Procedure e documenti per aprire un Bed and Breakfast - Guesthero free web hit counter

Procedure e documenti per aprire un Bed and Breakfast

Aprire un Bed and Breakfast è il sogno di tante persone che hanno la disponibilità di un appartamento o di alcune stanze inutilizzate. Le definizioni per gli affitti brevi e le leggi variano per zona e tipologia.

Bed and breakfast o affittacamere

Se hai un’appartamento, una casa o una struttura di tua proprietà e vuoi affittarla ad altri per brevi periodi, dovrai innanzitutto capire che tipo di categoria vuoi essere: affittacamere (detto anche guest house), bed and breakfast, casa vacanze, ostello (hostel) o ostello della gioventù.
[n1related i=”0″]A seconda della tipologia variano le regolamentazioni, che principalmente sono regionali, salvo disposizioni del Comune della tua città.
Le stesse definizioni di una categoria rispetto all’altra sono stabilite da leggi locali, ma ci sono alcune linee guida comuni a tutti:

  • Affittacamere o guest house: è necessaria la partita iva, il tipo di regime è imprenditoriale, massimo 6 camere dedicate agli ospiti nello stesso stabile. Ogni camera dev’essere fornita con ingresso indipendente dalle altre, l’appartamento dev’essere completamente arredato e predisposto per la fornitura di cibo e bevande (solo nella regione Umbria non è prevista la somministrazione di alimenti).
  • Bed and Breakfast: come dice il nome stesso prevedono la fornitura di un letto e della colazione, sono aperti da privati, in alcuni casi con partita iva. Vige l’obbligo per loro di vivere nella stessa struttura. Il numero massimo di camere da letto destinate all’uso ricettivo varia a seconda della regione: da 3 a 6, e da 6 posti letto massimo a 12.
  • Case e appartamenti per vacanza:sono strutture che vengono affittate solo occasionalmente, a fine turistico, non vengono considerate le stanze o i posti letto ma l’intera casa o appartamento. Viene proibita la somministrazione di cibi e bevande.
  • Ostelli: alcune regioni distinguono gli ostelli (hostel) e ostelli della gioventù per la forma imprenditoriale, altre li accorpano, in ogni caso si tratta di strutture extralberghiere molto economiche gestite anche da soggetti pubblici destinate prevalentemente a giovani, spesso con dormitori comuni, per il conseguimento di finalità turistiche, sociali, culturali ed educative.

Bed and Breakfats o affitacamere qui troverai un approfondimento sulle varie categorie.

Per aprire un bnb

I documenti necessari all’apertura variano secondo le disposizioni da regione a regione, in quasi tutti i casi va presentata la SCIA (Segnalazione Certificata Inizio Attività) al proprio Comune e allegarla ad una serie di documenti, tra cui la visura catastale, la planimetria della struttura, l’atto di proprietà.

Inoltre ogni immobile dovrà chiaramente rispettare le norme igienico-sanitarie ed essere fornita secondo le norme antincendio, nonchè avere a disposizione per gli utenti un telefono per le emergenze.

Se presente nella propria città, il gestore della struttura sarà tenuto a richiedere agli ospiti la tassa di soggiorno, per poi dichiararla e versarla al proprio Comune.

In ogni caso dovrà inoltre segnalare alle autorità tutti gli ospiti attraverso i mezzi indicati.
Tutti gli affitti di durata superiore a 30 giorni complessivi nell’anno vanno contrattualizzati per legge.

Dal punto di vista fiscale vanno naturalmente dichiarati gli affitti e in alcuni casi si può ricorrere alla cedolare secca, anche nel caso si affitti solo una stanza, purchè l’immobile sia affittato ad uso abitativo e non per uffici. Se viene affittata una singola stanza ma a più persone nel corso del tempo, la cedolare deve valere per tutte.

Tutte le persone che soggiornano in qualunque struttura con funzione ricettiva devono essere registrate, e il gestore della struttura deve necessariamente entro ventiquattro ore dall’arrivo degli ospiti segnalare le generalità degli ospiti e la durata della loro permanenza presso la questura della polizia di stato. Se il soggiorno è inferiore alle ventiquattro ore va segnalato immediatamente all’arrivo. Sul sito della polizia di Stato il link per potersi registrare ed effettuare l’accesso per le segnalazioni, Registrazione ospiti in questura un approfondimento.

Riferimenti Legislativi

Queste le leggi principali a livello nazionale per aprire un Bed and Breakfast o una qualunque struttura extralberghiera:

Le normative per aprire un Bed and Breakfast o un qualunque tipo di struttura destinata agli affitti come si è visto varia da regione a regione, vediamo le leggi principali per le due regioni più grandi:

Le leggi in Lombardia

La Regione Lombardia divide le strutture extralberghiere in otto categorie:

  1. Ostelli per la gioventù
  2. Bed & Breakfast
  3. Case e appartamenti per vacanze
  4. Foresterie lombarde
  5. Locande
  6. Locande di nuova costruzione
  7. Rifugi alpinistici
  8. Rifugi escursionistici
  • Ostelli per la gioventù: massimo sei letti per camera, bagno, il 60% delle stanze deve avere un bagno privato, riscaldamento in tutto lo stabile, aria condizionata nelle aree comuni, casseforti, accessibilità per i disabili, aperto per almeno sei mesi l’anno
  • Bed and Breakfast: il proprietario e gestore deve risiedere nell’immobile, non più di quattro camere con ingressi autonomi e massimo dodici posti letto, novanta giorni minimo l’anno (anche non consecutivi) di interruzione dell’attività
  • Case e appartamenti per vacanze: la superficie utile, cioè il massimo della capacità ricettiva, è calcolato come segue:
    massimo di ospiti = Superficie Utile / mq
    – fino a 48 mq, n. 1 posto letto per ogni 8 mq;
    – da 49 a 84 mq, n. 1 posto letto ogni 12 mq;
    – oltre 85 mq, n. 1 posto letto ogni 14 mqi parametri via via crescenti vanno applicati alle differenti fasce di superficie di ogni alloggio.
    Esempio: appartamento di 84 mq; 48/8 = 6 posti letto più (84 – 48)/12 = 3, capacità ricettiva dell’alloggio 9 posti letto (fonte: regione Lombardia)
    Completamente arredata e accessoriata
  • Foresterie Lombarde: sono equivalenti agli affittacamere, gestite in forma imprenditoriale, massimo 6 camere e 14 posti letto, un bagno almeno ogni due camere, la somministrazione di cibi e bevande è esclusiva per le persone alloggiate
  • Locande: molto simili alle foresterie, 6 camere e 14 posti letto, gestite in forma imprenditoriale, ma sono complementari alla somministrazione di cibi e bevande
  • Locande di nuova costruzione: sono identiche alle locande ma devono avere dimensioni maggiori

I prezzi delle strutture devono essere esposti in lingua italiana e almeno due lingue straniere.
Tutti i prezzi e le interruzioni di attività vanno preventivamente denunciate al comune.
Per tutti tranne le case e appartamenti per vacanze va presentata la SCIA al comune.

Riferimenti legislativi per la Lombardia

  • Legge Regionale 1 ottobre 2015 , n. 27
    Politiche regionali in materia di turismo e attrattività del territorio lombardo: Regione Lombardia
  • Regolamento regionale 5 agosto 2016 – n.

Le leggi nel Lazio

La SCIA per aprire un Bed and Breakfast va presentata allo sportello dedicato, a seconda del Comune, lo SUAR, Sportello Unico per le Attività RIcettive, o lo SUAP, Sportello Unico per le Attività Produttive.

La Regione Lazio divide le strutture ricettive in:

  1. Guest house o Affittacamere;
  2. Ostelli per la gioventù;
  3. Hostel o Ostelli;
  4. Case e appartamenti per vacanze;
  5. Case per ferie;
  6. Bed & Breakfast;
  7. Country house o Residenze di campagna;
  8. Rifugi montani;
  9. Rifugi escursionistici.
  • Guesthose o affittacamere: sono sempre con regime imprenditoriale, sei camere in non più di due appartamenti ammobiliati in uno stesso stabile
  • Ostelli per la gioventù: non hanno forma imprenditoriale, possono essere gestiti anche da enti pubblici o religiosi, hanno finalità turistica per gruppi di persone per un soggiorno non superiore a 60 giorni consecutivi
  • Ostelli o Hostels: a differenza degli Ostelli per la gioventù hanno forma imprenditoriale e devono essere dotati di strutture maggiormente attrezzate
  • Case o appartamenti per vacanze: non possono risiedervi persone nè residenti nè domiciliate
    Bed and Breakfast: il titolare o gestore deve risiedere nello stabile, massimo quattro camere e otto posti letto nella forma imprenditoriale, devono servire anche la colazione

Data l’abrogazione nel giugno 2016 di alcuni articoli e commi, non è più necessario avere un periodo di chiusura durante l’anno e per chi vuole aprire un Bed and Breakfast o una Casa o Appartamenti per Vacanze deve registrarlo con un regime imprenditoriale. Le istanze di SCIA presentate da giugno 2016 in poi per un regime non imprenditoriale di queste strutture saranno rigettate.

Riferimenti legislativi per il Lazio

  • Legge della Regione Lazio 6 agosto 2007, n. 13 e ss.mm.ii
  • Regolamento della Regione Lazio 7 agosto 2015, n. 8 “Nuova disciplina delle strutture ricettive extralberghiere”
  • Regolamento della Regione Lazio 24 ottobre 2008, n. 17 e ss.mm.ii. “Disciplina delle strutture ricettive alberghiere”
  • Regolamento della Regione Lazio 24 ottobre 2008, n. 18 e ss.mm.ii. “Disciplina delle strutture ricettive all’aria aperta”
  • Regolamento generale edilizio del Comune di Roma - Delibera n. 5261 del 18.8.1934
  • Regolamento sul contributo di soggiorno nella città di Roma Capitale - Delibera dell’Assemblea Capitolina n. 44 del 24.7.2014
  • Deliberazione della Giunta Regione Lazio 14 gennaio 2011, n. 3“Linee guida sull’igiene dei prodotti alimentari”
  • Nota Circolare n. 325648 del 20/06/2016
  • Nota Circolare n. 372762 del 14/07/2016

Se vuoi aprire un Bnb, o se vuoi sapere come ospitare delle persone a casa tua o poter aprire un’attività con questo scopo, Guesthero è il servizio che fa per te: forniamo assistenza per affitti brevi, creiamo il tuo account su siti come Airbnb, Booking e simili, gestiamo noi il check-in e check-out e la pulizia della casa.

Contattaci per maggiori informazioni!

Comments are closed.