Airbnb Venezia: tutte le informazioni - Guesthero - Blog %

Venezia è una delle città in cui gli affitti brevi hanno avuto maggior successo, rappresentando una valida alternativa per i soggiorni in albergo. La soluzione degli affitti brevi e nello specifico degli Airbnb a Venezia è spesso la preferita da turisti nazionali e internazionali, da lavoratori e da studenti. La casa vacanza non ti fa rinunciare all’intimità casalinga e a tutte le comodità che questa soluzione offre, per esempio l’utilizzo della cucina. Airbnb Venezia è in continua crescita e la Serenissima è da sempre una delle mete più note al mondo. Vediamo nel dettaglio quale sono le soluzioni migliori e i vantaggi nell’affittare casa a Venezia.

Airbnb Venezia: i proprietari di casa

Gli obblighi fiscali per tutti i proprietari di immobili sono svariati. Il primo riguarda il Servizio Alloggiati, chiamato precisamente “Alloggiati Web”. Si tratta del portale gestito dalla Polizia di Stato che registra tutti i nominativi dei turisti che entrano in Italia. E’ obbligatorio mandare i nominativi degli ospiti entro 24 ore, ai fini della sicurezza nazionale. Il secondo obbligo riguarda chiaramente la tassazione. Il regime usato è quello della cedolare secca al 21%. In alternativa, se sussistono alcuni requisiti, come la non imprenditorialità è possibile dichiarare semplicemente gli introiti nel Modello 730 della propria dichiarazione dei redditi. Il portale Alloggiati è utilizzato per le soluzioni di affitto a breve termine. Questo presuppone che gli affitti abbiano una durata inferiore ai 30 giorni, altrimenti si tratterebbe di affitto transitorio e non breve. L’appartamento deve inoltre essere registrato presso il Comune di appartenenza, l’Istat e la Questura della città.

Leggi anche:  Storie di Airbnb: "la prima vacanza non si scorda mai!"

Airbnb Venezia: creare un annuncio

Le principali direttive da seguire sono:
– foto belle e accattivanti, il consiglio è quello di affidarsi a esperti o comunque, per chi sceglie il fai da te, assicurarsi che la casa sia rappresentata al massimo del suo potenziale. Questo significa fare le foto con molta luce, con tutto l’arredamento in ordine e con una risoluzione molto alta. Gli ospiti fanno molta attenzione alle foto dell’appartamento in quanto rappresentano l’unico modo per poter vedere l’abitazione e possono fare realmente la differenza tra un appartamento pieno ed uno vuoto;
– descrizione attenta e dettagliata, di fondamentale importanza riempire ogni campo richiesto da Airbnb, questo può dare più visibilità all’annuncio e quindi a massimizzare le richieste;
– conoscere l’inglese, ultima ma non ultima per importanza, la conoscenza della lingua inglese deve essere di livello tale da comunicare agevolmente con i guest internazionali che sono una quota elevata dei turisti presenti a Venezia.

Vantaggi per host

Guadagno: i proprietari optando per la modalità di affitto breve aumentano del 50% il guadagno rispetto all’affitto tradizionale con la formula dei 4 anni opzionabili (4+4). Non devono sostenere i costi di intermediazione per agenzie immobiliari, di conseguenza l’affitto breve risulta essere molto conveniente in quanto permette massimizzare i profitti e ridurre i rischi.
Flessibilità: il proprietario può godere della disponibilità del suo appartamento quando non occupato. Questo si rivela ideale per chi deve affittare seconde case oppure si trova temporaneamente all’estero e non vuole lasciare l’appartamento sfitto. Inoltre gli affitti a breve permettono di ridurre il rischio di morosità degli inquilini.
Tassazione: grazie all’introduzione della cedolare secca, il proprietario si trova a sostenere un costo fiscale inferiore che gli permette di ridurre il canone rendendo la sua offerta più attraente. Utilizzando questo sistema, l’imposta di registro e di bollo non sono previste.

Leggi anche:  Truffe Airbnb Milano, come individuarle e tutelarsi

Queste soluzioni permettono quindi una maggior flessibilità in generale rispetto le soluzioni a lungo termine.

Vantaggi per guest

Risparmio: questa soluzione consente all’ospite un risparmio considerevole in media rispetto a una camera d’albergo.
Comodità: l’ospite gode di maggior flessibilità nell’orario di check-in e check-out, autonomia per i pasti, privacy.
Atmosfera: soggiornare in un appartamento in una città nuova, permette di vivere un’esperienza unica sentendosi comunque a proprio agio.

Affidati a Guesthero

Affittare il proprio appartamento per un breve periodo, si rivela un’ottima opportunità di profitto. Tuttavia, la gestione richiede tempo e capacità soprattutto per quanto riguarda l’attività online, gli annunci, le prenotazioni, i rapporti con gli ospiti e tutti i numerosi compiti da assolvere. Guesthero, specializzata nella gestione di affitti brevi, si prende carico di tutti i servizi come:
– creazione di profili su piattaforme come Airbnb e Booking;
– creazione di annunci e ottimizzazione della ricerca;
– gestione prenotazioni e selezione dell’ospite;
– servizio di customer care e messaggistica;
– gestione pagamenti e CAV.
Contattaci per una consulenza e una valutazione della tua casa. Scopri quanto puoi guadagnare con affitti brevi a Venezia.