Casa vacanze: normativa fiscale da conoscere free web hit counter

Casa vacanze: normativa fiscale da conoscere

Affittare la propria casa con un contratto breve non è difficile ma è necessario informarsi bene sulla prassi da seguire per essere in regola.

Casa vacanze: definizione e obblighi da seguire

I contratti di affitti brevi sono una delle tendenze più diffuse ultimamente, in quanto permettono di alleggerire notevolmente i costi della proprietà dell’immobile e di gestione. Si tratta di un contratto conveniente anche dal punto di vista dell’ospite, che può in questo modo prendere in affitto una casa per un periodo di tempo limitato rispetto agli affitti standard 4+4.
[n1related i=”0″] L’affitto breve turistico permette un massimo di 29 notti di alloggio per ospite. Essendo un periodo breve di permanenza, il contratto non necessita di essere registrato presso l’Agenzia delle Entrate e inoltre permette di usufruire della cedolare secca. La cedolare è un metodo di riscossione alternativo al classico Irpef, che permette di risparmiare essendo fissa al 21%.

Per non incorrere in spiacevoli situazioni è fondamentale che il proprietario dell’immobile si assumi tutte le responsabilità dovute, quali il pagamento delle imposte che rimangono a suo carico come bollette e Imu, la consegna dell’immobile in buono stato e esente da vizi, e il pagamento delle spese straordinarie. Ulteriore obbligo del proprietario è la riscossione della tassa di soggiorno agli ospiti, oltre al prezzo stabilito per notte, che dovrà poi versare presso il comune della città.

Appare inoltre fondamentale che il proprietario sia sempre attento e aggiornato sulle nuove leggi che entrano in vigore, per evitare di dover pagare eventuali penali per non adempimento.

Il proprietario dell’immobile può scegliere se occuparsi personalmente della casa o se affidarla ad una agenzia esterna esperta degli affitti brevi. Si tratta di una scelta molto importante in quanto, nonostante possa essere costoso, l’affidamento a un terzo permette al proprietario di essere “libero” da una serie di obblighi e oneri che, sia in termini di tempo che di risorse, possono essere molto dispendiosi.

Leggi anche:  Portale alloggiati: cos'è e come funziona

casa vacanze-

Gestione affitti brevi

Affittare casa con la formula degli affitti brevi risulta conveniente per i proprietari di seconde case. Infatti questi immobili permettono di guadagnare fino al 50% in più rispetto agli affitti tradizionali con la formula di lungo periodo. Ma non solo vantaggi per i proprietari, i turisti che soggiornano in appartamenti e case vacanza riescono a risparmiare. Un hotel o albergo è infatti decisamente più caro.

Guesthero

Contattando un’agenzia di gestione affitti brevi per conto terzi, come Guesthero, tu proprietario, avrai un aiuto concreto nella gestione sulle piattaforme di intermediazione online Airbnb e Booking.com, che sono i portali fondamentali per ricevere le prenotazioni della propria casa.

Contattaci subito per scegliere il tuo pacchetto di gestione completa se il tuo immobile è a Milano o di gestione online nel resto d’Italia!

2 Comments

  1. claudio-Reply
    6 marzo 2019 at 16:02

    Grazie per i consigli. Se volessi affittare casa a milano per giugno posso affidarmi a voi? Grazie da Claudio

    • Redazione Guesthero-Reply
      6 marzo 2019 at 16:03

      Buonasera Signor Claudio,
      certamente! Ci contatti e le forniremo l’alloggio migliore per le sue esigenze.
      Nella speranza di sentirla presto, le porgo un cordiale saluto.
      Redazione Guesthero

Leave A Comment