Contratto affitto transitorio: guida facile e completa

Contratto affitto transitorio: guida facile e completa

Oggi ci occupiamo del contratto di affitto transitorio.

Il contratto di locazione ad uso transitorio è una tipologia di contratto di locazione abitativa utilizzato per esigenze temporanee non turistiche. Questo tipo di contratto è stato inizialmente introdotto dalla legge 431/1998 e modificato successivamente ed integrata dal Decreto Ministeriale il 30 dicembre del 2002.

Cerchiamo di capire insieme come funziona questa tipologia di contratti, chi li può stipulare, gli obblighi e i vantaggi che ne derivano.

Affitto transitorio: panoramica generale

Chi può stipulare il contratto di locazione ad uso transitorio? Qualsiasi soggetto privato titolare della proprietà di un immobile ad uso abitativo, per periodi non inferiori ad un mese e non superiori a 18 mesi. Tali contratti vengono pattuiti per soddisfare le esigenze di due categorie di persone: da una parte chi, per motivi lavorativi, deve trascorrere un breve periodo al di fuori della propria città di residenza, dall’altra chi frequenta corsi universitari o post-universitari. Quindi, sono contratti che non possono essere concordati per affittare le case vacanze.

Locazioni Transitorie e Canone concordato

Possiamo dire che tendenzialmente il canone di locazione per i contratti transitori è definito in maniera libera tra il conduttore ed il locatore. Come sempre però, ci sono delle eccezioni. Infatti, nei comuni soggetti ad alta tensione abitativa, in quelli ad essi confinanti e nei capoluoghi di provincia, è possibile stipulare contratti transitori a canone concordato.

Questo è ciò che succede in numerose città tra cui Roma, Milano, Venezia, Genova e Firenze. Importante ricordare che le fasce minime e massime del canone concordato in tali casi, possono essere aumentate fino al 20%. Questa misura, da un lato agevola i proprietari che affittano la propria casa con contratto breve, e dall’altro tiene in considerazione l’assunto che, studenti che si trasferiscono in una città diversa dalla loro per studiare, hanno risorse economiche per pagare un canone di locazione maggiorato.

Contratto affitto transitorio: guida facile e completa -

Forma e contenuto del contratto

Nel momento della stipula del contratto, è bene ricordare che è necessario utilizzare il modulo fornito dal Ministero dei Trasporti: un modello predisposto che non può essere modificato. Tale modello rappresenta un vantaggio in quanto permette di risparmiare in termini di tempo e evitare eventuali errori che comunemente possono verificarsi nel pattuire un contratto.

Leggi anche:  Claudio Baglioni in concerto al Mediolanum Forum

Tra i vari fattori necessari contenuti nel contratto predisposto, è bene ricordarne alcuni di fondamentale importanza:

  • Generalità delle parti;
  • Descrizione dell’immobile;
  • Indicazione dell’importo del canone;
  • Modalità di versamento;
  • Durata della locazione.

Per quanto concerne le spese, le stesse devono essere obbligatoriamente divise tra locatore e conduttore e, ogni clausola che affermi il contrario è automaticamente nulla.

Disdire un Contratto Transitorio

Lato positivo del contratto transitorio è che non è necessaria la revoca del contrario. Ciò vuole dire che quando scade il periodo di locazione pattuito dalle due parti, cioè conduttore e locatore, automaticamente il contratto cessa di produrre effetti. In poche parole, l’immobile deve essere lasciato.

Risulta importante, negli interessi del proprietario, specificare le motivazioni della transitorietà del contratto in quanto, se alla scadenza del contratto l’ospite non libera la casa, esso si trasforma immediatamente e senza via di uscita un contratto a canone libero della durata 4+4 anni.

Guesthero

Siamo una società specializzata nella gestione di affitti a breve termine e tra i nostri servizi, un pacchetto di gestione completa disponibile nella città di Torino, Milano, Firenze e Liguria. In questo pacchetto offriamo al proprietario, oltre ai servizi online, servizi come pulizia dell’appartamento, cambio della biancheria, check-in e check out.

Per una valutazione della casa destinata agli affitti brevi contattaci. Scegliere di affittare casa per breve tempo e affidarne la gestione ad un’azienda competente, è la soluzione più sicura per un guadagno garantito. Guesthero opera con esperienza e professionalità proprio in tal senso, occupandosi dalla A alla Z di tutto ciò che riguarda gli affitti brevi.

Leave A Comment