Come fare check in check out Airbnb free web hit counter

Come fare check in check out Airbnb

Dare avvio ad una attività di affitto breve può essere decisamente emozionante per un proprietario di casa, soprattutto se questi decidesse di abbandonare la propria “vita precedente” per dedicarsi a tale attività in modo completo e come lavoro principale. In questo caso la sua presenza è fondamentale, soprattutto al momento di check in e check out.

Affitti brevi: come funziona

L’attività legata all’affitto breve è considerata un business piuttosto recente, nato una decina d’anni fa grazie all’invenzione della piattaforma di Airbnb, originata dalla necessità di due studenti appena laureati di recuperare qualche soldo grazie ad una stanza da affittare durante una fiera nella loro città. Da quel momento la piattaforma si è decisamente evoluta e il fatturato di questi tempi supera i sei zeri, vista la grande richiesta di case in affitto breve in tutto il mondo.

Il grande successo di Airbnb è dato oltre che dal prezzo accessibile dei soggiorni, anche dalla facilità di utilizzo dell’applicazione sia per i proprietari che per gli utenti finali.

Pubblicare un annuncio

Pubblicare un annuncio su Airbnb è senza dubbio la parte più divertente di questa attività. Una volta completate tutte le pratiche burocratiche, basterà accedere al portale e seguire le indicazioni e tutti i passaggi. Verranno richieste alcune informazioni sull’immobile come il numero di stanze, la fornitura e una breve descrizione. Inoltre sarà necessario caricare del materiale fotografico direttamente dallo smartphone e impostare il prezzo che si desidera ottenere ogni notte.

Prenotare un soggiorno

Per un ospite, prenotare un soggiorno è ancora più semplice. Una volta eseguito l’accesso sulla piattaforma sarà sufficiente impostare il numero di ospiti, le date desiderate e i servizi che si desidera richiedere come parcheggio, piscina o altro, in base alle proprie esigenze. Apparirà la lista degli appartamenti che si confanno alle esigenze, dopodiché basterà bloccare le date desiderate presso l’immobile preferito e pagare direttamente dalla piattaforma. Nulla di più semplice.

Leggi anche:  Affitta camere: come fare, informazioni e consigli

Proprietario: cose da fare 

Per un proprietario sono diverse le cose da fare nella gestione di Airbnb. Innanzitutto, la sua presenza sulla piattaforma è fondamentale, infatti il tasso di risposta migliorerà la visibilità del profilo: più velocemente si risponderà e più alto sarà il punteggio. Inoltre è importante bloccare le date in cui si desidera fruire personalmente dell’appartamento così da evitare spiacevoli incomprensioni con gli ospiti. Una volta ricevuta la prenotazione è importante preparare l’appartamento al meglio: un arredamento semplice e funzionale sarà gradito ma la cosa più importante è senza dubbio la pulizia. Gli ospiti danno a quest’ultima grande importanza e avere un appartamento molto pulito ti assicurerà una recensione a 5 stelle. Infine saranno certamente molto graditi i kit di benvenuto insieme, magari, ad una buona bottiglia di vino all’accoglienza.

check in check out

Check in e check out: come fare 

Il check in è il primo momento di incontro tra il proprietario e l’ospite ed auspicabilmente anche l’unico, se non si presentano particolari problemi. E’ fondamentale che il proprietario si presenti puntuale sotto casa per accogliere l’ospite che, probabilmente, non sarà esperto della zona. Sarebbe bello se potesse anche dare indicazioni su come raggiungere l’immobile, avvisando nel caso di blocchi del traffico o strade a senso unico. Dopo aver accompagnato l’ospite nell’appartamento è fondamentale spiegare bene il funzionamento di tutti gli elettrodomestici, gli infissi, la doccia. Della stessa importanza anche mostrare dove si trovano gli oggetti di prima necessità: carta igienica, sacchetti per la spazzatura, ferro da stiro e telecomando sono solo alcuni esempi. Ciò è fondamentale per non ricevere richieste ad orari improbabili senza potersi presentare.

Leggi anche:  Salone del mobile 2019: dove alloggiare?

Il check out è un momento altrettanto delicato. Se il proprietario di casa avesse tempo, sarebbe buona cosa presentarsi personalmente al momento del check out per controllare lo stato dell’immobile ed eventuali danni imputabili o meno agli ospiti. In molti casi però, per varie ragioni ciò non è possibile, quindi molti proprietari decidono di dare indicazioni ai propri ospiti circa la modalità di check out. La più diffusa è quella di lasciare le chiavi sul tavolo e chiudere la porta alle proprie spalle.

Property management

Nel caso in cui il proprietario non avesse tempo di occuparsi personalmente dell’accoglienza dell’ospite, può affidarsi ad una società di intermediazione che si occupi di questo per lui. Si tratta delle cosiddette società di property management, appunto gestione immobiliare, che si occupano di tutto dalle pulizie al check in e check out.

 

2 Comments

  1. felice-Reply
    7 agosto 2019 at 13:05

    vero, check-in e check-out sono importanti per buone recensioni.
    vi leggo sempre, ottimo blog

    • Redazione Guesthero-Reply
      7 agosto 2019 at 13:06

      Siamo d’accordo con te Felice, grazie per leggere sempre il nostro blog

Leave A Comment