Cedolare secca 2018: cos'è e come funziona free web hit counter

Cedolare secca 2018: cos’è e come funziona

 Guida sulla cedolare secca.

Che cos’è la cedolare secca?

Dal 1° giugno 2017, è stata introdotta una nuova disciplina fiscale per i contratti di locazioni brevi, stipulati da persone fisiche al diffusori dell’esercizio d’attività d’impresa, compresi anche i contratti stipulati da intermediari.
[n1related i=”0″] Per locazioni brevi si intendono gli affitti di immobili ad uso abitativo, in Italia, con durata non superiori  i 30 giorni, quindi non soggette a registrazione.

Sono interessati alla nuova disciplina anche i contratti che prevedono la prestazione di servizi accessori come la fornitura di biancheria, la pulizia dei locali, la concessione dell’utilizzo delle utenze telefoniche e del wifi. Può trattarsi anche di altri contratti come la sublocazione, il comodato a titolo oneroso, le locazioni di singole stanze di un’abitazione, sempre della durata massima di 30 giorni.

Quanto si paga?

Ai redditi derivanti dai contratti di locazione breve stipulati a partire dal 1° giugno 2017 si applicano, su scelta del locatore, le disposizioni in materia di “cedolare secca sugli affitti”, cioè il regime di tassazione previsto dall’articolo 3 del decreto legislativo n. 23/2011.

In sostanza, il proprietario dell’immobile (o sublocatore o comodatario) può scegliere di assoggettare il reddito che ricava dall’affitto a un’imposta che sostituisce l’Irpef, le relative addizionali e, se il contratto viene registrato, le imposte di registro e di bollo.

L’aliquota dell’imposta sostitutiva (21%) va applicata sull’intero importo del canone indicato nel contratto.

Per riassumere, con quale contratto si può scegliere la cedolare secca?

  • contratti di locazione breve, cioè non superiori ai 30 giorni
  • la data di stipulazione del contratto non è antecedente al 1° giugno 2017
  • i contratti di locazione breve devono riguardare solo le unità immobiliari (locate anche per finalità turistiche) a uso abitativo (categoria catastale da A1 a A11, escluso A10), situate in Italia, e loro pertinenze
  • possono prevedere anche servizi accessori
  • le parti sono persone fisiche
  • la cedolare secca sostituisce l‘IRPEF,  le relative addizionali e, se il contratto viene registrato, anche le imposte di registro e di bollo

Hai un appartamento sfitto, vuoi affittarlo per brevi periodi ma non hai il tempo per gestire tutto?

Affidati a Guesthero per la gestione degli affitti brevi:

  • creazione dell’annuncio online,
  • ottimizzazione del profilo,
  • gestione delle prenotazioni,
  • selezione dell’ospite,
  • check-in e check-out,
  • fornitura biancheria bagno e camera e pulizia,
  • manutenzione e infine comodi pacchetti assicurativi per garantirvi la massima comodità e sicurezza.
Leggi anche:  Affitto breve: come fare, guida e consigli

Comments are closed.