Airbnb vs Booking: quali sono le differenze tra i due portali?

Airbnb vs Booking: quali sono le differenze?

Airbnb vs Booking: scopriamo insieme le differenze

Airbnb & Booking

Uno dei duelli più competitivi nel mondo del turismo online è quello tra Airbnb e Booking.

Airbnb

Airbnb, fondato nel 2008, è il servizio numero uno al mondo di affitti brevi di stanze o interi appartamenti. Ha rivoluzionato il mondo della locazione turistica, rendendola globale. Una vera e propria community online che permette ai viaggiatori di prenotare un soggiorno molto più economico rispetto agli hotel. Qui si trova di tutto, case, appartamenti, stanze singole o stanze condivise. Insomma c’è una vasta scelta di alloggi.
[n1related i=”0″] Questa piattaforma è nata dall’idea di due studenti di San Francisco, Joe Gebbia e Brian Chescky di San Francisco che, dopo un aumento dell’affitto breve del loro appartamento, decidono di guadagnare soldi extra offrendo un posto per dormire.

Inizialmente Airbnb nasce per mettere in contatto persone che cercano camere per brevi periodi, solo dopo si aggiungono appartamenti turistici.

Booking

Booking, invece, è leader nel settore alberghiero, solo da poco ha allargato i propri servizi introducendo annunci per affitti di case vacanze.

Phocuswright, dopo aver analizzato nel 2017 quasi 2,5 milioni di inserzioni di affitti online in tutta Europa, ha dimostrato che Airbnb è davanti al suo rivale Booking.com in cinque mercati chiave: Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito.

Airbnb vs Booking: confronto

Airbnb vs Booking: vediamo quali sono le differenze tra le due piattaforme:

  • la commissione richiesta su Airbnb a chi affitta (host) molto più bassa rispetto a quella di Booking, circa il 3% contro il 15/17%. Airbnb accredita direttamente l’importo dovuto all’host trattenendo la commissione, a differenza di booking la cui commissione dovrà essere pagata a parte dal proprietario alla fine del mese.
  • con Airbnb si paga l’intera somma all’atto della prenotazione, attraverso il sito stesso, e non tramite accordi con il proprietario. Il pagamento avviene generalmente tramite carta di credito o Paypal: Airbnb tiene il pagamento congelato fino a 24 ore dopo il check-in, in modo da tutelare soprattutto l’ospite della struttura.
  • Booking, privilegiando meccanismi di visibilità, può trattenere una percentuale che varia dal 15 al 30%. La piattaforma permette di aumentare il valore della commissione: ciò significa che l’annuncio migliorerà il proprio ranking sui risultati di ricerca e dunque sarà visibile da un numero maggiore di utenti.
  • rispetto degli host: regole meno restrittive e maggiori garanzie su Airbnb. Le recensioni di Airbnb sono incrociate, i feedback vengono lasciati sia al proprietario di casa che all’ospite.
  • i prezzi di airbnb sono più bassi rispetto a Booking, ma fissi.
Leggi anche:  Affitti brevi Milano: alloggi studenti

Affidati a Guesthero per la gestione degli affitti brevi

Entrambe le piattaforme presentano dei pro e dei contro, per avere maggiori informazioni su Airbnb e Booking contatta Guesthero, una società specializzata nella gestione degli affitti brevi.

Guesthero è professionista nel settore: crea e gestione account sui portali Airbnb e Booking, permettendoti di avere più visibilità e di essere raggiunto da un numero maggiore di ospiti. Propone due diversi tipi pacchetti:

Pacchetto standard

Tutti i servizi Pacchetto Standard di Guesthero su Airbnb, Booking e tante altre piattaforme Vacation Rental.

• Prenotazioni e Affiancamento

• Massimizzazione della tua visibilità

• Gestione Pagamenti e CAV

Pacchetto Premium (servizi standard inclusi)

Tutti i servizi di gestione del pacchetto standard più la promessa di rendere il tuo appartamento pulito e accogliente e il nostro impegno nel far risaltare al meglio le sue potenzialità.

• Accoglienza

• Pulizie e Biancheria

• Check-out e Ispezione

SalvaSalva

Comments are closed.