Come creare annunci su Airbnb - Guesthero

Come creare annunci su Airbnb è spesso una delle domande più cercate da parte di quei proprietari che hanno a disposizione appartamenti da voler mettere in affitto entrando, così, nel business degli affitti brevi. Infatti Airbnb, insieme a Booking, è uno dei player principali nel mercato degli affitti turistici, ossia non superiori ai trenta giorni. Ma avere un immobile da affittare non è sufficiente; bisogna sapere infatti creare un bell’annuncio, in grado di stimolare l’interesse dei potenziali ospiti. Di seguito spieghiamo gli step necessari per dar vita ad un annuncio ben strutturato, insieme ad alcuni trucchi che aumentino la visibilità del tuo immobile. Così facendo, le richieste aumenteranno e i guadagni saranno assicurati.

Step per la creazione di annunci: registrazione

Prima di tutto è necessario registrasi. Per farlo basta cliccare su “Registrati” in alto a destra nella home page. Airbnb da, inoltre, la possibilità di registrarsi direttamente con l’account Gmail o Facebook già esistente! Altrimenti ci si registra partire da zero: inserire nome, cognome, data di nascita e indirizzo email.

Inserimento annuncio Airbnb

Una volta registrati lo step successivo è quello dell’inserimento dell’annuncio. Si parte cliccando su “Inserisci il tuo annuncio”, bottone posizionato in alto a destra della pagina iniziale. Una volta cliccato, seguiranno tutta una serie di campi da compilare, il tutto abbastanza intuitivo. Tuttavia illustriamo di seguito le principali fasi dell’operazione.

Tipo di alloggio

Questo è il titolo della prima sezione dove Airbnb chiede al proprietario di specificare il tipo di immobile che si intende mettere in affitto. Ecco, di seguito, le seguenti opzioni:

  • casa: se si tratta di casa indipendente oppure di una villa
  • appartamento: nel caso, appunto, di un appartamento oppure di una villa plurifamiliare
  • bed&breakfast: quando sono diverse le stanze affittate all’interno di uno stesso edificio e il servizio della prima colazione è incluso
  • altro: è una categoria residuale, pertanto vi ricadono tutti quei tipi di immobili che non fanno parte della categoria precedente, come chalet, roulotte o molto altro
Leggi anche:  Airbnb garanzie ospite: quali le più importanti

Tipologia di stanza

Questa fase consiste nel definire il tipo di di indipendenza che verrà garantita all’ospite. Ancora una volta Airbnb va incontro ai proprietari fornendo spiegazioni per ogni voce.

  • stanza privata: questa impostazione va messa qualora il proprietario decidi di affittare solo una stanza o una parte della casa. Oltre allo spazio che sarà esclusivamente dedicato all’ospite, questi potrà ovviamente accedere alle zone comuni , come cucina, bagno e salotto.
  • casa intera: soluzione in cui l’intero alloggio è destinato solo ed esclusivamente ad accogliere i tuoi ospiti, pertanto la presenza del proprietario non sarà ammessa.
  • stanza condivisa: caso nel quale vi è già un inquilino e il nuovo ospite accetta di condividere non solo gli spazi comuni, ma anche la camere dove dormire.

Può ospitare

In questo passaggio necessario nella guida “come creare annunci su Airbnb”, si specifica il numero di ospiti che l’alloggio può contenere. Il numero corrisponde a quante persone possono effettivamente dormire nella casa, considerando anche divani letti.

Luogo dove è ubicato l’appartamento

In questo step si specifica dove si torva la casa e lo stesso Airbnb suggerirà l’ubicazione esatta, a mano a mano che scrive la località.

Step successivi

Gli step successivi consistono nell’indicare tutte le caratteristiche dell’appartamento, fornendo anche una descrizione dell’appartamento. Di fondamentale importanza è inoltre l’inserimento di foto di alta qualità, che immortalino l’immobile ben ordinato e pulito a dovere. Le foto giocano un ruolo fondamentale, pertanto affidarsi a un fotografo esperto può essere un’ottima scelta.

Affida a Guesthero la gestione airbnb

A proposito di questa popolare piattaforma, puoi decidere di. affidare il tutto a Guesthero, una società che si occupa di offrire ai proprietari di casa un servizio per gestire in maniera completa l’affitto per brevi periodi (a partire dalla creazione e gestione annuncio online su più piattaforme fino all’accoglienza e alle pulizie).

Leggi anche:  Vivere di airbnb: come fare