Airbnb Milano

Airbnb Milano: normative, zone

Il mondo degli affitti a breve è ad oggi sempre più in voga grazie ai numerosi benefici offerti. Esistono comunque numerosi aspetti di cui tenere conto tra cui gli aspetti burocratici e i costi connessi a questa attività. La Città di Milano è meta molto attraente per questo nuovo business in crescita, offrendo al proprietario, anche detto host, la possibilità di sfruttare il proprio appartamento sfitto traendone ricavi e agli ospiti la possibilità di godere delle bellezze della città, sentendosi davvero come a casa!

Scopri di più insieme a Guesthero, l’esperto degli affitti brevi,  sulle novità del mondo dell’airbnb a Milano.

Perché iniziare un Airbnb 

Iniziare un Airbnb a Milano può essere avvincente quanto complicato. Il mercato dei privati che si affacciano a questo tipo di attività è in costante crescita. Quali sono dunque le motivazioni che portano i proprietari di case a Milano ad intraprendere un percorso di questo genere? Da menzionare innanzitutto sono: le possibilità di guadagno, la passione per il turismo, lo spirito imprenditoriale, far rendere le proprie case anziché lasciarle inutilizzate.

Un modo ottimale per avere una guida nel mondo degli affitti a breve è quello di affidarsi a Guesthero, specialista nella gestione del settore, godendo di numerosi vantaggi tra cui i maggiori guadagni rispetto alle locazioni a lungo termine, la possibilità di valutare ex ante i futuri e potenziali ospiti attraverso le recensioni fornite su Airbnb e Booking, oltre che la possibilità di richiedere pagamenti anticipati, riducendo il rischio di inquilini morosi.

Airbnb Milano: Cosa sapere

Sicuramente aprire un airbnb non è ad oggi cosa semplice; bisogna infatti fare i conti con diversi aspetti quali: costi, normative, gestione dell’ospite e concorrenza, ad oggi sempre più pressante.

Un altro tema centrale è quello inerente le zone più in voga del comune Milano.

Costi 

Partiamo dai costi,argomento sicuramente di spiccato interesse, se non tra i primi da tenere in considerazione per chiunque volesse avviare l’attività di Airbnb.

Quanto costa aprire un airbnb a Milano?

  • innanzitutto si deve tener conto della provvigione al portale airbnb che è pari al 3% circa e viene calcolata partendo dal prezzo di affitto giornaliero dell’immobile.
  • un altro aspetto di cui tenere conto è la tassazione inerente i guadagni derivanti dall’affitto a breve termine; ad oggi non è più necessario sottoporre questo reddito alla tassazione della propria dichiarazione dei redditi ma sarà applicata la “cedolare secca” pari al 21%.
  • In ultimo rientrano le spese d’utenza dell’immobile.
Leggi anche:  Property management definizione e novità

Normative

Il tasto dolente degli Affitti a breve termine è sicuramente l’aspetto burocratico, che ultimamente è divenuto un po’ complicato. Il mercato degli Affitti di case vacanza a breve termine è stato recentemente riorganizzato in termini legislativi per via dell’attività in crescita continua e la pressante concorrenza tra proprietari di case.

Ecco allora che il proprietario si trova a dover adempiere ad una serie di procedure prima di poter entrare nel vivo della propria attività. Tra Comunicazione delle informazioni degli ospiti in Questura di Milano, Comunicazione di inizio Attività al Comune di Milano  e registrazione dell’alloggio come attività di casa vacanze, Versamento della tassa di soggiorno al Comune entro il 15 del mese successivo, obbligo di fornire l’estintore e la cassetta di pronto soccorso, l’obbligo di introdurre un campanello d’allarme nell’abitazione e molto altro.

Nel comune di Milano è stato recentemente introdotto il CIR, acronimo di codice identificativo di riferimento capace di distinguere ogni alloggio, ormai essenziale per chiunque decida di affittare il proprio appartamento nella regione Lombardia.

airbnb milano

Gestione dell’ospite 

Se la motivazione che ti spinge ad affittare la tua casa è il piacere di conoscere nuove persone, questo è sicuramente uno dei plus che ti contraddistinguerà tra i numerosi Hosts.

Accoglierli in modo caloroso, chiacchierare con loro sulle motivazioni che li hanno spinti a visitare la città di Milano,  dar loro consigli sulle zone più curiose e i ristoranti tipici…tutti questi saranno aspetti positivi che li spingeranno a fare un passaparola positivo ad amici e conoscenti oltre che a lasciare ottime recensioni sull’appartamento e il soggiorno.

Ma la gestione del cliente non è solo questo. Gli ospiti si aspettano di trovare una casa funzionale, funzionante, pulita, comoda, ben organizzata e il più attrezzata possibile. Quindi è necessario saper organizzare al meglio il check in e check out, le pulizie della casa e ricontrollare le dotazioni interne.

Leggi anche:  Milano affitti: cosa sapere sul breve periodo, guida

Concorrenza

Anche il mondo degli affitti a breve su air bnb è osteggiato da una altissima concorrenza, soprattutto nei periodi caratterizzati da concerti o eventi attrattivi.

Il vantaggio dei proprietari di Milano è l’elevato afflusso di turisti in ogni stagione dell’anno, questo lascia spazio per tutti i proprietari di proporre il proprio immobile al prezzo che desidera. Con annuncio ben curato, caratterizzato da foto professionali, luminose oltre che con il supporto di diverse piattaforme come Airbnb e Booking sarà possibile far spiccare tra i tanti il proprio appartamento.

Non trascurabile sicuramente è la zona di ubicazione dell’appartamento, le connessioni attraverso i mezzi di trasporto e la sua accessibilità e le attrazioni che la contraddistinguono. Tutto ciò aumenterà il valore della proprietà tra le diverse in concorrenza tra loro.

Zone 

Milano: la città eclettica per eccellenza. Dai grattacieli, agli edifici storici, dai monumenti e i musei d’arte alla Street Art… ce ne è per tutti i gusti!

Che sia per motivi di lavoro o di studio o anche per una breve visita, Milano è una città di cui non si può non rimanere affascinati. Il mondo degli affitti a breve offre la possibilità a turisti di poter alloggiare in una nuova città pur mantenendo la percezione di essere un po’ a casa, mentre garantisce a studenti e lavoratori un valido appoggio temporaneo in attesa di una sistemazione permanente.

Degne di nota sono quindi le zone di attrazione turistica come la Milano Centro, oltre che le aree della movida milanese, tra cui i Navigli e l’arco della pace, o le moderne Gae Aulenti e Corso Como.

Molto ricercate sono anche le aree prossime ai Campus Universitari di  Milano , che attraverso gli affitti a breve di immobili vicini alle università, consentono ai novelli studenti di avere una base di appoggio in attesa di affidarsi a una sistemazione a lungo termine.