Come aprire Bed and Breakfast: requisiti, normativa

Come aprire Bed and Breakfast: requisiti, normativa

Il boom di cui stanno godendo gli affitti brevi sta facendo nascere nuove opportunità di business in tutta Italia. Se vuoi sfruttare l’onda positiva degli affitti brevi e, se hai i requisiti necessari, potresti approfittarne per aprire un Bed and Breakfast.

Scopri insieme a Guesthero, l’esperto degli affitti brevi, i trucchi e i segreti per aprire un Bed and Breakfast di successo! I nostri consigli si applicano a tutte le zone dell’Italia.

Bed and Breakfast: cos’è?

Il Bed and Breakfast, detto anche Bed&Breakfast e abbreviato con la terminologia B&B, è una formula di casa vacanze molto popolare nei paesi anglosassoni. Si tratta di un servizio che comprende pernottamento e prima colazione nella struttura prescelta per il soggiorno. Per la sua semplicità è la formula di viaggio prediletta dai più giovani. Rappresenta una modalità di viaggio spartana e allo stesso comoda, che offre i servizi essenziali al viaggiatore con costi contenuti

Perché aprire un Bed&Breakfast

L’attività di  B&B si adatta quasi a chiunque. In particolare si addice a tutti gli amanti del viaggio. Ospitare viaggiatori provenienti da tutto il mondo può essere un’esperienza che arricchisce molto i proprietari a livello emotivo e culturale.

Aprire un Bed and Breakfast in una città d’arte italiana può fruttare grandi somme dal momento che in questi ultimi anni si è diffusa molto la sharing economy che ha portato, come conseguenza anche l’house sharing. L’house sharing fa riferimento all’attività che comporta l’apertura della casa di un singolo individuo a turisti e visitatori per una o più notti consecutive. Portali come Airbnb, Booking e Homeaway hanno favorito la diffusione di questo modello.

Leggi anche:  Wimdu Affitti brevi: come funziona

Il mondo è pieno di turisti che non vedono l’ora di visitare la bellissima Italia e che sarebbero più che felici di alloggiare in un Bed and Breakfast dall’aria tipicamente italiana.

Non servono grandi spazi, ma è indispensabile che sia tutto in regola.

Bed and Breakfast

L’impegno

Prima di tutto è necessario tenere conto del fatto che questo genere di attività richiede la presenza quasi continua del proprietario o di un assistente per la gestione degli ingressi (chek-in), uscite (check-out) e pulizie. Tuttavia, se si dispone di un collaboratore fidato, come potrebbe essere un’azienda di gestione degli affitti brevi come Guesthero, il lavoro diventa molto meno gravoso e più piacevole. In questi casi è possibile delegare mansioni come pulizie e cucina ad aziende o lavoratori esterni.

I Bed and Breakfast offrono un servizio molto semplice e quini spesso anche economico. Molti viaggiatori sono alla ricerca di B&B economici, per questo è comunque semplice per i proprietari ottenere grandi profitti con piccole spese.

Come aprire Bed and Breakfast: requisiti

Aprire un B&B non è un processo complesso. I requisiti per un B&B variano in base alla regione e provincia in cui si trova l’immobile, tuttavia esistono alcune regole comuni a tutti, di seguito riportati:

  • Il primo passo per aprire un Bed and Breakfast (non importa di quale tipo) è quello di aprire la SCIA, cioè la segnalazione certificata di inizio attività. La SCIA è una pratica attraverso la quale il proprietario notifica al comune l’inizio della propria attività come struttura di affitti brevi
  • E’ indispensabile la comunicazione dei prezzi minimi, massimi e delle date di apertura della struttura. Tale comunicazione deve essere fatta alla provincia/regione ed è anche obbligatorio esporre tali informazioni all’interno della struttura
  • Sono richieste dalle 3 alle 6 camere per poter aprire un B&B. Fino ad un massimo di 6/20 posti letto
  • Le stanze devono essere arredate con gli elementi essenziali per il pernottamento: letto, lampada, comodino etc
  • I requisiti minimi di grandezza per le stanze sono di 8 metri quadrati per le singole e 14 metri quadrati per doppie
  • Conformità con le norme di sicurezza, edilizie, igieniche degli impianti di luce, gas e riscaldamento
Leggi anche:  Modello RLI: istruzioni affitti brevi

Normativa Bed and Breakfast

La legislazione Bed and Breakfast è molto vaga. Infatti, le normative in tema non identificano l’attività di B&B come un’attività imprenditoriale. Per tale motivo non si è costretti ad aprire la partita IVA. In questo caso è necessario, per legge, fare delle pause, anche non continue, durante l’esercizio dell’attività.

La tematica legislativa in merito ai Bed and Breakfast è molto labile e la differenza tra un’attività familiare o imprenditoriale è molto labile.

Differenza tra Bed and Breakfast e Affittacamere

L’attività di Affittacamere, detta anche Guest house  si distingue dall’attività di B&B per alcuni elementi.

La differenza sta nel fatto che le Guest house sono adibite per accogliere molte più persone e infatti possono avere fino a 6 camere distribuite su più appartamenti all’interno di uno stesso stabile.

In virtù della natura continuativa e imprenditoriale delle Guest house, la normativa fiscale e legislativa a riguardo è molto più dettagliata e ne è prova il fatto che è richiesta anche la partita IVA.