Come trascorrere vacanza in famiglia a Venezia - Blog Guesthero free web hit counter

Chi al mondo non ha mai sognato Venezia, le sue gondole, il suo celebre carnevale?

Ma questa città non è solo la città dell’amore per eccellenza, dove milioni di coppie approfittano di ogni week end o festività per recarvisi in cerca di romanticismo; è un luogo eccellente infatti anche per una vacanza in famiglia, per avvicinare anche i più piccoli all’arte e alla poesia che solo questo capoluogo culturale può offrire. 

Vacanza in famiglia a Venezia: cosa vedere

Vi proponiamo quindi una lista di 7 cose da non perdere a Venezia uscendo dai luoghi comuni che riguardano questa perla veneta senza trascurare però le sue bellezze più gettonate, mete impedibili per le canoniche foto da appendere in salotto, che potranno conquistare anche i bimbi più pigri fan del passeggino.
[n1related i=”0″]

  • Piazza San Marco. È sicuramente il primo posto che viene in mente a tutti quando si parla di Venezia, la sua immagine più famosa. Non tutti forse sanno però che prima dell’arrivo delle reliquie di San Marco e la conseguente costruzione della Basilica a lui dedicata, questo spiazzo era semplicemente un enorme orto. Questa è l’unica area della città che ha il privilegio di essere chiamata ‘piazza’, mentre tutte le altre zone con questa caratteristica vengono chiamati ‘campi’. Negli anni della Serenissima Repubblica, qui si ospitavano fiere, tornei, processioni e la caccia ai tori, mentre ad oggi è circondata da bar e locali dove accomodarsi e godersi la vista.
  • Palazzo Ducale. È il palazzo a cui i veneziani sono più affezionati. Lo reputano come il custode e cuore pulsante della loro storia: è in piedi infatti da quando Venezia è stata ammessa allo stato italiano, superando le diverse dominazioni ed essendo danneggiato nel tempo solo da alcuni incendi che hanno portato alla sua ristrutturazione più volte. L’importanza politica del palazzo, che ha accolto i Dogi della storia della Repubblica, fu sottolineata da Napoleone Bonaparte quando, quando conquistò la città nel 1797, lo rese il centro della sua amministrazione.
  • Canal Grande. I veneziani lo chiamano ‘Canalazzo’ ma, a differenza di come può sembrare, non è un nome dispregiativo, ma solo il loro modo di identificare il Canal Grande. Questo attraversa Venezia per ben 4 chilometri dividendo in due parti distinte il centro storico della città. Se volete osservare ed ammirare la città da un punto di vista diverso facendo divertire i vostri bambini e mostrando la città sotto un’altra luce, partecipate al tour sul Canal Grande, che parte dalla stazione ferroviaria di Santa Lucia fino a Piazza San Marco. Godrete di uno scenario meraviglioso. Infatti i palazzi che si affacciano sul Canal Grande sono tutti rivolti verso il corso dell’acqua e hanno l’effetto di conquistare i turisti con l’ armonia delle loro costruzioni e gli stretti vicoli che lasciano intravedere. Quando il battello arriverà in Piazza San Marco, allora potrete capire perché Venezia è da sempre una delle città più amate e invidiate del mondo.
  • I Ponti di Venezia. Non è facile vederli tutti, dato che i ponti di Venezia sono ben 345, ma sicuramente non potrete fare a meno di notarne l’importanza dettata sia dalla praticità di dover collegare diverse zone fra loro, ma anche dall’amore che i veneziani nutrono per queste ‘mezze lune’ che si incontrano lungo i canali. Il più celebre è senza dubbio il ponte dei ‘Sospiri’, ma non tutti sanno che il suo nome NON deriva dai languidi sospiri degli innamorati che si giurano amore eterno, bensì da quelli dei condannati che venivano condotti nelle vicine carceri e, guardando per l’ultima volta la città, si lasciavano assalire dallo sconforto. Questo ponte si contende la fama con il Ponte di Rialto, che si affaccia imponente sul Canal Grande dominando la città, oggi coperto da arcate e affollatissimo in ogni periodo dell’anno di turisti e venditori.
  • Le Gallerie dell’Accademia. Queste gallerie ospitano la più ricca collezione di dipinti veneziani e veneti, dal trecento bizantino e gotico agli artisti del Rinascimento. Parliamo di maestri quali Giorgione, Veronese, Tintoretto, Tiziano, Canaletto, Francesco Guardi, Piero della Francesca e Leonardo da Vinci con must come l’Uomo Vitruviano, che però viene esposto raramente perché la luce scolorirebbe l’inchiostro.
  • Museo Peggy Guggenheim. È la collezione più prestigiosa italiana dedicata all’arte europea ed americana della prima metà del 1900. In questo museo potrete ammirare i capolavori di artisti internazionali che hanno segnato la storia come Pollock, Picasso, Kandinsky e Duchamp, ma anche firme italiane futuriste come quelle di Sironi, Carrà, un ritratto di Modigliani e diverse opere del metafisico de Chirico.
  • Isola di Murano. È una delle principali isole della laguna ed è famosa per la tradizione del vetro soffiato. Da secoli la vita di questa piccola isola ruota intorno alle fornaci in cui si realizzano oggetti di vetro venduti in tutto il mondo. I bambini adorano perdersi tra le bancarelle di questa isoletta, che diventa un unico grande e colorato mercatino.

Sembra un luogo perfetto per una gita in famiglia no?

L’unica cosa che ti ferma è che non riesci a trovare un appartamento che soddisfi le esigenze tue e della tua famiglia?

Da oggi non devi più preoccuparti! Su airbnb trovi una vasta scelta delle case in affitto breve a Venezia, gestite anche dal team di GUESTHERO, specializzato nella gestione di affitti, e parti senza pensieri.

Se possiedi invece una casa a Venezia e la vuoi affittare a breve, contattaci per una consulenza professionale.

Comments are closed.