Bonus affitti 2021: quali sono e a chi sono dedicati - Guesthero

Bonus affitti 2021: quali sono e a chi sono dedicati

Molti proprietari di immobili si sono dimostrati poco disposti a mettere in locazione la propria abitazione a causa della pandemia. Il motivo è da ricercare nelle difficoltà economiche in cui versano moltissime famiglie italiane. Tali condizioni spingono involontariamente a un aumento della morosità. La paura dei proprietari è tanta, per cui preferiscono tenere le case sfitte. Una soluzione a tutto questo arriva dal bonus affitti 2021. Scopriamo insieme di cosa si tratta nel seguente articolo.

Bonus affitti 2021: il Fondo Morosità Incolpevole

Tra i bonus affitti 2021 troviamo il Fondo Morosità Incolpevole. Il Fondo è stato istituito nel 2013 con decreto legge del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. L’iniziativa è pensata per aiutare gli inquilini morosi incolpevoli. Quest’anno il Fondo è stato rifinanziato con circa 50 milioni di euro.

Chi sono gli inquilini morosi incolpevoli?

Gli inquilini morosi incolpevoli sono tutti coloro che, per diverse ragioni, non sono in grado di sostenere il costo di un canone d’affitto e subiscono un’intimazione di sfratto. Tra le ragioni riconosciute vi sono la perdita o la riduzione delle ore di lavoro, la cassa integrazione, il mancato rinnovo di un contratto a tempo indeterminato, l’infortunio, la malattia o il decesso di un membro della famiglia, con conseguente riduzione del reddito.

I requisiti di accesso al Fondo

Il primo requisito fondamentale è il valore dell’ISEE, che non deve superare i 35.000 euro o 26.000 euro in caso di reddito da lavoro regolare. L’inquilino deve essere in possesso di un regolare contratto di locazione e deve essere residente in Italia o, al limite, con regolare permesso di soggiorno. Inoltre, l’inquilino deve aver ricevuto intimazione di sfratto e deve risultare residente nella casa oggetto di tale intimazione. Infine, la priorità è data ai nuclei familiari in cui vi sia un componente minorenne, anziano o invalido almeno al 74%.

Leggi anche:  Milano Film Festival: 23esima edizione

La richiesta deve essere presentata al Comune di residenza.

bonus affitti 2021Bonus affitti 2021: il contributo per i proprietari

Tra i bonus affitti 2021 è previsto anche un contributo a fondo perduto per i proprietari che dimostrano di aver ridotto il canone di locazione. La riduzione potrà essere limitata anche a pochi mesi. Il bonus è stato stanziato all’interno della Legge di Bilancio solo per quest’anno. Esso corrisponderà al 50% della riduzione del canone e può arrivare fino a 1.200 euro annui. Nel caso si disponesse una riduzione per tutto l’anno, il proprietario avrà diritto a un rimborso non superiore ai 100 euro mensili. Esso viene percepito come credito di imposta compilando un modulo per la cessione del credito sul sito dell’Agenzia delle Entrate. L’importo del bonus potrà subire delle modifiche in base al numero di domande pervenute e conseguente superamento della soglia di spesa massima stabilita dalla Legge di Bilancio.

Accesso al contributo

Per avere accesso al contributo, il proprietario dovrà comunicare la rinegoziazione del canone all’Agenzia delle Entrate per via telematica, attraverso la compilazione del modello RLI. Il bonus potrà essere riconosciuto sia a soggetti Irpef che a soggetti Ires e solo per contratti sottoscritti a partire dal 20 ottobre 2020. Inoltre, l’immobile deve essere destinato al solo uso abitativo e deve rappresentare l’abitazione principale dell’inquilino. Altro requisito fondamentale è rappresentato dal fatto che l’immobile si trovi in un Comune ad alta intensità abitativa. La richiesta potrà essere inviata a partire dal 27 marzo 2021.

Bonus affitti 2021: agevolazioni per gli studenti universitari fuori sede

Ultima tipologia di bonus affitti 2021 è rappresentata dalle agevolazioni per gli studenti fuori sede. Si tratta di un bonus per gli affitti dedicato agli studenti di Università statali residenti in un Comune diverso da quello in cui effettivamente vivono per i loro studi. Il requisito fondamentale è rappresentato ancora una volta dal valore ISEE che, in questo caso, non dovrà superare i 20.000 euro. Inoltre, lo studente non dovrà usufruire né di altri contributi pubblici per l’alloggio né di borse di studio.

Leggi anche:  Come affittare casa ammobiliata Milano: consigli utili

Guesthero

Se sei preoccupato dalla situazione attuale e di non poter trarre dal tuo immobile il giusto reddito, rivolgiti a Guesthero, l’esperto nella gestione di affitti a breve e medio termine. La nostra esperienza nel settore ci ha permesso di garantire ai nostri clienti un rendimento mediamente maggiore. Tra i nostri servizi potrai accedere a trovare due tipologie di pacchetti. Un pacchetto di gestione standard, che include la gestione online dell’appartamento comprende servizi come: creazione annunci sulle principali piattaforme di prenotazione, gestione prenotazioni, pagamenti e recensioni e customer care. Un pacchetto all-inclusive che, oltre ai servizi del pacchetto standard, prevede uno shooting fotografico professionale, servizio di pulizia e cambio biancheria, accoglienza ospite, gestione amministrativa e pacchetto assicurativo.

Contattaci per ulteriori informazioni!