto nella gestione di affitti brevi e ti accompagnerà anche nel percorso burocratico. Non dovrai più preoccuparti di nulla: Guesthero preparerà tutti gli annunci sulle principali piattaforme di affitti. Se lo vorrai, metteremo a disposizione anche un servizio fotografico professionale, che renda il tuo annuncio davvero il primo della lista. Non dovrai preoccuparti più di nulla, solo goderti la rendita del tuo immobile. Saremo noi a gestire l’appartamento e le prenotazioni, organizzando anche check-in e check-out e servizio di pulizie. Vieni a scoprire i pacchetti che offriamo e non esitare a contattarci!