Affitto senza contratto: quali sono i rischi free web hit counter

Affitto senza contratto: quali sono i rischi

Affitto senza contratto – l’affitto in nero è davvero così vantaggioso? In questo articolo ti presentiamo i rischi legati ad un affitto senza contratto che può sembrare un’opportunità allettante ma che, in realtà, presenta diverse insidie.

L’affitto senza contratto

Il problema dell’affitto senza contratto è in parte stato colmato con l’introduzione della cedolare secca, l’imposta sulle locazioni brevi sostitutiva dell’Irpef, ma nonostante questo l’affitto in nero rimane una pratica molto frequente. I proprietari pensano che stipulare un affitto senza contratto restituisca loro solo vantaggi, soprattutto in termini di guadagno, ma in realtà diversi sono i rischi in cui incorrono non solo loro ma anche i loro ospiti.

Rischi per il proprietario dell’immobile

Il vantaggio fiscale che l’host ottiene stipulando un affitto senza contratto porta con sè però anche tanti rischi tra cui:

  • possibile perdita dell’immobile;
  • mancato pagamento dei canoni di locazione per mancanza di un contratto che presenta per iscritto i diritti del proprietario;
  • denuncia da parte dell’inquilino.

Questi rischi aprono poi la strada ad una serie di sanzioni amministrative per:

  • omessa dichiarazione dei redditi;
  • mancato pagamento dell’imposta di registro sul contratto di locazione.

A questo seguiranno delle verifiche da parte dell’Agenzia delle Entrate per evasione fiscale.

affitti senza contratto

Rischi per l’ospite dell’appartamento

Gli ospiti che soggiornano nell’appartamento del proprietario con il quale hanno stipulato un affitto senza contratto, incorrono anch’essi in diversi rischi. L’affitto in nero è una pratica frequente (soprattutto nel periodo estivo) perchè spesso gli ospiti vedono un prezzo più vantaggioso senza pensare al pericolo che questo può comportare. I possibili rischi sono:

  • possibile aumento inatteso del canone di locazione;
  • sfratto dall’appartamento;
  • vessazione di sanzioni amministrative da parte dell’host.
Leggi anche:  Affitti brevi: Assicurazione Guesthero

Perchè scegliere gli affitti brevi?

Il mercato degli affitti brevi è in continua crescita ed evoluzione grazie al supporto delle piattaforme online come Airbnb e Booking. ma di cosa si tratta? L’affitto breve, per sua natura consiste nella locazione di appartamenti o parti di esse per un periodo compreso tra le 2 e le 29 notti. Per questo è necessaria una piattaforma come quelle precedentemente citate che permetta ad ogni immobile di raggiungere la massima visibilità, anche a livello internazionale. Scegliere la formula degli affitti brevi permette al proprietario di godere di alcuni benefici tra cui:

  • flessibilità, perchè il proprietario potrà tornare in possesso del suo immobile in qualsiasi momento su sua richiesta e in poco tempo;
  • sicurezza, perchè viene stipulato un affitto con contratto dove i pagamenti sono per lo più in anticipo per evitare il rischio di morosità degli inquilini;
  • minore usura dell’appartamento: infatti, siccome il soggiorno sarà per lo più di breve durata, gli inquilini non sentiranno l’esigenza di personalizzare l’appartamento che, quindi si usurerà in maniera inferiore.

Gestione affitti brevi

La gestione appartamenti in affitto prevede da parte del proprietario una serie di procedure burocratiche che comportano spesso una gran perdita di tempo. Inoltre, si tratta di una attività continuativa che richiede al proprietario la presenza fisica presso l’appartamento e la disponibilità telefonica ogni qualvolta l’ospite ne avesse bisogno. Non è certo una cosa da poco! Ecco perché, nei casi in cui il proprietario non abbia il tempo di occupasi del proprio immobile in affitto, è buona cosa affidarsi ad una società di intermediazioni che possa gestirlo.

Leggi anche:  Airbnb sicuro ed affidabile? Come usarlo al meglio

Affidati ad un intermediario

Spesso le persone considerano faticoso e stressante occuparsi della gestione del loro appartamento in affitto, ma in realtà nel mercato si è inserita la figura dei property manager, ovvero un intermediario che stipula un contratto di affitto con il proprietario e si prendono cura della gestione appartamenti Airbnb.

In particolare, i property manager si occupano di svariati servizi quali pulizie dell’immobile, check in e check out, creazione di annunci su piattaforme OTA (online travel agencies: ovvero Airbnb, Booking ecc…), pratiche burocratiche e amministrative, polizza assicurativa e customer care.

Guesthero

Se sei proprietario di un immobile vuoto e non vuoi incorrere nei rischi di un affitto senza contratto, la scelta migliore è quella di rivolgersi ad un intermediario come Guesthero. Siamo una società specializzata nella formula degli affitti brevi che ha come obiettivo quello di assicurare all’host la massima redditività economica. L’host non dovrà più occuparsi direttamente dell’immobile, la gestione di questo sarà affidata a dei professionisti che si impegneranno a rendere l’immobile il più attraente e confortevole per gli ospiti.

Leave A Comment