Airbnb affitti brevi: salva borghi abbandonati - Guesthero

Airbnb affitti brevi: salva borghi abbandonati

Airbnb affitti brevi salva borghi abbandonati: “Usate il vostro potere creativo per fare del mondo un posto migliore dove vivere”. Questo dice Joe Gebbia, nel suo messaggio d’apertura qualche mese fa presso l’istituto Europeo di Design.

Messaggio che ha come obiettivo quello di essere d’ispirazione per la platea di studenti all’ascolto: usare ogni piccola opportunità e con il potere a propria disposizione creare qualcosa che sia utile per il mondo.

Il recupero dei villaggi abbandonati

Nel 2016 ci sono state registrate 65 milioni di persone costrette ad abbandonare il luogo dove abitavano. Questo numero è tra l’altro destinato a salire sempre di più, fino ad arrivare, secondo proiezioni, a 325 milioni entro il 2044.

Da questi fattori nasce l’idea da parte della piattaforma di usare il proprio potere in materia di affitti brevi. L’obiettivo è operare un recupero borghi abbandonati. Come? Usare così i piccoli villaggi in materia di Airbnb affitti brevi e far sì che questi diventino punti di riferimento per il turismo, ed evitare così lo spopolamento delle campagne.

La maturazione e messa al mondo dell’idea nasce dal Giappone, per rivitalizzare proprio i villaggi rurali e le campagne che continuano a perdere abitanti in questi e negli anni a venire.

Nell’ambito “un posto da condividere” tra l’altro c’era stata un idea simile durante gli eventi seguenti l’uragano Sandy. ;olti utenti di Airbnb avevano proprio chiesto alla piattaforma di mettere a disposizione le proprie abitazioni per coloro che erano rimasti vittima dell’evento e quindi non avevano un luogo dove stare. L’idea era stata ben ricevuta dagli esterni ed è stata così perpetuata anche con l’iniziativa riguardante Amman, la capitale della Giordania, la cui popolazione è fatta per un terzo di rifugiati. ed  nato così il portale “Vivi Amman come uno del posto”, che serve a creare una community con l’obiettivo di mettere in contatto la gente del posto con i visitatori e quindi cercare di far aumentare il turismo e girare l’economia del posto.

Leggi anche:  Suggerimenti e consigli per essere superhost con Guest Hero

aribnb affitti

 

 Il progetto che riguarda l’Italia, Airbnb affitti brevi

L’idea così che riguarda il recupero dei Borghi abbandonati tocca anche l’Italia. Partendo da Airbnb affitti brevi, decidono di aprire un portale dedicato che offre una vasta scelta di alloggi in tutti i più antichi borghi italiani. Lo scopo è quindi di valorizzarli e veicolare il turismo anche verso queste suggestive mete turistiche.

E’ questa l’idea l’idea sponsorizzata da Airbnb, sponsorizzata da Wonder Grottole, con la partnership da parte di Fondazione Matera Basilicata 2019. Stanno cercando di aumentare il flusso di visitatori presso la regione lucana in concomitanza con gli eventi previsti presso Matera Capitale Europea della Cultura 2019: che mira a dare nuova luce a livello turistico alla città.

La scelta del luogo per dare il via all’iniziativa è ricaduta su Grottole. La sua storia è da monito per quello che Airbnb sta cercando di realizzare: situata a nord di Matera. Si tratta di un paese estremamente piccolo, composto solamente dai suoi 300 abitanti, è andato spopolandosi anno dopo anno a causa della mancanza di lavoro, costringendo soprattutto i giovani a scegliere altre strade. Le case abbandonate sono oltre 600. Si parla infatti di un borgo semi-spopolato, la cui esistenza è andata quasi dimenticata.

Wonder Grottole nasce proprio così, con il progetto di operare un rinnovamento e rigenerazione di queste abitazioni. Esse saranno poi utilizzate da Airbnb per promuovere il turismo verso il piccolo borgo ed aumentare così tramite affitti brevi, il turismo innanzitutto nella città, per poi valorizzare l’intera regione.

Concludendo, l’idea è stata sviluppata con l’obiettivo di dare visibilità. In particolare a tutte quelle realtà rurali a livello internazionale a tutte quelle realtà che si presentano come perle della nostra penisola, ma che sono poco visitate vista la mancanza di sponsorizzazione o visibilità data dagli enti o piattaforme preposte.

Leggi anche:  Mondiali volley Italia 2018: seconda fase a Milano

Guesthero

 

Vi è piaciuto l’articolo? Siete interessati a saperne di più? Visitate il nostro blog presso Guesthero per altri interessanti articoli e curiosità sul mondo degli affitti brevi. Se poi avete a disposizione un abitazione che volete affittare, ma non sapete come gestire, contattateci per ricevere informazioni e avere la possibilità di affidare a noi la vostra casa: tra i servizi inclusi nel pacchetto vi è la creazione di annunci Booking e AirBnB e lo shooting professionale per mostrare ai potenziali ospiti la tua casa nel migliore dei modi. Il nostro team si occuperà di fissare il prezzo migliore per garantire il massimo guadagno. Teniamo in considerazione la stagionalità e la presenza di feste all’interno dei periodi di affitto, ed offrendo sconti per periodi di soggiorno più lunghi.