Alloggiati Web: comunicazione questura ospiti - Guesthero

Alloggiati web: comunicazione questura ospiti

Dedicarsi ai servizi per l’ospitalità è un’attività appagante e dalle mille sfaccettature, ma è importante fare attenzione alle specificazioni fiscali che richiede. Nel caso degli affitti brevi è bene informarsi sul nuovo portale Alloggiati web della Polizia di Stato. Ecco come funziona.

Affitti brevi: normativa fiscale

La nuova normativa fiscale si applica ad immobili sul territorio italiano affittati per un massimo di 30 notti. In questo caso, trattandosi di affitti brevi, è possibile applicare il regime della Cedolare secca, applicando un’imposta sostitutiva unica del 21%. Al momento dell’avvio dell’attività sarà necessario assolvere a diverse mansioni quali l’attivazione CAV, registrazione al portale alloggiati e comunicazione degli ospiti in questura.

Alloggiati web: cos’è

Alloggiati web è un portale della Polizia di Stato. L’accesso avviene attraverso i seguenti passaggi. Innanzitutto è necessario prendere appuntamento presso la Questura di Milano all’ufficio notifiche alloggiati e recarvisi dotati di una fotocopia del documento d’identità, i fogli indicanti le generalità della casa vacanze (precedentemente compilati) e la ricevuta SUAP (Sportello Unico Attività Produttive). A questo punto sarà la stessa Questura a fornire gli accessi al portale Alloggiati Web e sarà possibile ospitare.

Alloggiati web: come funziona

alloggiati web

Il servizio Alloggiati Web è l’unica piattaforma su cui ogni gestore di struttura ricettiva o alberghiera è obbligato ad inserire tutte le generalità degli ospiti entro 24 ore dal loro arrivo.

Sarà molto semplice: ogni qualvolta gli ospiti arriveranno presso la struttura sarà necessario chiedere ad ogni inquilino il documento d’identità, farne una fotocopia (o semplicemente una foto) ed inserire i dati richiesti dal Portale Alloggiati Web. Puoi trovare il link alla piattaforma Alloggiati web di seguito:

Leggi anche:  Normativa affitti brevi in Lombardia

https://alloggiatiweb.poliziadistato.it/PortaleAlloggiati/

Questa piattaforma è stata pensata dal Ministero degli Interni, con lo scopo di digitalizzare il processo  di registrazione delle informazioni relative agli ospiti.  Il portale è utilizzabile previa registrazione che, una volta effettuata, non va ripetuta ulteriormente.

Novità normativa fiscale

La recente digitalizzazione della materia ha portato ad una costante semplificazione amministrativa. In base alle informazioni generali fornite dal Portale Alloggiati, ne è un esempio l’informatizzazione delle cosiddette Schedine Alloggiati, che attualmente devono essere comunicate telematicamente dai proprietari alla Questura.

Non trattandosi di una attività alberghiera o di una struttura ricettiva stabile, la comunicazione degli arrivi alla provincia o alla regione non è solitamente richiesta, se non in rari casi a fini statistici.

Decreto sicurezza: cosa prevede

In base al Decreto Sicurezza 2019, sono state introdotte norme molto più restrittive per quanto riguarda gli affitti brevi. La comunicazione degli ospiti in questura, che precedentemente era richiesta solo per inquilini extracomunitari, oggi è obbligatoria per ogni singolo ospite. In caso di mancato adempimento sono previste sanzioni pecuniarie fino a 206 Euro e penali fino ad un massimo di 3 mesi di carcere. La consegna della carta d’identità da parte dell’ospite è quindi obbligatoria al fine di rendere il mondo dell’ospitalità, oggi in forte espansione, sempre più trasparente ed efficiente.

Comunicazione questura

La comunicazione alla questura nel caso di affitti tra le 2 e le 29 notti deve avvenire tassativamente entro 24 ore dall’arrivo degli ospiti. Invece, nel caso in cui il soggiorno sia inferiore a 24 ore, va conclusa nel momento stesso in cui l’immobile si rende disponibile all’ospite

Leggi anche:  Airbnb affitti brevi: informazioni utili

Affitti brevi

Svolgere suddette procedure permette il mantenimento della trasparenza in un settore in forte crescita come quello degli affitti brevi.

Se sei proprietario di un immobile sfitto e vorresti sfruttarne al meglio le potenzialità, gli affitti brevi potrebbero essere l’opzione adatta a te. Affittare il tuo immobile per periodi inferiori alle 30 notti tramite piattaforma quali AirBnb, ti permette di massimizzare la redditività dell’appartamento grazie a diversi fattori. Innanzitutto potrai applicare un prezzo dinamico in base al periodo dell’anno e alla zona, sfruttano eventi e festività.

Inoltre il pagamento anticipato ti permetterà di evitare il rischio di inquilini morosi e ritardi nei pagamenti, infine il tuo appartamento subirà un minore rischio di usura, dal momento che gli inquilini non sentiranno il bisogno di personalizzarlo.