Appartamento a Milano: quanto costa prenderli in affitto free web hit counter

Appartamento a Milano: quanto costa prenderli in affitto

Il costo di un appartamento a Milano varia notevolmente a seconda della zona scelta: infatti più ci si avvicina al centro e più i prezzi lievitano. L’affitto di case a Milano è diventato un nuovo business. Infatti gli host possono guadagnare dall’investimento delle loro case, affidandosi a portali specializzati come Airbnb e Booking. Scopri insieme a Guesthero le zone migliori di Milano per iniziare ad affittare appartamenti in breve periodo.
[n1related i=”0″]

Milano e le sue zone

Il mercato immobiliare a Milano risulta essere tra quelli più concentrati d’Italia e con i prezzi decisamente alti: infatti, gli affitti sono tra i più costosi del Paese con una media di 16,37 euro/m² al mese. Le zone del centro città sono quelle con affitti che viaggiano intorno a qualche migliaio di euro al mese.

Vediamo insieme le diverse zone per appartamenti in affitto milano.

Appartamenti a milano, zone più costose

Le zone che stanno subendo un aumento sul valore immobiliare a Milano hanno nomi come Citylife e Porta Nuova, che negli ultimi anni stanno diventando i quartieri più famosi della città. Inoltre la zona dei Navigli, area amata soprattutto dai giovani, sta subendo un processo di rigenerazione urbana e di sviluppo con la realizzazione di grandi progetti. Non bisogna dimenticare le zone del centro, come quella del Duomo e Brera dove gli affitti sono super alti, per via dei palazzi antichi.

Zone economiche appartamenti milano

Le zone più economiche dove i prezzi sono relativamente contenuti sono: nella zona che va dalla Stazione Centrale a piazzale Loreto. Inoltre, Corso Buenos Aires, Città Studi dove hanno sede il Politecnico di Milano e le cinque facoltà scientifiche dell’Università degli Studi di Milano, dove i prezzi sono ancora abbordabili.

Leggi anche:  Gestione affitti brevi in Lombardia

Potenzialità affitti brevi

Quando si parla di affitti brevi si parla di locazione di un appartamento arredato per un periodo inferiore a 30 giorni. Attualmente questo tipo di affitto è così popolare perché risulta come una soluzione win-win sia per il proprietario che per l’ospite:

  • turisti pagano un prezzo inferiore rispetto agli hotel, così da potersi permettere anche soggiorni più lunghi;
  • proprietari hanno maggiori opportunità di guadagno, poiché il prezzo può essere modificato a seconda dei periodi di alta stagione.

Come affittare appartamenti a Milano

Per avere successo nel mercato degli affitti brevi, gli host di Milano è bene che siano attenti a diversi elementi.

L’appartamento in questione deve essere arredato e ben fornito con la biancheria.; deve inoltre essere sempre pulito e accogliente. In questo modo gli ospiti possono scrivere recensioni o consigliare la casa in questione ad amici o parenti. Infatti, il passaparola è un elemento importante per il successo dell’appartamento. Fornire anche dei servizi aggiuntivi, come ad esempio le mappe della città, una brouchure con le informazioni e i contatti utili. Non meno utile può essere un kit di benvenuto con cibo e/o bevande.

Guesthero

Un proprietario di un immobile a Milano può affittare la propria casa attraverso diversi mezzi. Le piattaforme di intermediazione online più utilizzate in Italia per chi vuole intraprendere questa strada sono Airbnb e Booking. I proprietari possono scegliere se gestire autonomamente gli annunci o affidarsi ad aziende nate appositamente. L’obiettivo di queste aziende è quello di creare un sistema organizzato ed efficiente che risponda alle esigenze sia degli host, sia dei guest. La nostra azienda di affitti brevi conto terzi Guesthero nasce per perseguire questo fine.

Leggi anche:  Wimdu: funzionamento e caratteristiche

Contattaci per scoprire tutti i nostri servizi sia a gestione completa sia a gestione online o per avere una consulenza sul tuo appartamento.

Comments are closed.