Come aprire casa vacanze? Guida e consigli free web hit counter

Come aprire una casa vacanze? Guida e consigli

In questo articolo Guesthero ti spiega come fare ad entrare nel business degli affitti brevi affittando il tuo appartamento a turisti e lavoratori che vengono in città, nello specifico come aprire casa vacanze, ovvero quali sono i requisiti da rispettare, quando l’attività figura come imprenditoriale e quali sono i documenti da presentare nel caso di casa vacanze a Milano.

Casa vacanze: cos’è e come funziona?

Secondo la normativa vigente (art. 53 Codice del Turismo), una casa vacanze è un immobile del tipo appartamento, villa, loft e ad oggi anche castelli, che il proprietario affitta a turisti, per un periodo breve, ovvero da 2 a 29 notti.

A seconda del luogo in cui l’appartamento si trova questo permette di renderlo più appetibile.  La casa vacanze diventa un’alternativa economica alle costose strutture alberghiere anche in quei posti dove non ci sono bellezze naturali particolari, ma sono caratterizzate da feste o eventi come concerti o fiere che attirano migliaia di turisti.

Una casa vacanza rappresenta una struttura ricettiva a tutti gli effetti, così come gli hotel, gli alberghi, i camper, i soggiorni in tenda, e può essere gestita in due forme differenti:

  • Non imprenditoriale: attività occasionale in cui non c’è l’obbligo di aprire la partita IVA. L’attività non imprenditoriale richiede i seguenti requisiti tra cui possedere al massimo tre case vacanza  e l’attività turistica che viene interrotta per almeno 90 giorni (anche non consecutivi).
  • Imprenditoriale: quando è organizzata in maniera stabile, continuativa a professionale. In questo caso bisogna aprire la partita IVA.

Casa vacanze normativa: cosa fare?

Tralasciando il fatto che si tratti di attività imprenditoriale o non, chi possiede una casa vacanze, con partita IVA o non, deve rispettare diversi obblighi. Si prendono di seguito ad esempio i passaggi che il proprietario deve seguire nel caso in cui l’appartamento si trovi a Milano:

  • Dichiarazione di avvio dell’attività di casa vacanza al Comune di Milano CAV (Casa appartamento vacanza) registrazione da effettuarsi tramite il portare SUAP (Sportello Unico Attività Produttive), che necessita di iscrizione.
  • registrazione ospiti alla Questura di Milano: tramite l’accesso al Portale Alloggiati Web della Polizia di Stato, compilando un modulo con i dati personali degli ospiti, entro 24 ore dall’arrivo degli ospiti. I dati anagrafici vengono inseriti nella Schedina Alloggiati della Polizia di Stato entro 24 ore dall’arrivo, in modo da segnalare le persone che alloggiano nella struttura.
  • Comunicazione dei flussi turistici alla Regione. Da inoltrare entro il quinto giorno di ogni mese.
  • Raccolta della tassa di soggiorno. La tassa di soggiorno per le CAV varia di città in città (la tassa soggiorno Milano, ad esempio, ammonta a €2 a notte). Alla raccolta segue il versamento della tassa di soggiorno al Comune entro il 15 del mese successivo a quello di interesse.
Leggi anche:  Ponte del 1 maggio a Milano, come scegliere l'appartamento

In caso di inadempienza del proprietario ci sono sanzioni molto severe tra cui l’arresto fino a 3 mesi o una multa per un importo fino a 206 euro, a cui si aggiungono la sospensione temporanea dell’attività e l’aggravante previsto dall’art. 81 c.p. se violi la legge più volte (reiterazione).

Come aprire casa vacanza a Milano?

La normativa che regola le case vacanze a Milano è composta dalla Legge Regionale n. 27 del 1 ottobre 2015 e dal Regolamento attuativo n. 7 del 5 agosto 2016, le quali stabiliscono che:

  • nella casa vacanze devono essere obbligatoriamente esposti, in luogo con visibilità elevata, ad esempio affissi alle porte, i prezzi massimi applicabili in lingua italiana e altre due lingue straniere, che possono però subire variazioni in presenza di eventi come il salone del mobile.
  • il proprietario può anche essere domiciliato o residente nella casa vacanza
  • per avviare l’attività, il proprietario deve presentare al Comune dove si trova la casa, la Comunicazione di apertura dell’attività di casa vacanza e una planimetria dell’immobile .
  • obbligo di stipulare una polizza assicurativa di responsabilità civile verso i clienti
  • scegliere come gestire la casa vacanze, sia in forma imprenditoriale sia in forma non imprenditoriale (senza partita IVA)

Casa vacanze vs Bed and breakfast: quali differenze

Se hai un appartamento sfitto e sei interessato all’apertura di una casa vacanze per affittare a breve termine, devi sapere che esiste una differenza tra questa tipologia di struttura e il bed and breakfast. Spesso, infatti, viene fatta molta confusione mettendo sullo stesso piano le due formule, che in realtà presentano alcune importanti differenze.

Scegliendo di aprire un Bed and Breakfast si deve considerare che tale struttura richiede una maggiore presenza del gestore nell’abitazione, che deve predisporre giornalmente il necessario per la colazione. La soluzione della casa vacanze è invece meno vincolante per il proprietario. Nella pratica della gestione, gli unici compiti del proprietario consistono nell’accoglienza, check in e check out, ed effettuare pulizia alla fine di ogni soggiorno, mansioni queste, che lo stesso può esternalizzare ad agenzie apposite, per esempio affidandosi a un intermediario come Guesthero.

Leggi anche:  Affitti brevi Airbnb: servizio pulizie

Gestione casa vacanze Guesthero

Hai ricevuto tutte le informazioni su come aprire una casa vacanze ma vuoi sentirti più leggero nella gestione del tuo airbnb? Rivolgiti a Guesthero, specializzato nella gestione airbnb e booking.com di appartamenti e case vacanza. Contattaci per ricevere una valutazione del tuo immobile e per conoscere nello specifico i nostri servizi di gestione. tra i numerosi servizi svolti quello completo di Gestione affitti brevi che comprende

  • creazione annuncio sui portali airbnb booking.com
  • shooting fotografico
  • gestione calendario prenotazioni, gestione pagamenti
  • strategia di prezzo
  • accoglienza ospiti
  • pulizie professionali
  • cambio biancheria bagno e da letto
  • assicurazione
  • gestione burocrazia

Contattaci per saperne di più!

Comments are closed.