Coronavirus: consigli per viaggiare sicuri - Guesthero

Coronavirus e consigli per viaggiare sicuri. Purtroppo ad oggi l’epidemia del Coronavirus si è diffusa un po in tutta Europa, con un numero elevato in Italia . Questo non sta facendo altro che danneggiare e rallentare l’economia europea, ma in particolare modo quella italiana. Questa è infatti la seconda settimana in cui, ad esempio, le scuole e università nella regione Lombardia rimangono chiuse, insieme a molte altre attività. Tuttavia bisogna pensare che queste adottate sono misure volte a contenere il contagio, per non sottovalutare, così, la questione ma cercare di affrontarla nella miglior maniera possibile. Ma gli italiani non sembrano affatto affrontarla nel giusto modo dal momento che allarmismo e panico seminano la vita quotidiana, ormai alterata.

Coronavirus: è possibile continuare a viaggiare?

Ciò che noi tutti dobbiamo comprendere è che una vita normale può essere condotta, con l’accorgimento di rispettare determinate norme igieniche forniteci dal nostro ministero. Pertanto viaggiare ai tempi del Coronavirus si può e si deve continuare a fare, senza paralizzare l’intera economia. Numerosi sono le persone che annullano viaggi da e per l’Italia, spesso fomentati da altri governi esteri che, piuttosto che affrontare l’epidemia nel più sapiente dei modi, decidono di approfittarsene mettendo più in difficoltà il nostro paese. Questo non fa che danneggiarci, mettendo in ginocchio il settore del turismo in particolar modo e richiedendoci uno sforzo incredibile per rialzarci. Quindi, niente allarmismi o esagerazioni: viaggiare è possibile e si può continuare a farlo da e per l’Italia.

Leggi anche:  Coronavirus: impatto su proprietà immobiliare

Regole per viaggiare ai tempi del Coronavirus

Tra i consigli per viaggiare sicuri il buon senso non deve mancare quindi, sottovalutare la questione senza dare ascolto alle direttive che vengono date dall’alto è sbagliato. Prima di tutto se si starnutisce o tossisce è bene farlo nella piega del gomito, o come si dice in inglese “vampire cough”, dal tipico gesto del vampiro con il suo mantello. In questo modo eviteremo di trasferire batteri sulle mani che sono elemento di contatto tra le persone, o che comunque potrebbero essere trasferiti su oggetti che toccheremmo. Seconda regola cercare di mantenere comunque una distanza minima dalle altre persone, senza ricercare necessariamente il contatto fisico anche per un semplice saluto. Terza regola: lavarsi spesso e bene le mani per circa un minuto, o eventualmente utilizzare gel igienizzanti qualora non sia possibile lavarle con acqua e sapone.

Viaggiare in sicurezza: altre regole per il Coronavirus

Coronavirus: consigli per viaggiare sicuri. Le regole che seguono riguardano soprattutto chi presenta sintomi per un potenziale Covid-19. In questi casi è bene cercare di ridurre i trasferimenti, come indicato dalle autorità. Tuttavia, se necessario, è bene indossare una mascherina che serve a proteggere chi è nelle circostanze e ridurre un possibile contagio. In più è consigliato indossare dei guanti, regola che vale per tutti in quanto aumenta lo schermo contro contatti esterni. Infine, mai toccarsi bocca,  naso e occhi con le mani sporche. Pertanto, come visto, sono poche e semplici le regole da rispettare, che non richiedono chissà quale sforzo, ma solo del buon senso.

Coronavirus: Airbnb e Booking

Anche colossi del turismo come Airbnb e Booking si adattano all’emergenza del Covid-19. Questi hanno già da tempo sospeso i viaggi da e per le zone della Cina più a rischio. Tuttavia entrambi comunicano il messaggio positivo che i soggiorni non si bloccano, garantendo pulizia degli immobili così da essere un ambiente sterile e non a rischio. In più, dato che si tratta di immobili e non strutture grandi come hotel è anche più sicuro dato che il contatto con altre persone diminuisce. Pertanto, gli affitti brevi sono comunque una soluzione sicura.

Leggi anche:  Coronavirus affitti brevi: Airbnb e Booking

Guesthero

In momenti difficili come questo, gestire la propria casa può essere un peso e un’ulteriore preoccupazione. Per non rinunciare del tutto a questo mercato, però, potete scegliere di affidare la vostra attività ad aziende che si occupano di affitto per conto di terzi: come ad esempio Guesthero.

Siamo specializzati nella gestione di Airbnb, Booking.com e  tutte le principali piattaforme di affitti brevi. Pubblichiamo gli annunci, offriamo shooting fotografici e ci assicuriamo che i profili siano sempre il più competitivi possibile, oltre ad ottimizzare i prezzi in base al periodo e agli eventi presenti nella zona di riferimento.