Come affittare senza contratto: sanzioni - Guesthero

Come affittare senza contratto: sanzioni

Se la tua domanda di partenza era: “come affittare senza contratto?”,la prima cosa che devi sapere è che si tratta di una procedura illegale.
Tuttavia è sufficiente sapere che per affittare senza contratto è sufficiente non iscrivere il contratto presso l’Agenzia delle Entrate.

Nel seguente articolo approfondiremo la tematica del come affittare senza contratto. prima però dobbiamo fare chiarezza e capire bene cos’è l’affitto senza contratto. L’Affitto di un immobile senza contratto c.d “affitto in nero” si ha quando tra proprietario e inquilino non esiste un contratto stipulato in forma scritta e regolarmente registrato all’Agenzia delle Entrate.

Affittare immobile obblighi

come affittare senza contrattoLa legge stabilisce, infatti, che il proprietario (locatore) dell’immobile è tenuto a registrare il contratto di affitto entro 30 giorni dalla sua stipulazione, altrimenti questo si considera “in nero”. L’obbligo di registrare il contratto grava sul proprietario.  La legge però prevede anche che l’inquilino (o gli inquilini) sono responsabili in solido con lui dal punto di vista fiscale in quanto “complici” dell’evasione ai danni dell’Agenzia delle Entrate e, per questo, passibili di sanzioni fiscali.

Anche l’inquilino, quindi, può ricevere la cartella esattoriale nella quale viene intimato di pagare dell’imposta di registro omessa e, in caso di mancato pagamento, rischia che gli vengano pignorati i beni di sua proprietà.

Praticamente la legge considera proprietari e inquilini “debitori in solido” dell’imposta di registro nei confronti del Fisco, ciò vuol dire che il Fisco può chiedere il pagamento dell’imposta di registro evasa indifferentemente all’uno o all’altro.

Leggi anche:  Affitti brevi Torino: dove conviene investire

Affitto senza contratto sanzioni

Le sanzioni previste per evasione fiscale si applicano quando il contratto non è regolarmente registrato (mancata registrazione) e quando prevede un canone inferiore rispetto a quello che viene effettivamente corrisposto anche se è regolarmente registrato (registrazione mendace).

E’ possibile regolarizzare in ogni momento l’affitto “senza contratto” tramite il c.d. ravvedimento operoso : basta che il proprietario dell’immobile proceda alla registrazione del contratto anche dopo il termine di 30 giorni stabilito per legge o corregga il canone inferiore dichiarato.

Con questo atto, locatore e inquilino regolarizzano la propria posizione nei confronti del Fisco e ottengono notevoli sconti sulle sanzioni fiscali conseguenti all’affitto in nero. L’importo da sottrarre varia in base ai giorni di ritardo:

  • più di 30 giorni di ritardo: sanzione pari al 6% con l’importo minimo di 20 euro;
  • più di 90 giorni di ritardo: sanzione pari al 12% dell’importo;
  • oltre un anno di ritardo: sanzione del 15%;
  • ritardo compreso tra più di un anno e meno di due anni: sanzione pari al 17,14%;
  • oltre 2 anni di ritardo: sanzione pari al 20%,.

Nullità del contratto di affitto senza contratto

Oltre alle sanzioni fiscali il contratto di affitto in nero produce altre conseguenze giuridiche. La prima, dalla quale peraltro derivano tutte le altre, è la nullità dell’accordo orale oppure del contratto scritto ma non registrato. Tale accordo si considera, pertanto, come se non fosse mai stato concluso e nessuna clausola ha valore.

L’invalidità della clausola sulla durata comporta che: l’inquilino è libero di lasciare l’appartamento in qualsiasi momento, senza preavviso e senza adeguate ragioni; mentre il proprietario (considerato il vero responsabile dell’evasione) deve rispettare il contratto come se fosse valido garantendo i diritti dell’inquilino.

Leggi anche:  Affitti annuali Milano: guida

Inoltre l’inquilino, poiché il contratto è invalido, potrebbe smettere di pagare i canoni di affitto e chiedere la restituzione di quelli già versati fino a sei mesi dopo l’abbandono dell’immobile e non è neanche tenuto a pagare i cosiddetti oneri accessori (le spese condominiali) che gravano su di lui; mentre il proprietario, poiché il contratto è invalido, non può intimare lo sfratto all’inquilino né in caso di morosità, né alla cessazione della locazione ma deve agire con una procedura più lenta, lunga e costosa: l’occupazione senza titolo.

Guesthero

Affittare un immobile e ricavarne del guadagno non è un’attività semplice. è richiesta abilità, competenza e soprattutto dedizione. E’ per questo che nasce Guesthero, il property manager al tuo servizio. Ci occuperemo di tutti gli aspetti relativi al tuo affitto: gestiremo il rapporto con gli inquilini, pubblicheremo gli annunci sui portali, ci occuperemo delle pulizie a contratto terminato e sbroglieremo tutti i cavilli burocratici.

Cosa aspetti? Scegli Guesthero per la gestione del tuo affitto transitorio. Contattaci per saperne di più.