Come diventare Co Host: mansioni e ambiti di pertinenza free web hit counter

Come diventare Co Host: mansioni e ambiti di pertinenza

La gestione appartamento in affitto può risultare complicata per una persona che lavora tutti i giorni e non dispone di abbastanza tempo per dedicarsi alla cura del suo appartamento e degli ospiti. Per questo motivo ingaggiare un co host potrebbe rivelarsi molto conveniente: chi è e cosa fa un co host? Scoprilo insieme a Guesthero, società specializzata nella gestione affitti brevi.
[n1related i=”0″]

Profilo di un Co Host Airbnb

Il Co Host si occupa di dare una mano al proprietario di un appartamento in affitto, aiutandolo nella gestione dell’annuncio, dell’appartamento (gli spazi, l’arredamento, i servizi ecc.) e gli ospiti. La scelta dell’aiuto fornito consentirà di determinare insieme all’host un compenso.

co host

Quali sono le mansioni?

Una volta scelto il co host che aiuterà il proprietario dell’appartamento in affitto, dovranno essere scelti i compiti che dovrà svolgere:

  • cura dello spazio per l’arrivo degli ospiti: se l’attività di locazione è appena iniziata e non si ha mai affittato prima il co host, esperto, può dare dei consigli (es. arredamento personalizzato, accessori).
  • creazione annuncio: si possono occupare di realizzare annunci sui portali di affitto come Airbnb e Booking
  • gestione della messaggistica con gli ospiti: le risposte che vengono date alle richieste degli ospiti influiscono poi molto sulle recensioni. Il co host si deve occupare di rispondere con tempestività e con gentilezza.
  • accoglienza ospiti: accogliere gli ospiti aspettandoli per consegnare loro le chiavi
  • assistenza dell’ospite durante il soggiorno: se ad esempio l’ospite nell’appartamento riscontra un problema perchè non funziona il gas, sarà compito del co host contattare qualcuno per risolvere il guasto
  • controllo e risposta delle recensioni: controllare le recensioni che vengono lasciate è un compito molto importante perchè vanno ad incidere sulla valutazione generale, ma è anche importante recensire l’ospite
  • mantenimento relazioni con Airbnb: questa figura terrà un rapporto diretto con la gestione clienti di Airbnb e in caso di problema metterà in contatto il proprietario.
Leggi anche:  Turismo esperienziale: nuova opportunità per affitti brevi Milano

Come diventare Co host

I proprietari degli appartamenti in affitti possiamo dire che si dividono in due tipologie:

  • coloro che sanno fare gli host e vorrebbero gestire più appartamenti
  • coloro che invece non hanno buone capacità o non hanno abbastanza tempo a disposizione da dedicare all’attività.

Per diventare un co host non è necessario essere dei professionisti, o altro. Questa figura può essere assunta da un familiare del proprietario, un amico, una persone del palazzo in cui si trova l’appartamento ecc.

Come avviene il pagamento?

Il pagamento per il lavoro svolto dal co host su Airbnb avviene automaticamente una volta che è stato inserito nell’annuncio. La somma che verrà versata al co host verrà stabilita prima con il proprietario. Se ad esempio un appartamento viene affittato a 50€ a notte per tre notti e al co host viene riconosciuto il 30% della prenotazione:

  • prenotazione di 3 notti per  150 €
  • il co host guadagnerà 45 €
  • il proprietario avrà un guadagno netto di 105 €

co host

Affitta il tuo appartamento con la formula affitti brevi

La tipologia degli affitti brevi è una formula azzeccata per chi vuole affittare il proprio appartamento per brevi periodi. Questa tipologia di affitto prevede un soggiorno minimo di 2 notti ad un massimo di 29. Il mercato degli affitti brevi sta registrando nell’ultimo periodo un vero e proprio aumento. Il motivo è semplice, le persone amano spostarsi nel weekend, che sia al mare, in montagna o in una città d’arte.

Anche gli eventi come i concerti, le mostre, i saloni ecc. attirano un gran numero di persone. Queste persone, alla ricerca di un alloggio si fermeranno nella città dell’evento solamente per pochi giorni. Questo consentirà al proprietario di godere di una maggiore flessibilità e di avere a disposizione il suo appartamento quando più o desidera.

Leggi anche:  Concerto Coldplay San Siro 2017: Dove dormire?

Scegli il property manager giusto

Se non riuscite a trovare nessuno tra i vostri familiari o conoscenti che vi possa dare una mano nella gestione dell’attività di locazione, allora la vostra soluzione può essere quella di rivolgersi ad una figura competente nel settore. I property manager si occupano di gestire gli appartamenti che gli vengono affidati prendendosi cura sia della gestione online che fisica.

Guesthero

Guesthero è un’azienda specializzata nel settore degli affitti brevi, che ha a cuore gli appartamenti in affitto dei suoi clienti. Il team di Guesthero si impegna per garantire una maggiore visibilità degli annunci pubblicandoli sia su Airbnb che su Booking, così da incrementare il numero delle prenotazioni.

Servizi offerti

I servizi che vengono offerti si differenziano in due pacchetti: all inclusive e standard. Nel caso invece, il proprietario dell’appartamento riesce a gestire l’attività senza problemi ma vorrebbe avere un’assicurazione, oppure l’unica cosa di cui non riesce ad occuparsi è relativa alla pulizia, Guesthero offre:

Contattaci se sei interessato, fisseremo un appuntamento per valutare il tuo immobile

 

 

Comments are closed.