Affitto breve: come fare, guida e consigli - Guesthero

Affitto breve: come fare, guida e consigli

Vuoi affittare a breve termine la tua casa, ma non hai abbastanza informazioni? Per te una guida con tutte le cose da sapere sull’affitto breve.

Cosa sapere su affitto breve termine

Con il termine “affitto” breve termine o locazione turistica si intende un contratto di locazione con durata inferiore a 30 giorni. Il proprietario rimane in possesso della proprietà e quindi non deve stipulare alcun tipo di contratto, il che consente di avere flessibilità nell’accettazione del proprio inquilino. Il proprietario  inoltre potrà modificare il prezzo relativo al suo appartamento a seconda dei periodi di alta/bassa stagione o in concomitanza di eventi a richiamo turistico. Sta al guest accettare l’offerta proposta dal proprietario della casa sui vari portali.

La differenza tra affitto breve e B&B sta nella non presenza di servizi aggiuntivi. Quando si affitta la propria casa con locazione turistica, le spese di pulizia sono a carico del visitatore e il proprietario non è obbligato a provvedere alla colazione

Documenti host per affitto breve

Dal lato guest non è previsto alcun documento. Come scritto nel precedente paragrafo, la forma contrattuale non è prevista, per quanto quella scritta è preferibile, e non è definito neanche una durata minima di pernottamento. L’importante è che la locazione abbia carattere di precarietà e sia temporanea.  Affittare la propria casa è semplice e immediato. Basta iscriversi ad un portale quale Airbnb o Booking e rendere il proprio appartamento visibile alla comunità.

Per quanto riguarda la dichiarazione dei redditi bisogna sapere che dal 1 giugno è prevista l’applicazione della cedolare secca del 21% sull’affitto, prelevabile anche da intermediari finanziari a mo’ di ritenuta a titolo di acconto.

Leggi anche:  Quanto costa registrare un contratto di affitto

Documenti guest affitti breve

Una volta reso pubblico il proprio annuncio, si possono prendere le prime prenotazioni. Prima però di far entrare un guest in casa ricordati di:

  • richiedere i documenti di riconoscimento dell’ospite

Secondo il decreto n° 445 del 28 dicembre 2000, non è possibile dare alloggio se la persona in questione non è munita di documento di identità. Al momento del check-in è necessario comunicare alla questura, tramite il portale alloggiatiweb, i dati del guest:

cognome, nome, codice fiscale, comune e provincia di nascita, stato estero di nascita, data di nascita, telefono, comune e provincia di residenza e indirizzo

  • incassare la tassa di soggiorno

I proprietari dovranno riscuotere per conto del comune la tassa di soggiorno. Ogni comune prevede una tassa diversa, da vedere sui regolamenti regionali, diversi per ogni regione.
[n1related i=”0″]

Come affittare in maniera semplice

Le cose da fare per affittare a  breve termine sono troppe? Ritieni di avere troppi impegni e non avere il tempo per gestire bene la locazione a breve del tuo appartamento. Non rinunciare a questa opportunità!

Guesthero è la società che può gestire totalmente il tuo appartamento, occupandosi di tutte le fasi del processo di allocazione. Sarà un team di professionisti, esperti del mercato mobiliare, che si occuperà della gestione della tua casa e trasmetterà direttamente i dati degli ospiti alla questura, riscuotendo anche la tassa di soggiorno.

Inoltre Guesthero ti segue passo per passo per l’ottenimento delle autorizzazioni di legge legate alla locazione della propria casa.

 

Comments are closed.