Scegliere il guest: consigli per lo screening dei guests

Scegliere il guest: come fare, guida e consigli

Per la maggior parte degli host l’aspetto più difficile nella gestione di Airbnb è accettare l’idea di accogliere degli sconosciuti in casa. Il lato positivo è che Airbnb consente agli host di scegliere il guest a cui affittare la propria casa per brevi periodi, tramite la pubblicazione di profili e recensioni  oppure aprendo la piattaforma per la comunicazione tra gli utenti.

[n1related i=”0″]

D’altro canto però questo tipo di interazione è piuttosto superficiale e non può renderti un host pienamente fiducioso. E naturalmente, c’è quella sensazione di disagio che prova la maggior parte dei proprietari nel dare fiducia a persone che si incontrano su internet, per ovvi motivi… (nella foto sotto).

Per fortuna, ci sono modi per gli host come te per fare uno screening accurato dei guests e quindi per scegliere i guests quelli più affidabili, con i quali ti sentirai più a tuo agio, di conseguenza la tua interazione sociale con loro potrebbe essere positiva e potrai guardare questi sconosciuti come…beh un po’ meno sconosciuti.

Di seguito alcuni consigli per fare uno screening dei guests potenziali, consigli che dovrai tenere bene a mente in quanto ti accompagneranno durante tutta la tua esperienza da host sul sito di Airbnb.

Fai un elenco (e controllalo due volte)

Ci sono alcuni modi per farlo. Prima di tutto prepara una serie di criteri del guest ideale a cui ricorrere ogni volta che si verifica una richiesta di prenotazione su Airbnb.

Pensa agli standard dei guests come se dovessi reclutare uno staff e chiediti: su che tipo di persona potrei riporre fiducia  e aprirgli le porte di casa? Se sei un host alle prime armi o se stai lottando per trasformare le idee in parole prova ad approcciarti a questo esperimento immaginando colleghi, amici e familiari affidabili e poi deduci che cosa di queste persone ti porta a considerarle affidabili.

Tieni a mente che possono essere applicate le leggi sull’affitto equo, dunque ti sarà proibito aggiungere alla tua lista criteri di esclusione come: razza, origine, sesso e altri fattori di discriminazione.

Una volta redatta la lista dei requisiti del guest ideale potrai procedere allo screening su Airbnb. In un certo senso stai creando un’equazione che avrà come risultato un guest che tu sarai lieto di ospitare. Quindi attieniti ad essa, perché la matematica è l’unica vera scienza (così dicono).

Ora che sai che tipo di persona soddisfa i tuoi standard di guest ideale, hai bisogno di capire quali criteri di qualità dei profili dei guests di airbnb possono  rappresentare al meglio il guest che stai cercando.

Probabilmente cercherai il guest con il maggior numero di recensioni. O quello con il maggior numero di recensioni positive. O se il suo profilo si trova tra i primi risultati di ricerca.

Per quanto riguarda le qualità del guest che si sta cercando è importante trovare un modo per far si che queste siano chiare esplicitandole non solo tramite la piattaforma di messaggistica, ma anche sul tutto il sito di Airbnb.

“Non c’è motivo di avere un’esperienza anonima. Nel momento in cui le persone pubblicano la loro identità online, iniziano a costruire una reputazione. Improvvisamente si vive in un mondo senza estranei.”  Brian Chesky, CEO di Airbnb

Mentre non c’è modo per limitare le richieste di prenotazione in base a criteri personali come la social reputation, ci sono alcuni requisiti che il sistema di Airbnb consente di mostrare pubblicamente agli host.

In primis gli host hanno la possibilità di richiedere ai loro ospiti la verifica dei badge di identificazione, che conferma in sostanza, che i vostri ospiti sono chi dicono di essere.

(Se questa è una cosa che deciderai di richiedere, devi sapere che prima sarà necessario che il tuo badge sia già verificato). Questa sorta di azione contribuirà a scartare alcuni guests non qualificati prima di perdere tempo inutile nella loro valutazione.

Leggi anche:  Air Bed and Breakfast: gli utenti migliori

A questo punto puoi fare in modo di liberarti dell’intero processo di screening dei guests, dicendo a noi di Guesthero quali tra i criteri specifici da te determinati sono i più importanti quando selezioni un potenziale guest, in tal modo Guesthero scremerà e selezionerà i potenziali guests a partire dai criteri da te indicati.

Se invece preferisci continuare da solo il tuo processo di screening e andare un po’ più in fondo alla questione, probabilmente desideri ricevere dei consigli per saperti muovere al meglio all’interno di Airbnb.

Adesso che hai una guida per arrivare ad una lista delle qualità che deve necessariamente possedere il guest potenziale che usufruirà dell’affitto breve, potrai affidarti ai consigli di seguito per scegliere il guest in base alle sue qualità.

Come scegliere il guest ideale

  1. Profili completi, specialmente quelli con la foto. Qualsiasi utente di Airbnb che ha impiegato del tempo per completare il proprio profilo, dovrebbe essere considerato più serio rispetto a coloro che non hanno la briga di compilare tutte le informazioni del profilo.
  2. Sicuramente sarà un peso in più per te assicurarti che il guest abbia il badge identificativo verificato, ma questo non dovrebbe essere l’unico standard obbligatorio da richiedere come host.  Infatti dovrai controllare che il guest abbia fornito i requisiti minimi di identificazione come indirizzo e-mail e numero di cellulare. Questo ti darà una ulteriore conferma sul fatto che il vostro ospite non sia uno svitato.
  3. Connessioni con i social. Airbnb consente agli utenti di collegare il proprio account Facebook con l’account di Airbnb. Ti starai chiedendo, cosa c’è di fantastico in questo? Che adesso un host come te può scremare i guests tramite gli amici in comune e puoi attingere alle recensioni fatte all’interno della tua cerchia di amici. Ma Facebook non è tutto, infatti gli utenti potranno collegare anche gli account di Google + e Linkedin. Questo ti porterà a sentirti più fiducioso sulle identità degli ospiti potenziali che corrispondono alle tue caratteristiche.
  4. Fatta eccezione per i casi estremi Airbnb non rimuoverà le recensioni dei guests, a prescindere da quanto brutalmente onesti questi possano essere. Il punto di forza di Airbnb infatti è proprio quello di costruire la fiducia della community, quindi aspettatevi recensioni trasparenti e che raccontano molto sulla persona con cui potresti avere a che fare.

La nostra community è costruita su una grande quantità di fiducia, fiducia che fa in modo che gli host si sentano a proprio agio consentendo ai viaggiatori di essere ospitati nella loro casa, e fiducia che consente ai viaggiatori di  sentirsi appartenere  ad ogni luogo.Il fondamento di tale fiducia nasce dal nostro sistema di recensione.”

Gli utenti di Airbnb possono ricevere le referenze da colleghi, amici,           membri della famiglia, o da chiunque altro. Le referenze appaiono solo       se l’utente che scrive ha un profilo Airbnb, quindi se non ne vedete       alcuna non vuol dire che il vostro potenziale ospite non ne abbia nessuna.   Detto questo le referenze sono solo un altro modo per gli hosts per     scremare i potenziali guests in maniera più meticolosa e per imparare a   conoscerli sempre più a fondo tramite le fonti presenti online.

Leggi anche:  Siti simili a Airbnb: servizi offerti

Cosa evitare quando bisogna scegliere il guest

  1. Attenzione: i guests che cercano di fare affari o comunicare con l’host al di fuori dell’interfaccia di Airbnb, spesso sono indice di cattive notizie all’orizzonte. Airbnb infatti impone determinati termini e condizioni che sono progettate per proteggere i suoi utenti, eventuali transazioni esterne corrono il rischio di perdere queste protezioni e coperture. Inoltre Airbnb è un ambiente gratificante che consente agli utenti più affidabili di spiccare e prosperare sulla piattaforma. Se il tuo potenziale guest vuole lasciare questo bozzolo protettivo ci sarà un buon motivo (e sicuramente non è positivo!).
  2. Naturalmente parte del processo di screening richiederà qualche forma di comunicazione. Se i potenziali guests si rifiutano di rispondere a eventuali messaggi o domande, ti faranno comprendere molto probabilmente che saranno dei guests irresponsabili, disinteressati, ecc… Mentre questo potrà non sembrare un grosso problema  per l’ host quando sceglie un ospite, prova a considerare l’idea che non assumeresti mai un dipendente con queste qualità.
  3. Presta attenzione al tipo di informazioni che il guest ti dà durante la comunicazione. Se stai ricevendo domande sulla sorveglianza, presentazioni con i vicini, o qualsiasi altra cosa poco raccomandabile ti suggerisco di scartare prenotazioni di questo tipo. Se le risposte del vostro potenziale guest suonano strane, impreparate e incoerenti affidati al tuo istinto, le probabilità che tu lo possa ospitare saranno basse.

Chiedi e riceverai

Se non vedi ciò che ti piace o non ti piace ciò che vedi, tranquillizzati, non è ancora persa ogni speranza. Non devi buttare via ogni prenotazione che mostra segni d’allarme. Cerca invece di richiedere le risposte che stai cercando o di indagare sulle informazioni sospettose o poco chiare fornite dall’utente. Per esempio se stai visualizzando un profilo utente che sembra solido ma mancano uno o due criteri necessari chiedi a proposito di quei dettagli mancanti. In alternativa se il profilo è perfetto ma manca la verifica, è necessario che tu richieda al potenziale guest di farla. Se vedi una recensione negativa chiedi al guest di spiegarti l’accaduto dal suo punto di vista. Mentre un utente responsabile avrebbe già pubblicato una spiegazione, alcuni non prendono in considerazione questo escamotage fino a quando un host interessato non lo richiede.

FAI IL PASSO DECISIVO

Se non riesci ancora a prendere una decisione puoi prendere in considerazione di mettere in atto delle azioni preventive che ti aiuteranno nello screening del guest e a muoverti in avanti nella fase del processo decisionale (in alternativa puoi gettare la spugna in qualsiasi momento e lasciare che Guesthero finisca il lavoro al posto tuo). Per esempio se si richiede un deposito di sicurezza, potrai valutare la reazione del guest all’idea di pagare un alto tasso di anticipo (la caparra va restituita). Se il guest ti sta mettendo a dura prova su questo aspetto, possibilmente è un guest che non è all’altezza delle tue aspettative. Allo stesso modo se vi state accordando su pagamenti supplementari o particolari regole della casa e il guest mostra segni di opposizione vi converrà andare a cercare il vostro ospite altrove.

Come regola generale, approcciati al sistema con buon senso e soprattutto ascolta il tuo istinto. Comunicare prima della prenotazione è un’opportunità per stipulare al meglio il contratto di locazione breve. Se non hai un buon feeling con l’utente, semplicemente rifiuta la prenotazione.

In ogni caso Airbnb offre delle garanzie agli host contro alcuni danni dei guests irresponsabili. Se commetti un errore nella scelta dell’ospite non dovrai pagarne le spese. In definitiva è possibile utilizzare qualsiasi esperienza negativa per ottimizzare i criteri di scelta dei guests successivi.

Comments are closed.