La differenza tra Airbnb e Booking - Guesthero free web hit counter

Airbnb Booking: differenze e cosa sapere

Airbnb Booking, sono i principali portali che vengono usati dalle persone per prenotare il loro soggiorno. Sono anche i siti principali utilizzati dai proprietari per registrare le strutture, perchè garantiscono una maggiore visibilità.
[n1related i=”0″]

Differenza tra Airbnb e Booking.

Negli ultimi anni le piattaforme di home-sharing si sono diffuse a macchia d’olio. Ognuna di queste ha regole e modalità d’uso diverse. Rendere visibile il proprio appartamento online si rivela spesso più complicato di quel che sembra. Questo articolo serve a fare chiarezza sulle differenze principali tra Airbnb Booking, le piattaforme più conosciute ed utilizzate in Italia.

Hai una casa a Milano? Contattaci per una valutazione per sapere quanto puoi guadagnare affittandola a breve.

Chiamaci 02 40741148 o compila il form di richiesta.

Differenze di prezzo

Le differenza principale in questo caso sta nella dinamicità. I prezzi di Booking sono molto dinamici. Ciò richiede una certa familiarità con tariffe, promo last-minute e cancellazioni dell’ultimo secondo. Airbnb invece ha prezzi in media più bassi ma che sono soprattutto fissi. Booking è primo in termini di visibilità e numero di utenti (questo ovviamente perchè booking accoglie le inserzioni di hotel e b&b). Airbnb ha il primato sul numero di alloggi inseriti da privati. Inoltre Airbnb guida in maniera dettagliata alla definizione del prezzo più adeguato tramite benchmark sugli altri alloggi che si trovano nella stessa zona o che hanno caratteristiche simili.

Airbnb Booking: differenze di commissione

Per ogni prenotazione ricevuta una parte del prezzo pagata dall’ospite va ovviamente alla piattaforma. Per quanto riguarda Airbnb trattiene il 3% sull’importo totale. Invece Booking proprio perchè privilegia  meccanismi di visibilità può trattenere una percentuale che varia dal 15 al 30%. Infatti Booking permette di aumentare il valore della commissione e questo automaticamente vuol dire che l’annuncio migliorerà il proprio ranking sui risultati di ricerca e quindi sarà visibile da un numero maggiore di utenti.

Leggi anche:  Prezzi Airbnb: come vengono calcolati

Ovviamente per un miglioramento che sia efficace l’annuncio deve avere delle caratteristiche che gli permettano di avere una buona performance (come ad esempio completezza dell’annuncio, foto e descrizioni dettagliate, velocità di risposta ecc…).

Airbnb e Booking: differenze di garanzia per l’host

In termini di semplicità di pagamento, e di tutela dell’host Airbnb ha la meglio su Booking. Infatti oltre al fatto che Airbnb accredita direttamente l’importo dovuto all’host meno la commissione (a differenza di booking la cui commissione dovrà essere pagata a parte dal proprietario) consente anche agli host di rilasciare recensioni sugli ospiti, inoltre offre la garanzia host e il programma di protezione assicurativa host.

Annuncio online

Le differenze tra i due portali sono anche presenti alla procedura di creazione dell’annuncio online. L’annuncio è il principale strumento che viene utilizzato per avere richieste di prenotazione, questo perchè riesce a garantire una maggiore visibilità.

Airbnb

Nel caso di Airbnb, nel momento della creazione dell’annuncio dopo aver inserito le principali informazioni relative alla struttura, dovranno essere caricate le foto. A differenza di Booking, Airbnb richiede che vengano inserite delle descrizioni relative a:

  • spazio
  • quartiere
  • come muoversi
  • accessibilità
  • ecc.

Booking

Nel caso invece degli annunci su Booking, dopo il caricamento delle foto sarà necessario inserire un tag e aggiungere la foto della facciata esterna della struttura. Inoltre rispetto ad Airbnb, Booking richiede che vengano inserite le distanze precise dell’appartamento rispetto a:

  • ristoranti
  • supermercati
  • caffè/bar
  • farmacia
  • ecc.

Viene anche richiesto l’inserimento di come raggiungere la struttura ad esempio da una stazione o aeroporto vicino.

Come gestire entrambe le piattaforme?

Entrambe le piattaforme hanno pro e contro che devono essere valutati in base alle proprie esigenze. Se non hai abbastanza tempo per gestire entrambi i siti o non riesci ad evitare che le prenotazioni sui diversi portali combacino, allora la soluzione migliore è di affidarsi ad un professionista del settore. In questo modo sarà più semplice per il proprietario guadagnare.

Leggi anche:  Tassa di soggiorno Roma: quanto costa

Guesthero

Per maggiori chiarimenti e informazioni sulla creazione di account sulle diverse piattaforme o in generale sulla gestione degli affitti brevi rivolgiti a Guesthero – professionisti della gestione case in affitto a breve termine. Contattaci. Tra i servizi che vengono offerti oltre ai pacchetti standard e all inclusive, anche l’assicurazione e la pulizia dell’appartamento.

 

Comments are closed.