Airbnb affitti brevi: informazioni utili per host e guest

Airbnbè il portale leader degli affitti brevi nel mondo, ma ancora poco conosciuto nel dettaglio. Nell’articolo scopriremo insieme  le domande più frequenti su Airbnb affitti brevi e le informazioni che un host e un guest devono conoscere per sfruttare al meglio la piattaforma.

Airbnb affitti brevi: informazioni utili

Quando si decide di utilizzare la piattaforma Airbnb affitti brevi possono sorgere diversi dubbi e perplessità. La piattaforma è dotata di un centro assistenza molto professionale. Esso è sempre pronto a rispondere alle domande più frequenti. Solitamente le domande vengono suddivise in base agli argomenti più richiesti. In questo articolo, anche noi cercheremo di darvi qualche risposta, attingendo a quelle che sono le domande più frequenti.

Airbnb affitti brevi: i metodi di pagamento

I metodi di pagamento accettati da Airbnb affitti brevi sono:

  • Carte di credito/prepagate
  • PayPal per molti paesi
  • Postepay (in Italia)
  • Apple Pay per l’App iOs.

Inoltre, ci sono servizi locali che variano per ogni paese (Alipay, Boleto Bancàrio, Elo, Google Wallet). Il regolamento prevede che non si possa pagare in valuta straniera. Il pagamento avviene appena l’host accetta la prenotazione. Airbnb trattiene il pagamento durante il periodo di prenotazione, viene rilasciato all’host solo dopo il check-in.

airbnb affitti brevi

Airbnb affitti brevi: prenotazione

Per prenotare su Airbnb affitti brevi devi prima mandare una richiesta di pre-approvazione all’host. La pre-approvazione può essere accettata o rifiutata dall’host entro 24 ore, al termine delle quali scade automaticamente.

Leggi anche:  Arredare monolocale: consigli

Airbnb affitti brevi: documentazione

In base al comune di appartenenza dell’alloggio sarà necessario informarsi sui documenti obbligatori per iniziare un’attività di gestione di affitti brevi. Tali documentazioni variano con grande frequenza, dunque è consigliabile affidarsi agli uffici del comune o ad aziende specializzate nella gestione di affitti brevi, per riceve conferme attendibili. Tra le documentazioni richieste si annoverano CAV, Cir, certificazioni energetiche etc.

Airbnb affitti brevi: sicurezza

Le misure di sicurezza più frequenti per gli ospiti sono: informarsi bene sugli host, leggere le recensioni, parlare con loro, eventualmente sottoscrivere una assicurazione.
Per quanto riguarda gli host, esistono vari tipi di assicurazioni: la Garanzia Host copre danni all’abitazione o alla proprietà causati dagli ospiti; invece, la Protezione Assicurativa Host tutela da danni fisici  o danni alla proprietà da parte di un terzo.

Airbnb affitti brevi: come ospitare

Per iniziare questa attività non ci sono restrizioni: chiunque può diventare un host. L’unico passo davvero importante da compiere è il controllo delle leggi in vigore prima di affittare. Inoltre, è importante valutare anche tutte le regole condominiali e prendere accordi con eventuali coinquilini. L’host può anche impostare requisiti di prenotazione specifici per gli eventuali guest. Per ciò che concerne la parte prettamente fiscale, consigliamo di consultare il commercialista di fiducia per eventuali imposte.

Superhost

Una volta intrapresa l’attività di host attraverso Airbnb affitti brevi, ricordiamo che esiste l’opportunità di diventare superhost. Per  diventare superhost devi godere di una buona reputazione. Questo significa che nell’anno precedente devi: aver completato 10 o più prenotazioni; non averne cancellata alcuna; avere ricevuto 5 stelle di recensione almeno l’80% delle volte (almeno il 50% dei tuoi guest deve avere fatto una recensione su di te); aver mantenuto un tasso di risposta del 90% o superiore.

Leggi anche:  Mostra Harry Potter 2018: estate Milano con mago di Howghart

Otterrai il badge di Superhost in tutti i tuoi annunci. Il badge genera diversi benefici. Infatti, alcuni ospiti possono scegliere di cercare solo Superhost, quindi appariresti nelle loro ricerche. Inoltre, un Superhost ha diritto a ricevere assistenza dedicata in caso contattasse Airbnb. Infine, potresti ricevere inviti a eventi o uscite di prodotti e, dopo un anno, ricevere un coupon da spendere su Airbnb del valore di 100 dollari.

I prezzi

Per ciò che concerne i prezzi, ti rinviamo direttamente alle pagine di Airbnb dedicate. In esse troverai tutte le risposte in caso di dubbi sull’argomento. Qui una pagina spiega come funzionano i prezzi e come regolarsi.

Guesthero

Hai un appartamento sfitto, ma non sei sicuro di come sfruttare al meglio Airbnb? Se vuoi eliminare ogni preoccupazione, puoi scegliere di affidarti a professionisti nella gestione di affitti. Per questo, rivolgiti a noi di Guesthero! Non abbiamo costi fissi ma tratteniamo solo una percentuale sulla tua prenotazione. Con l’esperienza maturata nel settore, siamo riusciti a garantire ai nostri clienti un rendimento maggiore. Potrai accedere a due diverse tipologie di pacchetti.

Un pacchetto di gestione standard che si riferisce alla gestione online dell’appartamento in affitto breve e comprende: creazione annunci su Airbnb e Booking; gestione prenotazioni e pagamenti; rapporto con l’ospite; gestione recensioni.

Un pacchetto all-inclusive che, oltre ai servizi del pacchetto standard, comprende: shooting fotografico professionale; servizio di pulizia e cambio biancheria; accoglienza ospite; gestione amministrativa e burocratica; pacchetto assicurativo.

Per saperne di più, non esitare a contattarci!