Come iniziare a fare l'host su Airbnb: guida - Guesthero

Come iniziare a fare l’host su Airbnb: guida

In questo articolo analizzeremo come iniziare a fare l’host su Airbnb, vale a dire, come avviare la propria attività di affitto breve. Sui principali siti quali Airbnb e Booking troviamo questi annunci di affitti brevi o turistici. Essere un host vuol dire, quindi, essere un proprietario di immobili disponibili per la locazione volti ad ospitare inquilini da ogni parte del mondo. Vediamo, quindi,  come è possibile diventare un host avendo a disposizione una casa da poter mettere a reddito. Infatti, ciò che vogliamo qui comunicare ai nostri lettori, è che non è sufficiente avere a disposizione un appartamento per diventare host.

Bensì, il tempo da dedicare all’attività non è poco, anzi, si tratta di una vera e propria attività che richiede tempo e continuo monitoraggio delle prenotazioni. É proprio il monitoraggio dell’attività la chiave principale per diventare un buon host: bisogna sempre controllare che non ci siano più prenotazioni per uno stesso periodo e che, quindi, non si vada in overbooking.

Aprire il proprio Airbnb: diventare l’host di casa

Diventare un host vuol dire avere uno o più immobili pubblicizzati sulle principali piattaforme turistiche, tra cui la principale Airbnb. Il primo passo da definire è capire quanto tempo si ha a disposizione. Come affermato prima si tratta di un’attività che porta via molto tempo tra creazione dell’annuncio, shooting fotografico, gestione dei calendari, pulizia, manutenzione e molto altro ancora. La scelta quindi è decidere se fare di questa l’attività principale di guadagno in modo tale da poterci dedicare il tempo necessario. Se così non fosse, se questa costituisse un’attività secondaria, allora sarebbe meglio affidarsi a chi lo fa di mestiere, ossia  esperti property manager. 

Leggi anche:  Come avere un account Airbnb Plus

Per come iniziare a fare l’host su Airbnb, gli step da seguire fondamentalmente, tanto se si è in proprio quanto se si decide di affidarsi ad esperti, sono sempre gli stessi.

Valutazione dell’immobile

Per prima cosa bisogna capire a quanto è possibile affittare la casa, vale a dire il prezzo per notte. Per farlo è necessario guardare alle caratteristiche principali dell’immobile: quante camere ci sono, quanti bagni, che piano, se ci sono elettrodomestici o meno e soprattutto la zona. Inoltre, se necessario, il proprietario deve apportare delle migliorie all’immobile se questo risultata datato. Ciò che conta è sempre dare l’impressione di un immobile pulito, fresco e ben tenuto.

Creazione annuncio

Una volta valutato l’immobili e apportate eventuali migliorie bisognerà procede con la creazione dell’annuncio per diventare ufficialmente l’host della propria casa. La cosa che conta dell’annuncio è che sia quanto più possibile dettagliato e che le foto siano di alta qualità e facciano vedere bene come è composta la casa. Quindi, se si decide di procede in proprio, è fortemente consigliato assumere un professionista per poter fare un vero e proprio shooting fotografico. Poi, si procede con la creazione dell’annuncio previa registrazione sul portale di Airbnb. Dopo la registrazione, sarà possibile seguire passo dopo passo le linee guida indicate dallo stesso portale. Come detto sopra, è fondamentale fornire quanti più dettagli possibili: zona, elettrodomestici, come muoversi in zona e così via.

Gestione prenotazioni

Una volta che l’annuncio è stato inserito, si passa alla gestione del calendario. In questa sezione vi è la possibilità di bloccare date che non verrano rese disponibili ai guest, qualora fosse necessario mantenerlo libero per proprie esigenze. All’inizio saranno poche le prenotazioni, poiché l’annuncio è stato da poco inserito e poche saranno le recensioni presenti. Una volta che la casa verrà di volta in volta affittato, sempre più saranno le prenotazioni che arrivano.

Leggi anche:  Come cancellare prenotazione Airbnb: termini e condizioni

Gestione affitti brevi

Se non hai tempo per portare avanti questa attività e diventare l’host della tua casa, ma vuoi comunque guadagnare, la scelta migliore è quella di affidarti a Guesthero, esperto property manager hostche si occupa della gestione completa degli affitti brevi, a partire dalla selezione ospiti fino al check-in, check-out, servizio di pulizie, gestione fiscale, creazione annuncio e gestione dei prezzi. Contattaci per avere maggiori informazioni riguardo la gestione di affitti brevi.