Affitti Milano Covid-19: Cosa è cambiato - Guesthero

In questo articolo vedremo la situazione degli Affitti Milano Covid-19, come l’epidemia ha condizionato il mercato immobiliare e cosa c’è da aspettarsi per il futuro.

Affitti Milano 2020

Il 2020, ormai è chiaro a tutti, è stato un anno da dimenticare. La prima e la seconda ondata che hanno colpito tutta l’Italia, hanno visto come protagonista assoluto la Lombardia. Nella regione motore dell’economia italiana, si è verificato il maggior numero di contagi, e purtroppo questo non è che il primo di molto tristi record accumulati dalla regione durante questo anno funesto. Milano, il suo capoluogo, non è stato da meno, e l’economia locale ha risentito profondamente degli sconvolgimenti dettati dalla pandemia.  Il settore immobiliare, così come molti altri settori colpiti dal Covid, ha subito delle perdite sostanziali rispetto agli anni precedenti. A Milano è stato anzi uno dei settori più vessati, a causa della forte presenza di studenti e forza lavoro provenienti da altre regioni o altre provincie lombarde.

Affitti studenti covid-19

Tra gli affitti Milano covid-19, alcuni tipi di contratto hanno subito più forti oscillazioni rispetto ad altri. Il caso più tragico è quello degli affitti studenti. Il contratto transitorio a medio termine risulta infatti una delle categorie di contratto più colpite. Il motivo è da ricercarsi nella didattica a distanza: la gran parte delle università meneghine hanno optato per garantire la didattica online e modalità di e-learning agli studenti iscritti nei loro atenei. Questo ha permesso agli studenti di poter prolungare il periodo di soggiorno nelle loro regioni o provincie lombarde di residenza. Molti contratti sono stati annullati, molti altri non sono stati rinnovati, e il comparto degli affitti studenti ha subito una contrazione del 290%.

Leggi anche:  coronavirus impatto: cosa succede con gli affitti

Affitti brevi Milano covid-19

Un altro settore che ovviamente ha risentito della pandemia è stato il settore degli affitti brevi, specialmente gli affitti turistici. Infatti, a causa dello stop alla mobilità interna ed estera il settore turistico ha sperimentato una grossa frenata senza precedenti. Gli affitti brevi, che stavano proliferando in periodo pre-covid, hanno dovuto reinventarsi, pena il rimanere sfitti per lungo tempo. La situazione, lievemente attenuatasi in periodo estivo, si è nuovamente aggravata in seguito alla seconda ondata dei contagi e alla proclamazione delle zone d’emergenza. Il decreto ministeriale DPCM 3 novembre 2020 ha inoltre proclamato la Lombardia zona rossa, di fatto ristabilendo una situazione di lockdown.

Prezzi affitti Milano covid-19

A discapito della situazione tragica, ai limiti del catastrofico, i prezzi del mercato immobiliare milanese sono rimasi invariati, e non hanno subito alcuna flessione. Il primo calo potrebbe verificarsi ad inizio gennaio 2021, ma per ora nulla fa pensare che si abbassino. Questo è un dato positivo per chi ha una casa a Milano da affittare. Il mercato immobiliare milanese infatti, ai primi segni di ripresa, tornerà a brillare.

Guesthero

Se possiedi un immobile a Milano e hai intenzione di destinarlo agli affitti brevi, non darti per vinto! Ci sono ottime probabilità che nel breve-medio periodo torni a capitalizzare. Nel frattempo, se vuoi ottimizzare la rendita derivante dagli affitti a breve e medio termine, scegli Guesthero. Guesthero è un’azienda di property management che si occupa di gestione di immobili per conto terzi, sia online che fisica. Metteremo a tua disposizione la nostra expertise nel settore immobiliare per ricavare il massimo profitto ottenibile dal tuo immobile anche in periodi di crisi come questo.

Leggi anche:  Bonus affitti 2021: quali sono e a chi sono dedicati

Contattaci per saperne di più.